Skip to content

Il Natale del Male: le playlist 2014 dei tizi di Metal Skunk

22 dicembre 2014

STEFANO GRECO

st

Disco dell’anno: Goat – Commune

Top 10:
Afghan Whigs – Do To The Beast
Triptykon – Melana Chasmata
Sólstafir – Ótta
Bong – Stoner Rock
Bohren & Der Club Of Gore – Piano Nights
††† (Crosses) – Crosses
Conan – Blood Eagle
Lo-Pan – Colossus
Monolord – Empress Rising
Electric Wizard – Time To Die

Altra roba che mi è garbata:
Wounded Kings, Earth, Slomatics, Eyehategod, Fu Manchu, Mogwai. Un po’ fuori genere, fichi pure gli alt-J.

Ciofeca dell’anno:
Pink Floyd – The Endless River su tutti, anche quello nuovo degli Ancient VVisdom è una bella sòla.

L’Italia migliore:
Metibla – Crimson Within e poi ovviamente i Cripple Bastards

Concerto dell’anno:
I Clutch all’Hellfest

Gruppo di supporto dell’anno:
Doomraiser

Saluta il 2014 con un video:
With the lights out it’s less Povia

 LUCA BONETTA

lb

Disco dell’anno: Septic Flesh – Titan

Top Ten:
Anaal Nathrakh – Desideratum
Cannibal Corpse – A Skeletal Domain
Dead Congregation – Promulgation Of The Fall
Behemoth – The Satanist
Centinex – Redeeming Filth
Folkstone – Oltre… l’Abisso
Aborted – The Necrotic Manifesto
Kampfar – Djevelmakt
Lvcifyre – Svn Eater
Gorgasm – Destined To Violate

Altra roba che mi è garbata:
Considerando che entro la fine dell’anno (o al più tardi nei primi giorni del 2015) uscirà un mega recap della roba che è uscita e che mi sono bellamente perso inizio citando qui qualche nome: Bombs Of Hades – Atomic Temples, Black Crown Initiate – The Wreckage Of Stars, Revocation – Deathless, Vampire – s/t, Thanatos – Global PurificationNachtmystium – The World We Left Behind, Tortorum – KatabasisPrimordial – Where Greater Men Have Fallen, Miasmal – Cursed Redeemer.

Ciofeca dell’anno:
Per quanto riguarda i Bloodbath non posso dire che si sia trattato di una vera e propria delusione dato che già dalle anteprime le mie aspettative erano prossime allo zero. La vera scottatura me la sono presa con gli Ancient VVisdom dai quali non mi sarei mai aspettato una porcata come SacrificialPeccato perché su di loro ci contavo parecchio. Anche l’ultimo Decapitated è una mezza cacata. 

L’Italia migliore:
Ho seguito veramente poco la scena nostrana quest’anno, complice un inizio 2014 piattissimo e un’overdose di dischi durante il terzo quarto dell’anno che mi ha completamente stravolto i tempi, costringendomi a perdere di vista un sacco di roba. L’ultimo Hour Of Penance m’è garbato però.

Concerto dell’anno:
Sicuramente Aborted e Co. in quel di Roma. Non solo perché il concerto in sé è stato spettacolare ma anche perché ha coinciso con la mia prima calata nella Capitale insieme a tutta la cricca di questo blog di simpatici mattacchioni che risponde al nome di Metal Skunk. Un’esperienza a tutto tondo insomma.

Gruppo di supporto dell’anno:
Gli Exhumed di spalla agli Aborted hanno dato prova di grande carisma, mettendo in piedi uno show vero e proprio. Cose che uno non si aspetterebbe di vedere ad un concerto death metal.

Saluta il 2014 con un video:
La gente non sa cosa si perde…

MATTEO FERRI

mf

Disco dell’anno:
Karma to Burn – Arch Stanton

Top 10
Triptykon – Melana Chasmata
Harakiri for the Sky – Aokigahara
Goatmoon – Voitto Tai Valhalla
Cruachan – Blood for the Blood God
The Flight of Sleipnir – V
Stille Volk – La Pèira Negra
Darkspace – Dark Space III I
Saor – Aura
Primordial – Where Greater Men Have Fallen
Blut Aus Nord – Memoria Vetusta III: Saturnian Poetry

Altra roba che mi è garbata:
Sargeist – The Crawling Shadows
Jute Gyte – Vast Chains
Stworz – Cóz po zyznych ziemiach…
Spectral Lore – III

Ciofeca dell’anno:
Stridens Hus, troppo brutto per essere un disco dei Taake.

L’Italia migliore:
The Day of Victory non sarà il miglior disco dei Dark Lunacy ma è pur sempre un gradito ritorno per un gruppo che ormai sforna album a cadenza quadriennale. Degni di menzione Nomas, terzo disco dei sardi Arcana Coelestia e Terra 42, primo full lenght dei romani L’Ira del Baccano, attivi una decina d’anni fa come Loosin ‘O’ Frequencies.

Concerto dell’anno:
I Manegarm al Traffic. Ed essendo loro il gruppo di spalla, ho risposto anche alla domanda sulla miglior band di supporto dell’anno.

Saluta il 2014 con un video
Salvini ci illustra il vero programma elettorale di Beppe Grillo

ENRICO MANTOVANO

Ce_l'ha_più_lunga_lui_(la_barba)

Disco dell’anno: Mastodon – Once More ‘Round The Sun

Top 10:
AC/DC – Rock or Bust
At The Gates – At War With Reality
Conan – Blood Eagle
††† (Crosses) – s/t
Earth – Primitive And Deadly
Electric Wizard – Time To Die
Goat – Commune
Melvins – Hold It In
Nashville Pussy – Up The Dosage
Sólstafir – Ótta

Altra roba che mi è garbata:
Alt-J – This Is All Yours; Fu Manchu – Gigantoid; Jack White – Lazaretto; John Garcia – s/t; Karma To Burn – Arch Stanton; Mark Lanegan Band – Phantom Radio; Mogwai – Rave Tapes; Motorpsycho – Behind The Sun; Opeth – Pale Communion; Pallbearer – Foundations of Burden; The Afghan Whigs – Do To The Beast; The Brian Jonestown Massacre – Revelation; Shellac – Dude Incredible; Swans – To Be Kind; Triptykon – Melana Chasmata.

Ciofeca dell’anno:
Pink Floyd – The Endless River, anche se è un po’ come sparare sulla Croce Rossa. Vabbè, sticazzi: io adoro sparare sulla Croce Rossa.

L’Italia migliore:
Eremite – All Things Merge Into One; Folkstone – Oltre…l’Abisso; Nero Di Marte – Derivae.

Concerto dell’anno:
Clutch @Hellfest. Una roba che faccio ancora fatica a metabolizzare del tutto. Non riesco a togliermi dalla testa l’immagine di un tizio che durante Crucial Velocity, in preda al delirio collettivo, si arrampica su una delle travi portanti con l’evidente intento di buttarsi sulla folla. Non l’ho più visto ma, a occhio e croce, penso sia morto con onore.

Gruppo di supporto dell’anno:
Alice in Chains @Rock In Roma, nonostante fossi l’unico nel pit a cantare le loro canzoni (o forse proprio per questo motivo).

Saluta il 2014 con un video: Buon Natale!

IL MASTICATORE

masticatore

Disco dell’anno: The body – I shall die here

Top 10:
Electric Wizard – Time To Die
Storm{o} – Sospesi nel vuoto…
Cripple bastards – Nero in metastasi
Karma to burn – Arch Stanton
Earth – Primitive and deadly
Blues pills – Blues pills
Boris – Noise
Indian – From all purity
Nero di marte – Derivae
Wo fat – The conjuring

Altra roba che mi è garbata:
Radio Moscow – Magical dirt, Ne obliviscaris – Citadel, Cannibal corpse – A skeletal domain, Goat – Commune, Bong – Stoner Rock, Mastodon – Once more ‘round the sun, Uma Thurman – I am the high fucking priestess.

L’Italia migliore:
Die abete, Ignoranza – Verso l’estremismo della strasgressione 3, Tiger Fregna – Capitan Sburo, le uscite Truceklan tutte da Carter a Mystic One, st. Hope dei 16 barre, Giorgio dei Do Nascimiento, Johnny Mox sia solo che in Santamassenza coi Gazebo Penguins, Battiato e Pinaxa, Grezzo – La guerra in una stanza.

Ciofeca dell’anno:
non ne ho idea

Concerto dell’anno:
Black Sabbath a Bologna con 2 litri di vodka imboscati nelle mutande

Gruppo di supporto dell’anno:
Mi piacerebbe dirvi i Black Rainbows prima degli Ufomammut ma sono effettivamente scomparso e un giorno vi dirò anche il perché. Ne sto discutendo con la Polizia Postale.

Saluta il 2014 con un video:
Ripassiamo la prima parte in vista della trasmissione della seconda all’Orion.

CICCIO RUSSO

1488182_10205575760540317_621534710139120516_n

Disco dell’anno: Triptykon – Melana Chasmata

Top 10:
Accept – Blind Rage
Alestorm – Sunset On The Golden Age
Centinex – Redeeming Filth
Gorgasm – Destined To Violate
Dead Congregation – Promulgation Of The Fall
At The Gates – At War With Reality
Electric Wizard – Time To Die
Earth – Primitive And Deadly
Goat – Commune
Supersuckers – Get The Hell

Altra roba che mi è garbata:
 Artificial Brain, The Kennedy Veil, Cannibal Corpse, Ringworm, The Haunted, Grand Magus, The Wounded KingsEyehategod, Alunah, Witch Mountain, Karma To BurnBong, Mogwai, Blues Pills. Mi aspettavo di più dai Coffinworm.

Ciofeca dell’anno:
I Machine Head per me restano come gli U2 e i Muse: non riesco a capire perché piacciano a così tanta gente. Gli ultimi di Exodus e Obituary non faranno schifo ma potevano pure non uscire. Mi ha lasciato basito il repentino rincoglionimento degli Ancient VVisdom.

L’Italia migliore:
Cripple Bastards, Lili Refrain, The Wisdoom, Naga, Eremite, Black Capricorn, Shores of Null.

Concerto dell’anno:
Clutch all’Hellfest, Carcass all’Agglutination e, beh, i Black Sabbath.

Gruppo di supporto dell’anno:
Jungle Rot e Miasmal.

Saluta il 2014 con un video:
a Natale siamo tutti più bidoni.

PIERO TOLA

piero

Disco dell’anno: Earth – Primitive And Deadly

Top 8 (a 10 quest’anno non ci arrivo):
Triptykon – Melana Chasmata
My Dying Bride – The Vaulted Shadows
At The Gates – At War With Reality
Cannibal Corpse – A Skeletal Domain
Cripple Bastards – Nero In Metastasi
Karma To Burn – Arch Stanton
Overkill – White Devil Armory
Electric Wizard – Time To Die

Altra roba che mi e’ garbata:
Folkstone non al top della forma ma sempre piacevoli.

Ciofeca dell’anno:
Burzum imbattibile da un po’ di anni a questa parte.

L’Italia migliore:
i gia’ menzionati Cripple Bastards.

Concerto dell’anno:
assolutamente St. Vitus @Klub Fabryka, Cracovia, 5.11.2014.

Gruppo di supporto dell’anno:
la brutalita’ inclemente degli Azarath di supporto ai Morbid Angel a Katowice ancora mi fa sorridere. Anche i validissimi Mother’s Cake di supporto agli Anathema nel loro Satellites Over Europe Tour pero’ meritano tantissimo.

Saluta il 2014 con un video:
smoking fish

CHARLES

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Disco dell’anno: Alestorm – Sunset on the Golden Age

Top ten:
Sabaton – Heroes
Mastodon – Once More ‘Round the Sun
Accept – Blind Rage
Solstafir – Otta
Blues Pills – Blues Pills
At The Gates – At War With Reality
Vainaja – Kadotetut
Faith No More – Motherfucker
Mors Principium Est – Dawn Of The 5th Era
Eldritch – Tasting the Tears

Altra roba che mi è garbata:
Earth, Slough Feg, Kampfar, Triptykon, Blut Aus Nord, Downfall Of Gaia, AC/DC (ma vale il discorso del Messicano), Ne Obliviscaris, Riot V, Varathron, Agalloch, Mogwai, Bohren & Der Club of Gore, Darkspace.

Ciofeca dell’anno:
Burzum, che nelle nostre play ha solo poltrone prenotate tra le prime o le ultime file, in associazione a delinquere con gli In Flames, quest’anno veramente insuperabili.
La delusione dell’anno resta l’ultimo degli Empyrium, ma pure i Taake hanno decisamente toppato.

L’Italia migliore:
Folkstone e Cripple Bastards.

Concerto dell’anno:
Black Sabbath, ma anche Kraftwerk e Taake (l’università dei concerti black metal).

Gruppo di supporto dell’anno:
Non credo sia corretto definirli ‘di supporto’, ma ‘sti cazzi: Emperor, Carcass e Death all’Hellfest.

Saluta il 2014 con un video:
Poo Bucket Challenge

IL MESSICANO

il messicano

Disco dell’anno:  ACxDC – Antichrist Demoncore

Top Ten:
Sheer Terror – Standing up for falling down
Madball – Hardcore Lives
Diocletian – Gesundrian
Dead Congregation – Promulgation of the fall
Ringworm – Hammer of the witch
Sick Of It All – Last Act Of Defiance
Triptykon – Melana Chasmata
Cannibal Corpse – A Skeletal Domain
Accept – Blind Rage
Slapshot – Slapshot

Altra roba che mi è garbata:
Ma vaffanculo. Escluso Antichrist Demoncore degli ACxDC, che è quasi un capolavoro,  gli altri dischi che ho citato sono quasi tutti lavori che vanno dal buono al carino. E ho faticato a trovarne addirittura dieci.

Ciofeca dell’anno:
Nessuna. Il livello generale del 2014 è stato piattissimo. Non ho ascoltato molti dischi usciti quest’anno e quelli che ho sentito mi hanno lasciato quasi tutti indifferente. Nel senso: ascolti e non ti rimane niente. Non dici nemmeno cose tipo: “Mortacci che schifo. Morite domani.”. Rimani “così” e torni a grattarti le palle, il che forse è pure peggio.

L’Italia migliore:
Ma è una battuta? Se sì, non fa ridere manco per il cazzo.

Concerto dell’anno:
Black Sabbath all’Hellfest. Top 5 dei concerti della vita, più che semplicemente dell’anno.

Gruppo di supporto dell’anno:
Ma ficcati quattro dita in culo e fischia, dai.

Saluta il 2014 con un video:
Metto il video qui sotto, ma prima vorrei salutare chi ha ideato questa “classifica” di fine anno. Rispondere è stato piacevole e divertente come l’allucinante questionario della visita militare. Complimenti vivissimi e spero che quattro ergastolani nigeriani scappino dal carcere, rubino le scorte di viagra da tutte le farmacie nel raggio di 990 metri, ti sequestrino legandoti ad un termosifone acceso e ti facciano scoprire tutti, ma proprio tutti, i misteri dell’Africa nera. Arrivederci.

CESARE CARROZZI

 cc

Disco dell’anno: Grand Magus – Triumph And Power

Top Ten:
Accept – Blind Rage
Iron Savior – Rise Of The Hero
Bloodbound – Stormborn
At The Gates – At War With Reality
Freedom Call – Beyond
Primal Fear – Delivering The Black
Exodus – Blood In, Blood Out
Marty Friedman – Inferno
Wolf – Devil Seed
The Haunted – Exit Wounds

Altra roba che mi è garbata:
dal nuovo Arch Enemy onestamente mi aspettavo peggio. Non che mi sia propriamente piaciuto, ma comunque.

Ciofeca dell’anno:
Judas Priest – Reedemer Of Souls
Gamma Ray – Empire Of The Undead
Iced Earth – Plagues Of Babylon

Concerto dell’anno:
Edguy/Unisonic @ Orion, Roma 06.10.2014

Gruppo di supporto dell’anno:
Unisonic

Saluta il 2014 con un video: un cazzo di niente.

MANOLO MANCO

10882183_613778592061377_3061753223163597127_n

Disco dell’anno: At the gates – At war with reality

Top 10:
The Haunted – Exit wounds
XTRMST – XTRMST
Trap Them – Blissfucker
Misery Index – The Killing Gods
United Nations – The next four years
Ringworm – Hammer of the witch
Old Man Gloom – The ape of God
Bane – Don’t wait up
Progenie Terrestre Pura – Asteroidi
Wolves in the throne room – Celestite

Ciofeca dell’anno:
me ne tengo debitamente alla larga

Altra roba che mi è garbata:
Everytime I die

L’Italia migliore:
Straight opposition, Motherkissers

Concerto dell’anno:
Beyond the redshift festival

Gruppo di supporto dell’anno:
Amen Ra

Saluta il 2014 con un video: ci vorrebbe un avvocato.

ROBERTO ‘TRAINSPOTTING’ BARGONE

Disco dell’anno: Alestorm – Sunset on the Golden Age

Top 10:
AC/DC – Rock or Bust
Accept – Blind Rage
Agalloch – The Serpent & The Sphere
Alunah – Awakening the Forest
Behemoth – The Satanist
Cannibal Corpse – A Skeletal Domain
Centinex – Redeeming Filth
Folkstone – Oltre… l’abisso
Hammerfall – (r)Evolution
Triptykon – Melana Chasmata

Altra roba che mi è garbata:
Ma che ne so. Già ho fatto fatica a fare la top 10 e, per la precisione, in un anno normale la maggior parte dei dischi suddetti non sarebbe entrato nemmeno nella top 30, a cominciare da quello degli AC/DC, di gran lunga il peggiore della loro discografia.

Ciofeca dell’anno:
Non ho sentito dischi DI MERDA quest’anno: solo piattume e mediocrità.

Concerto dell’anno:
Emperor, Death to All e Black Sabbath all’Hellfest; poi Folkstone, Edguy e Aborted.

Gruppo di supporto dell’anno:
Unisonic.

Saluta il 2014 con un video: Livorno sogna.

18 commenti leave one →
  1. Snaghi permalink
    22 dicembre 2014 17:26

    annata piattina eh… se non fossero usciti behemoth (capolavoro) e alestorm (fuoriclasse) sarebbe stata annata merda probabilmente. gli steel panther non son piaciuti a nessuno? cioè, gloryhole

    Mi piace

    • 22 dicembre 2014 17:48

      “Glory Hole” è stata la canzone da doccia del 2014 e il dischetto è carino ma, personalmente, non avendo chissà quali capolavori da mettere in playlist, ho preferito dare spazio a qualche gruppo underground che meritava piuttosto che a un divertissement parodistico che sarà simpatico quanto volete ma lascia un po’ il tempo che trova.

      Mi piace

      • Tonino permalink
        29 dicembre 2014 16:45

        mio darwin ma nella foto *cosa* avevi bevuto

        Mi piace

      • 29 dicembre 2014 17:14

        Nulla, stavo schiacciando un pisolino dopo una dura giornata di lavoro. Del resto, come ti potranno confermare gli altri metal skunker, sono notoriamente astemio e dedito ai soli piaceri dello spirito.

        Mi piace

  2. alecs permalink
    23 dicembre 2014 09:25

    Per ma mancano alcuni dischi bellissimi: Swans, Godflesh, Yob, Pallbearer…

    Mi piace

    • 23 dicembre 2014 09:34

      Personalmente ammetto con un po’ di vergogna di aver ascoltato solo i Godflesh (che però non mi hanno lasciato troppo) degli album che citi (e che saranno recensiti presto in un recuperone festivo a cura di Enrico).

      Mi piace

      • alecs permalink
        23 dicembre 2014 09:58

        Pallbearer in particolare spacca; delusione per me invece gli At The Gates

        Mi piace

  3. Pesso permalink
    23 dicembre 2014 09:53

    Ma l’ultimo Elvenking a fatto così schifo a tutti?

    Mi piace

  4. sergente kabukiman permalink
    23 dicembre 2014 11:38

    tom warrior ha fatto il colpaccio! gli exodus invece so stati una sola clamorosa, cioè davvero la gente si è esaltata così tanto per un disco così piatto e banale? pallbearer e yob fuoriclasse assoluti, visti dal vivo e sono stati una cosa impressionante

    Mi piace

    • alecs permalink
      23 dicembre 2014 12:17

      Anch’io ho visto Yob e Pallbearer, immensi, sia per impatto sia per atmosfera

      Mi piace

  5. Bibolo78 permalink
    24 dicembre 2014 10:40

    Grande Stefano Greco con Metibla “Crimson Within” !!

    Mi piace

Trackbacks

  1. Il podio dell’odio: i dischi del 2014 secondo Metal Skunk | Metal Skunk
  2. CENTINEX – Redeeming Filth (Agonia) | Metal Skunk
  3. Frattaglie in saldo #24: the great re-capitulation | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: