Tag Archives: dischi di merda

BLIND GUARDIAN TWILIGHT ORCHESTRA – Legacy of the Dark Lands

Ascolto insistentemente questo disco da quando è uscito, almeno due volte al giorno. E soffro come un cane. Non letteralmente come un cane, ovvio, perché il mio cane ad esempio soffre solo quando lo spazzoliamo e il pettine incontra quei fastidiosi nodi talmente elaborati che sembra che di notte arrivi il folletto degli Yorkshire che si diverte a fare nodi

Continua a leggere

Avere vent’anni: MEGADETH – Risk

Generalmente si dice che Cryptic Writings sia l’ultimo album dignitoso dei Megadeth, seguito da una eclissi durata alcuni anni ed interrottasi più o meno con The System Has Failed, Chris Poland, e tutte quelle cose lì. È una bugia, una puttanata, ma anche la versione dei fatti più socialmente accettata che circola esattamente da quegli anni. La realtà è che Cryptic Writings

Continua a leggere

The Burning Red: Robb Flynn scoperchia il doppio fondo dello schifo

Robb Flynn quando era un ragazzetto non era affatto male. A diciotto anni entra nei Forbidden Evil, con cui incide dei demo (Uno, due? Non mi ricordo). Il gruppo dopo un paio d’anni cambia nome in Forbidden ed incide il granitico Forbidden Evil (si torna sempre lì), ma questa è un’altra storia, perché Robb non c’è più: nel frattempo si

Continua a leggere

YNGWIE MALMSTEEN – Blue Lightning

Nel lontano 1996 l’allora pingue Malmsteen pubblicò un album dal titolo Inspiration, molto gradevole, in cui riproponeva classici di altre formazioni, soprattutto Deep Purple ma anche Scorpions, Hendrix, Rainbow, Kansas, Rush e U.K., con dietro il mixer il vecchio Chris Tsangarides (anche se poi, come in ogni album di Yngwie, dai crediti sul cd alla produzione risulta pure lui, anche

Continua a leggere
« Vecchi articoli