Vai al contenuto

Il calendario del male: la Pianura Pagana #3

3 novembre 2019

Opeth @Alcatraz, Milano, 9 novembre 2019

Personalmente, ancora non mi è mai capitato di vedere gli Opeth dal vivo e quindi non mi perderò quest’occasione all’Alcatraz. Mi sono sempre piaciuti, ma non sono mai stato tra i fan accaniti della prima ora, e quindi non avevo neanche motivo di essere tra gli hater della seconda. Semplicemente ho sempre considerato Heritage alla stregua di un album di cover (a quel punto meglio Garage Inc., che almeno metteva le cose in chiaro da subito e non si camuffava da svolta musicale epocale). E consiglio a tutti di esserci, anche a quelli che si sono sentiti traditi dagli svedesi, che forse troveranno una buona occasione per dargli una seconda chance; perché, diciamocelo, alla fine In cauda venenum non è neanche poi così male.

Moonspell & Rotting Christ @Magazzini generali, Milano, 10 novembre 2019

A distanza di un solo giorno, un altro evento imperdibile: Moonspell e Rotting Christ che co-dirigono una data epica. Sapete benissimo che i greci sono uno dei feticci più importanti di Metal Skunk (e che comunque anche i portoghesi non sono da meno). Sarà l’occasione di vedere insieme dal vivo due dei più grandi gruppi della scena metal mediterranea: presenza obbligatoria.

Mayhem @Magazzini Generali, Milano, 12 novembre 2019

Appena due giorni dopo tocca ai Mayhem, che portano in giro il loro nuovo disco Daemon, che è appena uscito e sul quale in redazione non abbiamo ancora un giudizio definito. In attesa della recensione, potete leggervi la disanima dedicata da Roberto alla prima anticipazione dell’album. Il giorno immediatamente successivo, tocca al tour di Immolation e Ragnarok, per il quale vi rimandiamo al calendario romano. Anche in questo caso la sede sono i Magazzini Generali.

Profanatica @Centrale Rock Club, Erba, 13 novembre 2019

Se dopo una simile doppietta siete ancora vivi, appuntamento a Erba con un’autentica leggenda del metal estremo, i blasfemi Profanatica, che si sono da poco rifatti vivo con il delicatissimo Rotten Incarnation of God. Se non sapete chi sono (vergogna!) vi rimandiamo a un nostro frizzante speciale di qualche annetto fa. Li accompagnano i Demonomancy, che abbiamo visto di recente di spalla ai Grave Miasma.

Claudio Simonetti’s Goblin @Legend Club, Milano, 15 novembre 2019

A proposito di prog rock e di feticci, immagino che se Mikael Åkerfeldt sapesse chi suonerà dopo il suo gruppo, a meno di una settimana di distanza, nella stessa città, probabilmente farebbe rimanderebbe molte date del suo tour per assistervi. Ricordo ancora la canzone Goblin su Pale Communion, omaggio per niente velato ai maestri italiani. Non essendoci stato purtroppo la memoria ha qualche falla, ma ricordo che tempo fa (o a Roma o a Milano) i Goblin of Fire organizzarono un evento dove suonavano dal vivo la colonna sonora di Profondo rosso durante la proiezione del film. Questo concerto non sarà ugualmente evocativo, ma non vedo perché non dobbiate venire.

Godspeed You! Black Emperor @Magazzini generali, Milano, 18 novembre 2019

Questo novembre 2019 è un mese ricco per Milano, visto che si fermeranno anche i maestri del post-rock Godspeed You! Black Emperor. Il ventennale di F♯A♯∞ è passato da poco e i concerti di questo genere sono speciali ed evocativi per loro natura. Soprattutto se vi siete persi i Pelican questo ottobre (come me d’altronde), dovete assolutamente farvi perdonare dagli dei della musica e presenziare. 

Segnaliamo inoltre ai seguaci del thrash la tappa dei Sacred Reich al Legend il 19 novembre e quella dei M.O.D. del buon vecchio Billy Milano allo Slaughter di Paderno Dugnano il 29 novembre. 

Sonata Arctica @Live Music Club, Trezzo sull’Adda, 30 novembre 2019

Non sono di certo un fan del power metal come i nostri Bargone e Carrozzi, ma la verità è che i Sonata Arctica, quando iniziai ad ascoltare metal, erano forse il gruppo più ascoltato dai neofiti e dai giovanissimi del genere. Ricoprivano probabilmente un ruolo che adesso, dopo un po’ di album insignificanti (per essere gentili), gli è stato soffiato dagli Eluveitie. Ovvero era molto difficile che in un gruppo di amici metallari non ci fosse qualcuno con una maglietta con qualche cazzo di lupo, della neve, qualche albero e il nome della band finlandese. Io ci rimango comunque molto affezzionato, perché (ovviamente) i Sonata Arctica furono il primo gruppo che vidi live nella mia vita, e i primi tre/quattro album sono invecchiati sorprendentemente bene. Siccome ci tengo a farmi del male e a rimanere pesantemente deluso almeno una volta a settimana come stile di vita, sarò là, a Trezzo sull’Adda a cantare Tallulah a squarciagola.

 

One Comment leave one →
  1. 4 novembre 2019 07:58

    Per i Goblin confermo: li ho visti dal vivo al magnolia qualche annetto fa rifare profondo rosso con la proiezione integrale del film, suonando poi in successione anche una serie di successi (Zombi, Suspiria etc…) veramente una gran cosa.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: