Vai al contenuto

Skunk Jukebox: dalla Svezia con amore

22 Mag 2013

IngridBergman

Dalla terra di Strindberg e Ikea, soprattutto nei centri più remoti, continuano a spuntare come amanite falloidi cricche di nostalgici incazzati dediti a rievocare i bei tempi dei Carnage a colpi di death metal primigenio inconfondibilmente svedese, grezzo e reazionario. E, trattandosi di svedesi, è raro che il risultato sia disprezzabile. Da aggiungere all’album di famiglia ci sono anche i MORDBRAND, trio formato dall’ex cantante dei God Macabre, Per Boder, e due tizi provenienti dai misconosciuti thrasher The Law. Finora hanno pubblicato un paio di split e tre ep, dall’ultimo dei quali, Unmake, vi beccate questa Spew Forth Anti-Life:

Dopo la sofferta uscita dagli In Flames, dovuta – che io sappia – a casini con la bottiglia, si rifà vivo Jesper Strömblad, e questa è già una notizia. E se vi dicessi che nel suo nuovo gruppo troviamo ricostruita la coppia d’asce magica di The Jester Race e Whoracle? Già, all’altra chitarra c’è nientemeno che Glenn Ljungström, compagno d’avventura di Strömblad anche nei primi Hammerfall e nei Dimension Zero. Ed è proprio dai Dimension Zero che sembrano ripartire i THE RESISTANCE. Suono di Göteborg purissimo e incontaminato. Alla voce l’ex The Haunted Marco Aro, non un pisquano qualsiasi. Ci ascoltiamo The Serpent King, un assaggio dall’imminente Scars, che, a questo punto, attendiamo con molta curiosità (un altro pezzo, Clearing The Slate, lo potete reperire qui):

C’è poco da fare, non importa quante migliaia di band clone riscaldino la stessa zuppa, quando questa roba la suona chi l’ha inventata è sempre tutto un altro discorso. Già che ci sono, vi segnalo che i CARNAL FORGE si sono riuniti (non che ne avvertissi il bisogno) e stanno lavorando a un nuovo disco. Sul grande tubo qualche ripresa delle registrazioni.

Torniamo sui binari dell’old school pestona con una nostra vecchia conoscenza, i PUTERAEON, che qualche mese fa hanno fatto uscire un nuovo video ufficiale per The Azathot Cycle, dal recente Cult Cthulhu, che non mi ha preso come il precedente The Esoteric Order ma ne conserva gli umori doom tombali e merita comunque un’ascoltatina. Non è niente di che, si vedono loro che suonano. Però sono graditi a Cthulhu, quindi bisogna parlarne a ogni occasione in modo da compiacere i Grandi Antichi negli eoni degli eoni fhtagn:

Agli appassionati di Vecchia Stoccolma Etichetta Nera consigliamo inoltre Dermal Harvest, interessantissimo debutto degli SKINEATER. Alla voce il carneade Jörgen Ström, accanto a lui vecchie lenze come l’ex Dark Funeral Matte Modin e, attenzione, Steve Steel, bassista degli Steel Attack. Il video di Dismantling ve lo linko qui che sennò la pagina diventa troppo pesante e si sa mai la connessione faccia le bizze.

Dato che ci dobbiamo tenere buono anche il Demonio, spariamoci Demoness With Seven Names, prima anticipazione da Black Testament, ritorno sulle scene degli SVARTSYN. Il brano non mi ha colpito particolarmente, ma li avevo persi di vista da secoli e non sono esattamente il mio genere, perciò vi invito a rivolgervi per un parere più illuminante a Matteo Ferri, accanito sostenitore della teoria metafisica secondo la quale il black metal non è cosa degli svedesi:

Vi congedo con il video di Wise As A Serpent, dal recentissimo Earth Blues, ottavo full degli SPIRITUAL BEGGARS e secondo con Apostolos Papathanasiou dei Firewind dietro il microfono. Debbo confessarvi che la band di Michael Amott non mi ha mai entusiasmato, nemmeno ai tempi di Ad Astra. Ma è mera questione di gusti, a me lo stoner piace più rozzo. Fate i bravi e non accettate cozze crude dagli sconosciuti:

10 commenti leave one →
  1. Snaghi permalink
    22 Mag 2013 12:12

    ci voleva il ritorno di jesper

    "Mi piace"

  2. 22 Mag 2013 13:23

    E parlando di Cthulhu e death svedese… http://www.goominet.com/unspeakable-vault/vault/9/

    "Mi piace"

  3. sergente kabukiman permalink
    22 Mag 2013 14:54

    i the law non era il vecchio gruppo del secondo chitarrista dei vomitory(quello entrato con terrorize brutalize)?se si allora fanno un thrash senza infamia e senza lode, dei carnal forge ricordo un’intervista su ms fatta da bargone in cui l’inervistato avrà detto 23 parole in tutto e il nuovo cantante degli spiritual beggars mi sta proprio sul cazzo.bella pe tutti

    "Mi piace"

  4. fredrik permalink
    22 Mag 2013 20:50

    Tutto quello che fa Jesper è buono e giusto.
    anche se è un po’ tamarro, va bene lo stesso.

    "Mi piace"

Trackbacks

  1. CARCASS – Surgical Steel | Metal Skunk
  2. Avevamo dato i THE HAUNTED per morti. Ci eravamo sbagliati | Metal Skunk
  3. Radio Feccia #10 | Metal Skunk
  4. Tornare al terzo anno di università con i THE RESISTANCE | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: