Tag Archives: In Flames

Clayman, o di quando gli IN FLAMES presero la strada per il metalcore

Il famigerato Anno Domini 2000, quello che segna l’inizio di un periodo un po’ di merda per il metal, segnò anche il destino degli In Flames, che passarono da rivelazione del death melodico svedese a, boh?, qualcosa da cui secondo me il metalcore statunitense ha preso molto. O forse viceversa? Di fatto in Clayman Anders Fridén ancora non innestava le

Continua a leggere

Avere vent’anni: IN FLAMES – Clayman

Recentemente ha fatto molto clamore la notizia che gli In Flames risuoneranno alcuni pezzi del presente Clayman a vent’anni esatti di distanza. Operazioni del genere, purtroppo, sono sempre più frequenti e in certi casi la questione tende pericolosamente a sfiorare la blasfemia: ricordo, tra i primi esempi che mi vengono in mente, l’abominevole Still Hungry dei Twisted Sister e il

Continua a leggere

Avere vent’anni: IN FLAMES – Colony

Gabriele Traversa: Colony è un disco bellissimo. Malinconico, intenso, arrabbiato. Ogni singola traccia è un orgasmo: l’adrenalinica Embody the Invisible, la poppeggiante Ordinary Story, la potente Scorn e via discorrendo. Dopo quest’album i giovanotti più cool di Goteborg non saranno più gli stessi, è vero, ma Colony era e resta un disco riuscitissimo. Quelli che affermano il contrario sono gli

Continua a leggere

Dialoghi platonici: in vacanza a Tenerife con In Flames e Children of Bodom

Trainspotting: Messicano, ieri sera ho scoperto il tuo nuovo gruppo preferito. [LINK] Il Messicano: Non posso sentire ora, lo farò più tardi in pausa, ma già immagino… Trainspotting: È un gruppo di Como partito come coverband degli Helloween e che ora prende solo il lato più cartoonesco e fumettoso dei Keeper, lo estremizza al massimo e costruisce tutti i pezzi

Continua a leggere

Apoteosi del Gothenburg unsound: IN FLAMES – I, The Mask

Mi dispiace vedere due come Anders Friden e Bjorn Gelotte perennemente sulla difensiva. Ripetono a oltranza che divideranno i fan ad ogni nuova uscita, e che non pubblicheranno mai più un The Jester Race. Forse si tratta del più grosso fraintendimento possibile e immaginabile, perché siamo sicuri che – ad oggi – qualcuno glielo stia davvero chiedendo? Personalmente mi augurerei

Continua a leggere
« Vecchi articoli