Skip to content

L’ex chitarrista degli Obituary cucina la metanfetamina e dopo chiama la polizia

8 maggio 2013

Finora Allen West era quello antipatico degli Obituary, d’ora in poi sarà quello coglione degli Obituary. La vita sul lago Panasoffkee in Florida scorreva tranquilla e ordinaria, quando a un certo punto alla centrale di polizia arriva la telefonata di Allen West, tutto agitato perché due neri gli avrebbero sfondato a calci la porta di casa, costringendolo a scappare nel bosco per nascondersi. Già l’incipit, considerati pure i protagonisti, sarebbe degno di un film di Guy Ritchie. Insomma la polizia, che senza quella telefonata non si sarebbe mai interessata ad Allen West se non per scapocciare durante Redefine, è dunque andata a casa sua per chiarire la situazione. A quel punto West non solo gli ha chiesto di accomodarsi, ma ha anche richiesto esplicitamente che gli perquisissero la casa! Gli sbirri hanno quindi sentito uno strano odore acido provenire dalla camera da letto: lì dentro hanno trovato un piccolo laboratorio chimico per preparare la metanfetamina, insieme a flaconi di nitrato d’ammonio, idrossido di sodio, un acido corrosivo e altre varie cosette utili allo scopo.

Dato che Allen West è un meth-head, un tossico di metanfetamina, e dunque uno che non ci sta per niente bene col cervello, prima ha cercato di giustificarsi dicendo che quell’attrezzatura l’avevano portata i due neri dopo avergli sfondato la porta, poi ha ammesso di averla usata lui. Al momento il nostro eroe è rinchiuso nella prigione di Bushnell, in Florida, dove si è presentato con questa faccia: 

allen_west_obituary_mug_shot

Questa disavventura degna di un personaggio sfigato di Breaking Bad non è la prima per West, che già in passato aveva potuto provare le gioie delle docce in galera per aver guidato in stato di ebbrezza per tre volte in un anno; peraltro poco fa ci si chiedeva quale cazzata avesse fatto già nel 1990, quando fu cacciato dagli Obituary dopo solo un album, nonostante componesse lui buona parte della musica. Anche nei Six Feet Under fu sbattuto fuori dopo un solo disco. Gli Obituary poi lo ripresero con loro, ma il soggetto non dev’essere per niente semplice visto che sono stati costretti a mandarlo via di nuovo. Comunque, se volete far uscire il povero Allen West dal carcere della Contea di Sumter, potete versare 40.000 dollari di cauzione allo sceriffo della città. Questo è l’articolo sul giornale locale. E che il Dio vendicativo dell’Antico Testamento salvi gli Stati Confederati d’ America. (barg)

24 commenti leave one →
  1. Helldorado permalink
    8 maggio 2013 18:51

    Da quando ha perso i capelli ha perso anche la ragione? :D

    Mi piace

  2. fredrik permalink
    8 maggio 2013 18:59

    in ogni caso stima assoluta, sempre meglio di quel coglione baciapile degli as i lay dying che voleva seccare la moglie.

    Mi piace

  3. 8 maggio 2013 20:12

    Balèngu.

    Mi piace

  4. MorphineChild permalink
    8 maggio 2013 20:19

    come diceva Rupert Sciamenna… Ma questo è un coglione!

    Mi piace

  5. sergente kabukiman permalink
    8 maggio 2013 22:06

    idolo!!

    Mi piace

  6. Nervi permalink
    9 maggio 2013 00:10

    Da quando è vietato giocare al piccolo chimico nella propria stanzetta? Non capirò mai le leggi dei mammiferi non-metallari.

    Mi piace

    • 9 maggio 2013 13:15

      ma infatti, secondo me si era ispirato a Lovecraft e tentava di rifare il caso di Charles Dexter-Ward…

      Mi piace

      • sergente kabukiman permalink
        9 maggio 2013 19:10

        che cazzo di racconto..durante la lettura sembrava non finire mai ma dopo 5 secondi dalla fine mi sembrava d’essere uscito da un girone infernale. anche lui idolo assoluto

        Mi piace

  7. 9 maggio 2013 09:42

    Dai che a luglio ricomincia Breaking Bad!

    Mi piace

  8. dommi permalink
    9 maggio 2013 10:36

    io lo t5rovo un grande se ne fottuto di tutto e s’è goduto fino alla fine il viaggio della cristal meth!!! ashshahhasah peccato che appena sara’ del tutto lucido si trovera’ in cella!!

    Mi piace

  9. Sancarlo permalink
    9 maggio 2013 22:42

    al-len! al-len! al-len! al-len! al-len! al-len!…

    Mi piace

  10. Jeff Scott Scroto permalink
    11 maggio 2013 22:35

    visto al gods di qualche anno fa, sto tizio si presentò con un’improbabile canottiera rossa che poi tolse in maniera plateale alla fine del concerto suscitando il clamore dei convenuti. Davvero epico.

    Mi piace

  11. sergente kabukiman permalink
    12 maggio 2013 14:09

    ma sbaglio o metal skunk ha i commentatori coi nomi più stupendi della storia dei blog?

    Mi piace

Trackbacks

  1. AUTOPSY – The Headless Ritual (Peaceville) | Metal Skunk
  2. Cornamuse, pirati e alcolismo: FOSCH FEST @Bagnatica (BG), 13/14.07.2013 | Metal Skunk
  3. PYREXIA – Feast Of Iniquity (Unique Leader) | Metal Skunk
  4. Skunk Jukebox: a little south in your mouth | Metal Skunk
  5. Tim Lambesis si dichiara colpevole. Gli avvocati: è colpa degli steroidi | Metal Skunk
  6. Intervista agli OBITUARY | Metal Skunk
  7. Il nuovo pezzo degli EXODUS non convince proprio tantissimo | Metal Skunk
  8. I lead a life of crime: Phil Rudd degli AC/DC accusato di aver assoldato un sicario | Metal Skunk
  9. Avere vent’anni: MONSTROSITY – Millennium | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: