Tag Archives: Cruachan

Avere vent’anni: giugno 2000

NOVEMBRE – Classica Edoardo Giardina: Classica è il primo album veramente compiuto dei Novembre. Se da una parte Wish I Could Dream It Again…, pur nella sua originalità, rimaneva adolescenziale e umorale, dall’altra Arte Novecento, nonostante fosse già più velleitario e intellettuale, mostrava comunque il fianco a qualche debolezza, come la povera prova di Carmelo Orlando al microfono e un’immensa

Continua a leggere

Avere vent’anni: aprile 1995

MOONSPELL – Wolfheart Ciccio Russo: Quello che ha significato Wolfheart forse lo si comprende veramente a distanza di vent’anni, a prescindere da tutti i legami emotivi, dall’aver mentalmente dedicato An Erotic Alchemy alla prima ragazza che ti aveva consentito di toccarle le tette e così via. I Moonspell erano riusciti a rileggere da una prospettiva mediterranea suoni che erano nati nel

Continua a leggere

Musica di un certo livello #20: PRIMORDIAL, CRUACHAN, FEN, ARSTIDIR LIFSINS

Quando esce un nuovo disco dei PRIMORDIAL e mi propongo di recensirlo, mi prende sempre una certa pesantezza d’animo. Innanzitutto, non riuscendo in nessun modo a memorizzare le uscite precedenti, ogni volta mi tocca andare a riascoltare tutto il pregresso, attività assai spossante che conduce all’inevitabile desistenza. Sarà un problema di personale affinità, sarà che gli irlandesi sono afflitti da una intrinseca incapacità di sintesi.

Continua a leggere

Cornamuse, pirati e alcolismo: FOSCH FEST @Bagnatica (BG), 13/14.07.2013

Io e Ciccio abbiamo deciso di andare al Fosch Fest perché era una specie di Wolfszeit in piccolo, con gli stessi headliner, grossomodo lo stesso genere musicale, la stessa ambientazione agreste, però senza i lupi. Inoltre ci sono gli Alestorm, che ce li vediamo per la terza volta in undici mesi diventando così ufficialmente i più grandi fan degli Alestorm

Continua a leggere
« Vecchi articoli