Skip to content

MASTODON – The Hunter: my 2 cents

7 novembre 2011

Alla fine nessuno ha avuto voglia di sobbarcarsi la recensione di The Hunter. Io avevo iniziato pure a scriverla ma stava venendo fuori un pezzo troppo lungo e noioso. I Mastodon sono la metal band più importante degli ultimi dieci anni, importante quanto lo erano stati i Pantera nella decade precedente. Un successo di pubblico enorme, un’influenza sulla scena incalcolabile e un paio di dischi della madonna a inizio carriera. Insomma, ci sarebbe stato da fare tutto un discorso complesso e profondo.

E’ un’opinione popolare più o meno quanto le teorie negazioniste al circolo degli scacchi di Tel Aviv ma a me The Hunter è piaciuto, e manco poco. Un sacco di fan sono rimasti sotto shock. Il salto stilistico è stato enorme, quanto quello spiccato, a loro tempo, dai Metallica con il black album. Il punto, però, è che gli indignados della situazione sono stati quelli che erano usciti pazzi per la deriva prog sbrodolona di Blood Mountain e Crack The Skye, non coloro che, come il sottoscritto, dopo Leviathan si erano messi l’animo in pace. Non che io ritenga Blood Mountain un brutto disco ma non è decisamente la mia tazza di tè. Quindi, essendo usciti dal mio orizzonte da un pezzo, li preferisco ora che declinano la loro vena settantiana in chiave pressoché stoner rispetto a quando infilavano ventisette riff al minuto. Dopo Crack The Skye uno si sarebbe aspettato una deriva onanista e autocompiaciuta che li avrebbe resi definitivamente un feticcio per indiboi. E invece no, ti fanno un disco rock. Psichedelico, strafattone, a suo modo complesso, d’impatto e volutamente commerciale. Potevano finire peggio, però, non credete? Come gli Ulver, tipo.

Mo’ se ne sono andati pure al David Letterman Show a suonare Curl Of The Burl, il loro singolone piacione para-grunge, come dei Pearl Jam qualsiasi. L’ospite in studio dell puntata era George Clooney, per dire. Alla considerazione degli hipster hanno scelto i riflettori, i soldi e la gnocca. Date loro torto.  (Ciccio Russo)

20 commenti leave one →
  1. 7 novembre 2011 16:26

    Inizialmente mi ha fatto cagare, poi l’ho cominciato ad adorare. Il punto è che a me Crack The Skye fa schifo, ma amo Blood Mountain, seppure non al livello di Leviathan. Quanto cristo è bella Curl of the burl.

    Mi piace

  2. lafessadesoreta@soreta.com permalink
    8 novembre 2011 20:42

    Quella Flying v è un chitarrone della madonna.

    Mi piace

  3. 9 novembre 2011 19:01

    Che band inutile.

    Mi piace

  4. 27 novembre 2011 22:15

    Inutile è chi dice che i Mastodon sono inutili. Possono non piacere, così come a me non piacciono gli Opeth, ma non mi sognerei di dire che sono inutili. Venendo a The Hunter, è un disco che rimarrà nella storia, punto e basta. Non venderà 20 milioni di dischi come il Black Album, ma solo perché quei tempi sono finiti. Però l’impatto che avrà sulla carriera dei Mastodon e sulla loro consacrazione come musicisti assoluti sarà lo stesso.

    Mi piace

  5. 1 dicembre 2011 15:45

    Ulver rulez, dai su.
    De gustibun non dispuntandum blablabla, ma a te piace proprio solo il metallo e roba molto simile a esso, o almeno così sembra.
    Ti piacciono i Popol Vuh?

    Mi piace

    • 1 dicembre 2011 16:04

      Nè i Popol Vuh, né gli ultimi Ulver ma non perché mi piaccia solo il metallo, tutt’altro: de gustibus dom sathanas.

      Mi piace

Trackbacks

  1. L’ultima playlist prima dell’apocalisse « Metal Skunk
  2. Skunk Jukebox: the all star edition « Metal Skunk
  3. Nuovo singolo dei Gojira (lettera aperta agli amici indiboi) « Metal Skunk
  4. Tutti al mare con i BARONESS « Metal Skunk
  5. BARONESS – Yellow & Green (Relapse) « Metal Skunk
  6. In fondo alla palude: intervista ai Black Tusk « Metal Skunk
  7. Sonisphere 2013: IRON MAIDEN // MEGADETH // MASTODON @Fiera Milano | Metal Skunk
  8. INTER ARMA – Sky Burial (Relapse) | Metal Skunk
  9. La pancia e gli occhiali spessi: notizie del nuovo RED FANG | Metal Skunk
  10. Il colore venuto dallo spazio: intervista ai BARONESS | Metal Skunk
  11. Music to light your joints to #8 | Metal Skunk
  12. Skunk Jukebox: fester in Easter | Metal Skunk
  13. MASTODON – Once More ‘Round the Sun (Reprise) | Metal Skunk
  14. Dei MASTODON non si butta niente: Cold Dark Place | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: