MASTODON – The Hunter: my 2 cents

Alla fine nessuno ha avuto voglia di sobbarcarsi la recensione di The Hunter. Io avevo iniziato pure a scriverla ma stava venendo fuori un pezzo troppo lungo e noioso. I Mastodon sono la metal band più importante degli ultimi dieci anni, importante quanto lo erano stati i Pantera nella decade precedente. Un successo di pubblico enorme, un’influenza sulla scena incalcolabile e un paio di dischi della madonna a inizio carriera. Insomma, ci sarebbe stato da fare tutto un discorso complesso e profondo.

E’ un’opinione popolare più o meno quanto le teorie negazioniste al circolo degli scacchi di Tel Aviv ma a me The Hunter è piaciuto, e manco poco. Un sacco di fan sono rimasti sotto shock. Il salto stilistico è stato enorme, quanto quello spiccato, a loro tempo, dai Metallica con il black album. Il punto, però, è che gli indignados della situazione sono stati quelli che erano usciti pazzi per la deriva prog sbrodolona di Blood Mountain e Crack The Skye, non coloro che, come il sottoscritto, dopo Leviathan si erano messi l’animo in pace. Non che io ritenga Blood Mountain un brutto disco ma non è decisamente la mia tazza di tè. Quindi, essendo usciti dal mio orizzonte da un pezzo, li preferisco ora che declinano la loro vena settantiana in chiave pressoché stoner rispetto a quando infilavano ventisette riff al minuto. Dopo Crack The Skye uno si sarebbe aspettato una deriva onanista e autocompiaciuta che li avrebbe resi definitivamente un feticcio per indiboi. E invece no, ti fanno un disco rock. Psichedelico, strafattone, a suo modo complesso, d’impatto e volutamente commerciale. Potevano finire peggio, però, non credete? Come gli Ulver, tipo.

Mo’ se ne sono andati pure al David Letterman Show a suonare Curl Of The Burl, il loro singolone piacione para-grunge, come dei Pearl Jam qualsiasi. L’ospite in studio dell puntata era George Clooney, per dire. Alla considerazione degli hipster hanno scelto i riflettori, i soldi e la gnocca. Date loro torto.  (Ciccio Russo)

20 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...