Avere vent’anni: EMPEROR – Emperial Live Ceremony

Non sono mai stato esattamente un cultore dei live album, soprattutto in un genere come il black metal che, per quanto mi riguarda, ne è sempre stato musicalmente e concettualmente l’antitesi, tanto che ai tempi d’oro (quando il black metal era una cosa seria) erano molti i gruppi che non volevano proprio saperne di calcare i palchi. Certo c’è stato il Live in Leipzig, anche se per certi aspetti ho sempre considerato quel disco un qualcosa di oltre un semplice live album, più che altro l’inizio (o la fine?) di un’era. Poi col tempo le cose sono inevitabilmente cambiate, il genere è esploso e sempre più gruppi black hanno cominciato ad esibirsi e pubblicare addirittura dei veri e propri live album, con risultati per quanto mi riguarda sempre piuttosto scadenti.  

Ovviamente c’è sempre l’eccezione che conferma la regola, che in questo caso è proprio questo Emperial Live Ceremony, registrato dall’Imperatore a Londra il 14 maggio 1999 durante il tour di supporto al controverso IX Equilibrium. Che fosse un periodo un po’ particolare per gli Emperor è cosa risaputa; nubi minacciose si stagliavano sul futuro delle band, con Ihsahn e Samoth che cominciavano a maturare idee divergenti sulla direzione musicale da intraprendere: il primo che proponeva un indirizzo più progressivo e sperimentale, il secondo che voleva continuare a spingere verso il death metal proprio come avevano cominciato a fare con IX Equilibrium. La cosa va a finire che dopo Prometheus, pubblicato a nome Emperor ma a tutti gli effetti il primo disco solista di Ihsahn, la band si scioglie. Samoth si porta dietro Trym e, assoldato Sechtdamon dei sottovalutatissimi Odium (che ironia della sorte si ritroverà a suonare il basso negli show di reunion), va a fondare i mai troppo compresi Zyklon.

Tornando ad Emperial Live Ceremony, trattasi dell’ennesima conferma che gli Emperor, oltre ad essere una delle più grandi black metal band del pianeta, erano anche degli eccezionali strumentisti. Tra l’altro è abbastanza curioso notare come i brani vengano leggermente velocizzati rispetto alle versioni in studio, col fenomenale Trym autore di una prova pazzesca (sentitelo nell’assolo iniziale di Night of The Graveless Souls), mentre Samoth e Ihsahn (quest’ultimo in versione crapa rasata, come voleva la moda dell’epoca) macinano riff su riff ad una velocità impressionante. La scaletta presenta ovviamente ben tre estratti da IX Equilibrium, con menzione particolare per il capolavoro An Elegy of Icaros, mentre il resto viene ugualmente suddiviso tra Nightside ed Anthems, con una versione di With Strength I Burn assolutamente da pelle d’oca. Da non sottovalutare neanche l’apporto di Charmand Grimloch (Tartaros) alle tastiere e la fugace presenza di Tyr (Borknagar) al basso, di sicuro le migliori backing vocals che gli Emperor abbiano mai avuto.

Se proprio vogliamo trovare qualche difetto, la durata è scarsa ed al suono è stata chiaramente data un’evidente ripassata in studio (in particolare la registrazione della batteria è pazzesca), ma per il resto ci troviamo davanti all’ultima grande testimonianza degli Emperor novantiani, prima dell’ibernazione e della successiva reunion. (Michele Romani)

2 commenti

  • Pelle d’oca.

    Piace a 1 persona

  • Mi fece esplodere il cervello ‘sto disco.
    Due ricordi brevi collegati:
    -Approntai una lettera (mai spedita) per la shock mail in cui tra le altre figurava la domanda: “Come si fa a capire che un disco dal vivo è stato modificato in studio? Quanto è risuonato Emperial Live Ceremony secondo te? E Live 101% proof dei Pantera?
    -Stavo per regalarlo ad una che mi piaceva. Una cotta allucinante. Il caso volle che quel giorno di vedermi non ne voleva sapere, ed il cd tornò nello scaffale, al sicuro. Che culo (il suo sicuramente, ma anche io ebbi fortuna).

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...