Monthly Archives: maggio 2020

Avere vent’anni: maggio 2000

INCANTATION – The Infernal Storm Luca Bonetta: Il quinto album degli Incantation (quarto, se si considera che Upon the Throne of Apocalypse è sostanzialmente lo stesso Mortal Throne Of Nazarene con tracklist invertita) è l’album della definitiva maturazione della band capitanata da John McEntee (che il Demonio l’abbia in gloria). Non fraintendiamoci; amo i dischi precedenti, soprattutto il debutto Onward

Continua a leggere

Avere vent’anni: BLAZE – Silicon Messiah

Il debutto da solista di Blaze Bayley arrivò ironicamente proprio nel mese d’uscita di Brave New World, quest’ultimo aspettato ed accolto con un entusiasmo tale da rendere dolorosamente evidente la malsopportazione delle legioni maideniane nei confronti del pelosissimo cantante di Birmingham. Non da parte nostra, come abbiamo già avuto modo di specificare; ma la situazione era questa. Di contro, anche

Continua a leggere

Vi piace Brave New World? Prendetevi a schiaffi

Quando uscì Brave New World la stragrande maggioranza del pubblico lo considerò un capolavoro, e se non proprio un capolavoro tout-court allora un eccellente disco che segna la rinascita di una grandissima banda e blablabla. Ora, io ci ho provato a farmelo piacere (per quanto possa provare a farmi piacere qualcosa mio malgrado comunque), cosa che di certo non faccio

Continua a leggere

Avere vent’anni: IRON MAIDEN – Brave New World

Tutto ciò che bisogna fare per capire perché così tanta gente continua ad avere nel cuore Brave New World è contestualizzare quest’ultimo nel periodo della sua uscita. Cercherò di essere breve, perché alla fine la storia la conoscete tutti, ma è impossibile non partire dall’inizio. I Maiden hanno avuto Blaze Bayley alla voce per grossomodo quattro anni, cioè da The

Continua a leggere
« Vecchi articoli