Vi piace Brave New World? Prendetevi a schiaffi

Quando uscì Brave New World la stragrande maggioranza del pubblico lo considerò un capolavoro, e se non proprio un capolavoro tout-court allora un eccellente disco che segna la rinascita di una grandissima banda e blablabla. Ora, io ci ho provato a farmelo piacere (per quanto possa provare a farmi piacere qualcosa mio malgrado comunque), cosa che di certo non faccio mai, o almeno non in maniera cosciente e deliberata. Ci ho provato molto. D’altra parte gli Iron Maiden sono gli Iron Maiden, per me personalmente imprescindibili fino ad un certo punto e, evidentemente, imprescindibili e basta per un botto di altra gente. E quindi ripeto ci ho provato, però no, niente, fa cacare. Non fa proprio cacare come l’ultimo o come quelli venuti dopo, ma fa fare tanta sciolta in ogni caso. Allora perché alla stragrande maggioranza del pubblico è piaciuto tanto da venir considerato un capolavoro? Ma perché la gente non capisce un cazzo, ovviamente. O, meglio ancora, non è capace di un minimo di introspezione, di auto analisi, quel poco che basta per razionalizzare che a mancare non era tanto la musica degli Iron Maiden (perché, voglio dire, fino a Seventh Son ce n’è di roba da ascoltare. A voler essere proprio di manica larga tra No Prayer e Fear Of The Dark un mezzo disco decente ci esce pure), quanto gli Iron Maiden come feticcio, come oggetto di venerazione in carne e ossa: Bruce Dickinson e Steve Harris insieme dal vivo, Adrian Smith animamiatornaacasatua, la MKIII rediviva e vegeta e sticazzi se fanno dischi della merda, non è un problema se a farlo sono *quegli* Iron Maiden, non importa se The X Factor è molto meglio di Brave New World e di tutto quello dopo, quelli non erano gli IRON MAIDEN, non c’era BRUCE chi cazzo è ‘sto svociato mezzo pelato, VAFFANCULO RIDATEMI BRUCE DICKINSON QUANDOC’ERABRUCEGLIACUTIARRIVAVANOINORARIO. Questa roba andrebbe studiata sociologicamente, sul serio. Pensate che c’è tutto un continente, o meglio la metà un continente intero cioè il Sud America, che è la prova reale di quello che scrivo. Qui in Europa o nel Nord America o anche in Asia il fenomeno esiste ed è pure di dimensioni piuttosto importanti, ma in Sud America il livello di fanatismo per i Maiden è parossistico e questi riempirebbero gli stadi anche solo a scoregge (che poi in realtà è più o meno quello che fanno da vent’anni per tutto il globo terracqueo). E allora perché tutte le cazzo di tribute band, cover band e quant’altroband dei Maiden, sudamericane ma anche no, hanno quasi sempre un repertorio che arriva al massimo a The Wicker Man? Perché il resto, cazzo, FA SCHIFO. E per questo che rifanno i vecchi cavalli di battaglia, lo sanno loro, lo so io e anche voi che leggete.

Il fatto è che viviamo, anzi vivete, una sorta di allucinazione collettiva dove il messaggero è più importante del messaggio e non il contrario. Questi cazzo di Iron Maiden destrutturati da Brave New World in poi io non li reggo affatto, abbiate pazienza, o se non ne avete è lo stesso. Cioè Steve Harris nel 2000 aveva 44 anni: non era di certo troppo vecchio, nessuno di loro era troppo vecchio, anzi, NESSUNO E’ TROPPO VECCHIO per il rock n’roll, dipende da come ti senti, da come la vivi. Non possiamo parlare certo di senescenza quindi, e allora se a 44 anni sei così spompato vuol dire che hai un sacco di problemi di tuo con quello che stai facendo, che lo vivi come una sconfitta personale, non ti va di farlo ma che cazzo devi fare ed è questo è lo spirito di Steve Harris, ovvero dei Maiden, dal 2000 ad oggi che è pure infinitamente peggiorato. Poi è ovvio ti chiami sempre Steve Harris, qualcosa di buono capita che lo fai anche solo per sbaglio, quindi una Brave New World magari è carina e ti esce bene, sicuro, e pure Out of the Silent Planet non è male, ma cazzo sono sempre gli stessi tre accordi e sono belline, dopotutto, PROPRIO PERCHÈ SONO QUEGLI STESSI TRE STRONZISSIMI ACCORDI che hai usato per tutti i tuoi cazzo di successi da quando gli Iron Maiden esistono; la differenza è che prima se ti accorgevi che un pezzo non era uscito proprio benissimo magari ci facevi la b-side di un singolo, nel nuovo millennio stai talmente alla canna del gas che ci intitoli un album di merda. Quindi, ricapitolando: vi piacciono Brave New World e/o gli ultimi vent’anni dei Maiden? Pigliatevi a schiaffi fino a quando non vi svegliate, che vi fa solo bene. (Cesare Carrozzi)

17 commenti

  • “vi piacciono Brave New World e/o gli ultimi vent’anni dei Maiden? Pigliatevi a schiaffi fino a quando non vi svegliate, che vi fa solo bene” e se avete bisogno una mano ve ne do io due. e pure due piedi già che ci siamo. e in omaggio un glasgow kiss. viva The X Factor.

    "Mi piace"

  • Boh, me pare sempre che calchi la mano su un’apparente assenza di emozioni. Quelle con cui Bargone, per esempio, ammanta giustamente le proprie considerazioni (posto che prenderei a pizze pure lui, comunque). Tu invece devi assumerti forzatamente sto personaggio che dispensa iperboli der cazzo da sopra chissà quale pulpito…Fai un po’ ride quanno fai così perché a me viene in mente il contrario. Tipo che a scuola eri un sensibilone che diventava rosso se qualcuno pronunciava il nome Cesare a voce alta…Che poi non ci sarebbe niente di male. Comunque…sto personaggio attuale te viene male, lasciatelo dire.

    "Mi piace"

  • Concordo su tutto, tranne che per me x-factor fa cagare come i successivi, di brave salvo solo the wicker man e ghost of navigator

    Piace a 1 persona

  • Dischetto mediocre e sopravvalutato, spinto principalmente dalle grosse aspettative e da orde di bimbi-minchia d’annata che “oddio è tornato Bruce!” (sì, ne facevo parte anche io).
    L’aura di sacralità dovrebbe averla persa a 20 anni dall’uscita e anche i più incalliti fan dei maiden dovrebbero riuscire a vederlo per quel che è adesso, ma avendone parlato male il Carrozzi sappiamo tutti benissimo quello che da qua a poco si scatenerà nei commenti.

    "Mi piace"

  • Meglio il primo di Turilli.

    "Mi piace"

  • Per me il difetto dei Maiden sta in una poca selezione di quanto compongono. Non credo che saranno il gruppo che ha tonnellate di “B sides” inedite con qualche gioiellino in archivio. Mi son fatto l’idea che sono diventati un po’ cialtroni in fase di composizione. Questo si traduce, complice un palese calo di ispirazione, in album pesanti da digerire… un po’ dei mappazzoni, per dirla con Barbieri. Brave new world è l’esempio migliore, le idee ci sono, ma a volte sembrano messe insieme un po’ così, e poi ripetute. La tendenza poi, è peggiorata con gli anni. In BNW è tutto passato sotto silenzio per l’entusiasmo della reunion (non faccio il superiore, anch’io ne ero felicissimo) e per dei pezzi che nonostante tutto sono decisamente ben riusciti e ispirati.

    "Mi piace"

  • Chissà se Steve Harris a posteriori si sia mai pentito della lunghezza eccessiva dei pezzi e (soprattutto) degli album, da Fear Of The Dark in poi tutti sopra i 60 minuti, infatti nelle versioni LP sono tutti doppi, veramente sfiancante ascoltarli tutto d’un fiato. Io ho sempre sostenuto che The X Factor se fosse durato 50 minuti invece di 70 sarebbe stato uno dei loro migliori lavori al pari o quasi dei Magnifici Sette.

    "Mi piace"

    • Considerando come stanno andando i maiden ultimamente, non credo che Steve si renda nemmeno lontanamente conto di quanto la sua prolissità abbia rotto i coglioni. Per quanto sia un disco che io adori, BNW ha già tutte le caratteristiche che renderanno il resto della discografia dei Maiden insopportabile con poche eccezioni. La differenza è che la maggior parte delle idee di BNW sono buone, quindi anche quando tirate in lungo, funzionano.

      "Mi piace"

  • D’accordo su tutto, ma X factor è una merda.

    "Mi piace"

  • Ma andate tutti a cagare, fanno tutti schifo, W Cristina d’Avena!!!!

    "Mi piace"

  • Andrew 'Old and Wise'

    Che liberazione…la mia attitudine politically correct mi ha trattenuto dall’esprimermi in termini tanto diretti, anche di recente….ma ,vivaddio, oggi ho letto parole sacrosante e che oso sottoscrivere una per una! Grazie, grazie di cuore, Carrozzi

    "Mi piace"

  • Io credo che la verità stia in mezzo: tolto il discorso dell’entusiasmo dovuto alla reunion (vissuto anche da me che al tempo ero diciassettenne), degli album della nuova era è oggettivamente il più decente.
    Gli altri sono inascoltabili. Composizioni forzate, ripetitive, melense, con i soliti arpeggini pseudo celtici e i soliti riff banali. Dickinson sempre sguaiato e fastidioso. Il basso che scoppietta senza più quella prepotenza e quelle linee geniali che lo resero leggendario. Le chitarre impastate come la produzione in generale.
    Non c’è ispirazione. Non ci sono brillantezza, efficacia, memorabilità.
    È assurdo perché i primi sette album sono stati un vero e proprio miracolo musicale.
    Ed è un peccato perché dal vivo spaccano ancora.
    Avrebbero dovuto fermarsi a Brave New World e fare solo live. Sarebbe stato più dignitoso e avrebbe rafforzato il loro alone leggendario.
    Ogni nuovo disco è un pianto seguito da una domanda: “perché?”

    "Mi piace"

  • Tolto il fatto che uno possa apprezzare o odiare BNW, trovo che sia un articolo senza nessun contenuto. Ci sono riferimenti alle strutture troppo lunghe, agli arpeggi, ma le critiche mi pare si fermino qui. Trovo questo stile più da macchietta per coltivare un personaggio che da persona che esprime un’opinione controcorrente.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...