I nemici del vero metallo

Tony Iommi Portrait Shoot - 2010Nell’annata in cui vincono decisamente a mani basse gli eventi di fascia media, i big ones non stanno al passo. Penso di aver visto più concerti negli scorsi mesi che negli ultimi 10 anni e questo è dovuto non solo a un rinvigorito interesse personale ma anche e soprattutto alla numerosità di concerti in circolazione (grazie anche a qualche locale che qui a Roma si sbatte più del solito). Il secondo battesimo, ovvero il concerto che poi mi ha dato la vera motivazione a rifrequentare stadi e palazzetti, fu per me il Legends of Chaos del 2009, in quel di Capannelle, con Testament, Kreator e Cathedral. A fine concerto, un po’ la commozione di aver finalmente visto Lee Dorrian, un po’ le inattese mazzate tra capo e collo inferte da Paul Bostaph, ricordo che io e Ciccio eravamo fisicamente provati.  Poi ti prende il fomento ed è come andare in palestra. Oggi siamo talmente in forma che il Sonisphere non ci ha scalfiti né piegati. Insomma, sei carico a pallettoni e ti appresti a comprare il biglietto per vedere finalmente i Black Sabbath e chiudere l’anno nel modo più glorioso che avresti potuto immaginare. Di nuovo a Milano, nella desolazione post-atomica di Rho [cit.]. E invece, come ormai saprete tutti, a pochi giorni dall’uscita del nuovo disco l’unica data italiana del 5 dicembre è stata annullata.

Problemi logistici, fanno sapere i comunicatori dei Black Sabbath. Tutte le altre date europee restano confermate. Non ti crucciare e più non dimandare. Ok, può succedere che diamine, penso. Hanno sei mesi per rivedere la location ed eventualmente spostare la data. Quindi, dopo la recita di prammatica del calendario dei santi, mi calmo. Su qualche sito appare magicamente una nuova data a Francoforte il giorno prima della fantomatica esibizione meneghina. In tutto questo si scatena il putiferio sulle pagine Facebook ufficiali di Black Sabbath (mai lette tante bestemmie tutte insieme e così ben articolate) e di Live Nation Italia che se ne becca di ogni, come usano dire i miei amici bolognesi. E dal retro cranio parte al galoppo il retro pensiero e cominci, come fanno i cornuti, a ragionare su tutta la faccenda.

Va detto che il primo pensiero è andato alle condizioni di salute di Iommi. In quel caso avrebbero di nuovo annullato tutto il tour, no? Lunga vita e prosperità a Sir Tony, dunque. Qualche fan incazzato scrive all’indirizzo di Ozzy & Co. MORITE o VECCHI DOVETE CREPARE e cose simili. Vorrei ricordare a queste merde umane prima di tutto che la morte non si augura a nessuno, non si augura a uno malato di un male serio e men che meno si augura a chi ha inventato l’HM. Poi è drammatico vedere che in questo periodo dire a una persona che è vecchia venga usato come fosse un’offesa. Scusate l’inciso, ma anche vaffanculo.

Saprete pure che quest’anno, dopo una- due- tre, SEDICI edizioni, il Gods of Metal 2013 salta. A me era sembrato di raccogliere pareri positivi sulla scorsa edizione e comunque non vedevo una line-up così fica da un pezzo. Ozzy chiudeva laddove avrebbero dovuto farlo i Black Sabbath. Oggi i comunicatori dell’organizzazione (Live Nation) ci dicono solo SEE YOU IN 2014 con tre puntini sospensivi che fanno tanta magica atmosfera. Bella l’epoca del network globale e della comunicazione efficace e fruibile. Ma io di come si parla su internet ci capisco una sega. Sapevo che il GoM si sarebbe fatto a San Siro mentre il Rock In Idro 2013 (che è diventato IdRho) si sarebbe per l’appunto svolto per la seconda volta a Rho. E niente, hanno annullato anche l’IdRho. Ci ero affezionato perché al Palasharp di Milano vidi la reunion dei Faith No More. Come pure è stato annullato l’Heineken Jammin’ Festival 2013 che si doveva tenere indovinate un po’ dove? Allora i big si sono organizzati altrimenti. I Maiden qui, i Rammstein, i Depeche Mode, Iggy Pop e i Deep Purple là. Milano odia? Roma risponde.

Qualcuno adesso mi faccia seriamente capire cosa diavolo sta succedendo e non ve ne venite fuori con la crisi, che al Sonisphere sono stati venduti almeno 35.000 biglietti che per 65 € fa…

Tornando ai Black Sabbath, qualche altro fan incazzato se la prende con l’Apparato della Live Nation e dice che è tutto un complotto pluto-massonico-capitalista, che due eventi insieme (ci sarebbe la fiera dell’artigianato) non possono coesistere e allora dalli al metallaro untore, pussa via che ci abbiamo le abat-jour e i tavolini da vendere ai tedeschi. Piccoli Biscardi crescono. Live Nation risponde che no, non è vero, l’artigianato non c’entra nulla, la fiera è enorme, c’è spazio per tutti, pure per i metallari, si poteva fare, moltissime prevendite, si prevedeva il sold-out, scaricabarile, ambasciator non porta pena: è tutta colpa dei Black Sabbath.

Ora non vorrei avanzare nessuna ulteriore teoria perché prima o poi qualcuno vorrà ribattere ancora e così fino alla nausea. Però se uno dei più grandi (o il più grande?) organizzatori di eventi di musica live di questa bella Italia patria scarica la colpa della figuraccia sulla band di turno è ovvio che la band di turno può sentirsi in dovere di replicare. Pensate solo per un attimo ai discorsi motivazionali dei Manowar. Certo, sono inclusi nel prezzo del biglietto e te li bevi come l’acqua nel deserto, ma quando Joey De Maio, che gli daresti le chiavi di casa e anche la fidanzata se solo lo chiedesse, nel suo stile comunicativo che è l’unico davvero efficace che conosco, torna dopo dieci anni e parla dei bastardos fottuti e dei nemici del vero metallo, ecco io penso subito a tutti quelli che vogliono impedirci di vedere i concerti dal vivo.

Sembrerebbe che io stia lasciando intendere di aver già individuato un colpevole, ma non è così. Magari si scoprirà che questi ‘problemi logistici’ erano veramente insormontabili. Non mi interessa sapere se e cosa replicheranno i Sabbath perché di veleno ne ho ingurgitato pure troppo. Ho solo paura dell’ulteriore impatto negativo che subirà questo paese a livello di immagine, presso la comunità metal internazionale e non, se davvero non si riuscirà a ripianificare la data italiana. Sono estremamente amareggiato ma non voglio rinunciare lo stesso a vedermeli perché, guardiamo in faccia alla realtà, quanti altri tour dei Sabbath vi aspettate? Non ho fatto in tempo a prendere il biglietto del 5 ma chi l’ha fatto avrà indietro anche i diritti di prevendita? Riuscirà a recuperare i soldi del treno, dell’aereo, del pullman, dell’albergo? Per queste persone sicuramente qualcosa è andato perso e non parlo solo dei propri risparmi: la tensione, l’emozione dell’attesa, l’aspettativa. Tutto miseramente finito al cesso. Perché hanno semplicemente disdetto una data? No, perché l’hanno fatto in questo modo così strafottente. Per la delusione molti rinunceranno anche a comprarsi 13, altro che super deluxe box set. Le vendite saranno più basse delle attese e i big continueranno a scansarci come la rogna. Dopo tutta la storia degli Slayer non era di questo che la gente avesse bisogno.

Per quanto mi riguarda voglio solo vedere il mio gruppo preferito in santa pace prima che sia troppo tardi e forse mi toccherà farlo all’estero, spendendo il doppio e bestemmiando il triplo. Complimenti.

14 commenti

  • Se la gente non compra 13 solo per questo, la gente non ha capito un cazzo dei Black Sabbath. Per il resto sono d’accordo, anche perché è già la seconda volta in due anni e sarebbe ora di finirla. Un mio amico aveva preso il biglietto per il Gods e quando hanno cambiato i Sabs con Ozzy c’è rimasto di merda e non è andato: non è riuscito a farsi restituire i soldi (perché, oggettivamente, se io pago per i Black Sabbath-in-formazione-Ozzy-Iommi-Geezer-Ward e tu mi dai Ozzy&friends è evidente che mi hai ingannato), e fa l’avvocato.
    Quindi mettiamocela via e cerchiamo di evitare la fregatura sempre in agguato comprando i biglietti solo a distanza di una, due settimane dal concerto.

    "Mi piace"

    • caro Orgio, il tuo amico per quanto sia un fratello headbanger è un coglione, anzi un avvocato coglione: io i biglietti li avevo comprati per i Sabs (con lo sprezzo per il denaro tipico di chi sottomette le ristrettezze del taccuino alla devozione religiosa) quando seppi che sarebbero stati sostuiti dall’immenso Ozzy, decisi di non andare, perchè, benchè fedelissimo, l’avevo già visto per tre volte da solista.
      Morale della favola, sono tornato dal rivenditore con i biglietti, li ha accettati indietro e mi ha restituito il vil denaro.

      PS
      oggi ho messo le mani sul box set di “13”. I detrattori, sono pregati di fottersi.

      "Mi piace"

      • Ha detto di averci provato, e che non glieli hanno dati, rispondendogli che comunque veniva offerta un’altra esibizione. Poi non so, però dargli del coglione mi sembra troppo, onestamente.
        13 è una figata assurda, a prescindere da porcate come questa cancellazione.

        "Mi piace"

      • perdona i miei modi coloriti, ma assolutamente bonari..
        No offense to your friend, dude.. in fondo mi sono trovato nella sua stessa situazione..

        A riprova del deplorevole comportamento della Live, all’epoca chiamai svariate volte direttamente la Live per farmi rimborsare completamente il biglietto per un bene/servizio che comunque non avevano potuto garantirmi. Ho ricevuto solo risposte negative, talvolta anche in tono arrogante. E la cosa mi ha davvero infastidito.
        Mi hanno addirittura detto che NON SI PUO’ RIMBORSARE adducendo la scusa della sostituzione con Ozzy&Friends.. fortuna che una mattina ormai sconsolato passando davanti alla Coin dove avevo comperato i biglietti, decisi di entrare e chiedere se c’era l’opportunità del rimborso. E loro molto cortesemente hanno risposto subito di si, con fare rassicurante.
        Questo a parer mio la dice lunga sul modus operandi spocchioso, arrogante e torbido che mantiene la Live in questi tempi.

        "Mi piace"

  • io credo proprio che la band non abbia colpe… ;)

    "Mi piace"

  • E’ ora di finirla anche nel comunicare il prezzo dei biglietti! Scrivono sempre: biglietto in prevendita 30, la sera del concerto 35….poi quando passi vicino alla cassa scopri che costa 27! Maledetti! E’ solo colpa della Live e delle organizzazioni, se all’estero ci riescono e qui no. Ma l’avete vista la Home della LiveNation? Quali gruppi gli interessano? Quali eventi?

    "Mi piace"

  • sergente kabukiman

    io ozzy & compari me li sono visti a 20 euro grazie ai bagarini.fottetevi tutti live nation, ce li meritiamo la pizza la pasta e il mandolino..altrochè!

    "Mi piace"

  • Maurizio Dr. G

    Chi amministra il comune di Milano da 2 anni? A parte malissimo, ma si sa che la sinistra se può, taglia le gambette al metal, forse ancora considearto di destra… a favore del multietnico che fa tanto radical-chic… allora, neanche elencare i centinaia di gruppi metal che sono dichiaratamente comunisti (basta informarsi…) ma resta il sospetto, qua da noi a Trieste si sgambetta da 2 anni il festival celtico…. guarda caso da 2 anni governa la sinistra… OK, paranoie direte, può essere…. 1 indizio è 1 indizio, 2 indizi sono 2 indizi, 3 sono… ?

    "Mi piace"

    • “Esiste tuttora un’identificazione quasi pavloviana tra metal e destra, nonostante Sepultura, Rage Against The Machine, Queensryche e Napalm Death” (Luca Signorelli, introduzione a “Heavy Metal – I Classici”, Giunti, 1999).
      Siamo ancora a discutere di ste cazzate?

      "Mi piace"

    • Ah, tra l’altro il concerto doveva essere alla Fiera di Rho, e Rho è Comune a sé, non è Comune di Milano…

      "Mi piace"

  • Pingback: BLACK SABBATH: quando la montagna partorisce il topolino | Metal Skunk

  • Pingback: Avere vent’anni: CATHEDRAL – The Carnival Bizarre | Metal Skunk

  • Pingback: Radio Feccia #20 | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...