Skip to content

THE COLDEST TIME OF ALL

21 dicembre 2010

Domenica sera si doveva giocare il derby di Genova. La partita è stata rinviata per lo strato di ghiaccio e neve che ricopriva il campo. Da qualche parte, sulle vette dell’Hordaland, la malvagia risata di Abbath risuonava fragorosa, echeggiando tra le montagne. L’inverno era finalmente giunto.

Noi di MS, devoti adoratori del possente corvo oscuro Blashyrk ma purtroppo anche parecchio scoppiati, abbiamo colpevolmente mancato di riferirvi dell’ultimo video degli Immortal, All Shall Fall, opener dell’omonimo meraviglioso album uscito un anno fa. Abbiamo deciso di farlo ora, al cadere dell’inverno. E l’inverno stesso ha voluto celebrare l’evento, abbattendosi con furia devastatrice sulle nostre teste con nevicate e tempeste in tutta Europa e con le temperature più rigide dell’ultimo secolo; non solo: l’eclisse lunare di stanotte, capitata proprio nel solstizio d’inverno, renderà il 21 dicembre 2010 il giorno più buio degli ultimi quattrocento anni. È l’omaggio delle potenze del Nord a questo epico e maligno diamante di musica del demonio:

Come se nulla fosse mai cambiato. Non ci sono più i costumi da mago Merlino di Call Of The Wintermoon, ma la corsa sul ghiaccio di Abbath come in Blashyrk Mighty Ravendark sì. Quella è passata alla storia perché nel frame esattamente dopo quello che si vede nel video Abbath cadde e si fratturò una gamba, qui invece è potuto tornare sulle sue gambe nella sua malvagia e spietata grotta a invocare il dio Odino, bere birra e ruttare la medesima. Il video di All Shall Fall si apre proprio con possenti corvi neri che vanno insieme a posarsi su una montagna innevata, che evidentemente fornicare sarà anche molto poco black metal però anche il possente Blashyrk che sorveglia le anime dei morti mica è fatto di legno, che cazzo. Poi c’è Abbath ripreso dal basso che fa un movimento tipo caricamento dell’aura di Dragon Ball emettendo uno strano suono gutturale, per adesso solo dalla bocca. Sì perché successivamente c’è lui che suona la chitarra a gambe larghe su una lastra di ghiaccio emettendo mastodontiche flatulenze sotto forma di geyser ghiacciati. Dopo qualche cambio di inquadratura si ritorna su di lui nella stessa posizione che però al posto di scureggiare si è messo a fare dei movimenti pelvici allusivi e decisamente poco black metal. 

Abbath controlla i crudeli winterdemons muovendosi in modo strano e facendo le boccacce, e si capisce che controllerà i crudeli winterdemons per tutta la durata del video. Per fare proprio gli sboroni appare anche Demonaz, ripreso appena dopo aver ingoiato un cinghiale, ancora parzialmente rimastogli nella pappagorgia, mentre dice qualcosa di epico e maligno sulla cima di una montagna (Demonaz, non il cinghiale). Ci teniamo a ricordare ai nostri ventiquattro lettori che all’inizio Demonaz si chiamava Demonaz Doom Occulta, e che i membri degli Immortal si mettevano tutti “Doom Occulta” dopo il nome, un po’ tipo i Ramones diciamo.

le possenti e crudeli scuregge di Abbath

Una nuova mossa di evocazione dei crudeli winterdemons, ce lo fa scoprire proprio questo video, è la norsk arisk crabwalking, che potremmo tradurre come “camminata del granchio nordica e ariana”, una caratteristica propria della crudele stirpe di demoni del freddo Nord di cui gli Immortal sono gloriosi discendenti. Tra l’altro sull’ultimo disco degli Immortal c’è una canzone che si chiama Mount North. Quello che mi chiedevo è: ma esiste davvero una montagna che si chiama monte Nord? E se sì, si trova in Norvegia? Si può andare a visitare, questo monte Nord, o è troppo epicamente e malignamente inaccessibile? C’è una funivia per andare sul monte Nord? Un rifugio dove bere crudele cioccolata calda vomitata da potenze infernali e magari acquistare graziosi souvenir come le action figures di Demonaz col cappello da mago Merlino e Horgh nell’atto di scatenare le tempeste di neve con un rutto? C’è un aeroporto vicino raggiungibile con la Ryanair? Bed & breakfast? Ristorantini tipici, magari consigliati da Demonaz che mi pare un esperto del settore? Il testo non dice nulla di tutto questo. Dove mi posso informare? C’è una pro loco del monte Nord? Si può visitare il nido del possente corvo Blashyrk che sorveglia le anime dei morti? Visite guidate sui luoghi cantati dagli Immortal? Non so, qualche cartolina almeno si trova? Ci può andare Bear Grylls a fare una prova di sopravvivenza al monte Nord. Se di solito il suo metodo per sfuggire all’assideramento è dormire con una busta di piscio sotto alla maglietta suppongo che non resisterebbe mezz’ora contro il glaciale vento demoniaco del monte Nord. Auguri di un gelido e crudele inverno da parte di Abbath, Demonaz, Michele Romani Doom Occulta e tutta la redazione di Metal Shock.

Ps: il video si conclude con Abbath che brandisce un’ascia bipenne in canottiera in mezzo alla neve. Un consiglio da amico: nella vita diffidate di chi non riesce a capire gli Immortal. (barg)

35 commenti leave one →
  1. Arkady permalink
    21 dicembre 2010 11:11

    Tutta questa glaciale malignità mi scalda il cuore!Che qualcuno benedica te e il black metal che siete sempre esilaranti

    Mi piace

  2. Daniele permalink
    21 dicembre 2010 14:04

    Per fortuna c’è ancora qualcosa che mi strappa un sorriso…

    Mi piace

  3. sergente kabukiman permalink
    21 dicembre 2010 16:24

    ahaha òla crudele cioccalata calda,comunque sacrilegio,nel video abbath usa la stessa chitarra(una ltd) che usava mustaine nel periodo “the system has failed”(ti credo che ha fallito,quel disco è un cesso)ergo,nel suo picco di rincoglionimento religioso..ma quale abbath,MIKA LUTTINEN FOR PRESIDENT!!

    Mi piace

  4. MasterPaskua permalink
    21 dicembre 2010 18:27

    Ah Bargo, dove posso trovare dei crisantemi di Abbath?
    Crescono solo in Norvegia?

    Mi piace

  5. nunzio permalink
    21 dicembre 2010 18:41

    …sempre siano lodati…
    tra ulteriori vent’anni si inizierà a pensare del black metal e del corpsepaint come oggi noi contestualizziamo i village people o i colpi d’anca di Morrissey.

    Mi piace

  6. maremmamaiala77 permalink
    22 dicembre 2010 09:19

    troppo ingrassati, troppo tecnici e troppo poco in bianco e nero: non mi garbano più, son diventati commerciali…

    Mi piace

  7. alessandro colombini permalink
    23 dicembre 2010 00:17

    la gente non sa davvero cosa si perde!

    Mi piace

  8. 10 gennaio 2011 20:56

    il mount north, facilissimo – andare sempre a north, l’ultimo che trovi – gli sbatti sulle pendici.

    Secondo me prima o poi dovresti scrivere un post su Silencer.

    Mi piace

  9. MasterPaskua permalink
    12 gennaio 2011 09:56

    chissa se Abbath coltiva ancora i suoi crisantemi…..

    Mi piace

  10. neves permalink
    23 giugno 2011 20:25

    o que seria o IMMORTAL sem o abbath>>>>>>>?

    Mi piace

  11. PeppoMagoMerlino permalink
    30 giugno 2011 03:19

    Mi piace il black metal il mare e la figa no.

    Mi piace

  12. 10 febbraio 2013 18:21

    BELLISSIMO.
    Mi inebrio di ogni parola di questo post.
    Abbath sempre una spanna sopra tutti gli altri musoni

    Mi piace

Trackbacks

  1. SHOCK EMAIL #3 [hard to the coRRe] « Metal Shock
  2. BLIND GUARDIAN live@02 Shepherd’s Bush Empire, London – 26.09.2010 « Metal Shock
  3. DEMONAZ – March Of The Norse (Nuclear Blast) « Metal Shock
  4. blog di donne belle #4 « Metal Shock
  5. Lettera aperta a Tori Amos « Metal Shock
  6. TAAKE – Noregs Vaapen (Dark Essence) « Metal Shock
  7. Fermi tutti, abbiamo già il disco del 2012 « Metal Skunk
  8. TAAKE // DISGUISE // SEDNA // NERODIA @Traffic, Roma, 20.04.2012 « Metal Skunk
  9. blog di donne belle #7 « Metal Skunk
  10. ENSLAVED – RIITIIR (Nuclear Blast) « Metal Skunk
  11. blog di donne belle #9 | Metal Skunk
  12. L’archetipo del superfluo: nuovo video dei WATAIN | Metal Skunk
  13. Frattaglie in saldo #20: saldi di fine anno | Metal Skunk
  14. Cosa resterà di questi anni ottanta: il nuovo singolo dei Mayhem | Metal Skunk
  15. HELLFEST 2014: le pagelle del Messicano | Metal Skunk
  16. HELLFEST 2014, l’alfabeto del devasto | Metal Skunk
  17. Radio Feccia #14 | Metal Skunk
  18. Avere vent’anni: maggio 1995 | Metal Skunk
  19. Radio Feccia #18 | Metal Skunk
  20. Sfida tra i ghiacci: ABBATH contro DEMONAZ (primo atto) | Metal Skunk
  21. SODOM – Decision Day | Metal Skunk
  22. Frattaglie in saldo #28 | Metal Skunk
  23. Taccuino del Netherlands Deathfest. Giorno III | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: