L’archetipo del superfluo: nuovo video dei WATAIN

watain

Guardate quanto siamo cattivi

Davvero non capisco, non capisco come certe band riescano a raccogliere un successo planetario pur non avendo assolutamente nulla di diverso dai gruppi dello sterminato sottobosco dal quale, chissà grazie a quale miracolo, sono emerse. Avevo già espresso perplessità simili relativamente ai The Monolith Death Cult, una delle realtà più noiose e sopravvalutate in circolazione recentemente imho. Oggi la situazione si ripete con il nuovo lyric video dei Watain; band svedese detentrice (non si sa con quale diritto) del titolo di miglior black metal act degli ultimi anni. Ora, lungi da me fare il culo al prossimo per una questione di gusti (che, come diceva il buon Gaber sono come i coglioni: ognuno c’ha i suoi) ma vorrei che ci fosse un po’ d’obiettività. A me personalmente i Watain danno l’impressione del classico gruppo per quattordicenni esaltati, che preferiscono le storie sull’inner circle a Youjizz come fonte di pugnette serali, che si fanno le foto nel boschetto dietro casa a mò di Abbath stando attenti a non mettere i piedi nel fango che poi mamma si arrabbia e mi fa pulire le scarpe con la lingua. Ragazzi in piena esplosione ormonale che hanno in Simone Simons l’ideale di donna perfetta, che hanno gli armadi pieni di maglie e neanche un disco originale sugli scaffali, in sostanza che non capiscono un cazzo di metal ma padroneggiano internet. Da questo punto di vista i Watain sono sul serio un male irrimediabile: si presentano in pompa magna agli show che manco i Kiss degli anni d’oro, rilasciano dichiarazioni al vetriolo inneggiando satanassi e ogni personaggio politicamente scorretto in voga al momento, hanno una gamma di merchandise così vasta che a breve le loro tazze te le venderanno pure all’Ikea. E poi c’è la musica, un black metal all’acqua di rose, talmente innocuo e scialbo da far sembrare i Machine Head i nuovi Metallica (te piacerebbe, Rob, ah?). In quest’ottica si inquadra anche il video di All That May Bleed, primo singolo estratto dal full The Wild Hunt, in uscita il 19 Agosto per Century Media. Ascolterò il disco? Sicuramente. Lo recensirò? Neanche morto.

19 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...