Monthly Archives: giugno 2010

Open up your mind and Ku Ku Ku, baby.

Negri tremate, checche dubbiose e mezzeseghe correte a nascondervi, professori e laureati levatevi dal cazzo, sono tornati i Molly Hatchet. Il gruppo preferito da benzinai e camionisti nonché pilastro assoluto (dopo Motörhead e Lynyrd Skynyrd) dei bikers e rednecks più buzzurri, ignoranti e razzisti del pianeta torna in pista con un nuovo album, il tredicesimo, in trentacinque anni di irreprensibile militanza

Continua a leggere

Gli anni in motorino sempre in due

Era il 1997. Per me e per molti della mia generazione, un anno campale: l’anno della rinascita del power metal e della rivalutazione definitiva del metal classico, specie di matrice europea. Somewhere Out In Space dei Gamma Ray, Holy Land degli Angra, Visions degli Stratovarius, Legendary Tales dei Rhapsody, ma soprattutto Glory To The Brave degli Hammerfall. Piaceva a tutti

Continua a leggere

ARGINE – “Umori d’autunno” (ARK Records)

I lettori di Metal Shock più affezionati ricorderanno senz’altro il mio amore per gli Argine, dimostrato anche nel 2004 quando incensai sulle pagine della rivista il loro eccellente ‘Le Luci di Hessdalen’ (9/10). In quel disco la band attuava una mutazione stilistica notevole recuperando pesantemente le proprie radici post-punk e mettendo in secondo piano il passato più vicino al neofolk. Ho atteso a lungo

Continua a leggere
« Vecchi articoli Recent Entries »