Skip to content

SAINT VITUS // MOS GENERATOR @Traffic, Roma, 11.10.2017

14 ottobre 2017

L’altra volta c’era Wino e già qua dovrei essere di parte perché avevano fatto tutto Born Too Late (dal quale stasera estraggono H.A.A.G., Look Behind You e la title-tracke i dischi dei Saint Vitus ai quali sono più affezionato sono quelli con lui. Inoltre scopro pochi giorni prima che il bassista storico Mark Adams se ne è andato lo scorso anno, ed è un duro colpo. Enrico mi spiega che pure lui era stato beccato con la droga in Scandinavia e non può più tornare in Europa, sebbene quel tour – rimpatriato Wino – fossero riusciti a concluderlo in tre. Al suo posto hanno chiamato la persona più giusta possibile: Pat Bruders, il bassista ufficiale di New Orleans. Oggi Down, in passato Crowbar e Goatwhore. Eppure questa volta è stato ancora meglio. Non solo perché Wino l’altra volta era scazzato, mentre Scott Reagers è un frontman clamoroso: sembra sempre che quello che si sta divertendo più di tutti sia lui.

I Mos Generator da Seattle ingranano dopo un paio di pezzi ma poi non mollano più la presa. Nel marasma ingestibile di una scena affollata e tuttavia assestata su livelli alti, come lo stoner, per me hanno sempre fatto parte della categoria di gruppi che avevi beccato a caso con i suggerimenti automatici di youtube o spotify, ti ricordi che ti erano piaciuti, magari un paio di album restavano a giro per un po’ (Nomads mi era rimasto abbastanza impresso) ma non li avevi mai approfonditi. Con una ricerca su Google mo’ ho pure scoperto che ne avevo parlato tre anni fa, il che vi dà la misura dello stato irrecuperabile del mio degrado cerebrale. Per quanto può consentirlo il filone, hanno uno stile loro. Sull’impianto classico alla Fu Manchu ci mettono accenti sixties, bordate metallarissime e svarioni psichedelici. Ottimo aperitivo.

Sui Saint Vitus fatico davvero a scrivere qualcosa di sensato senza sparare superlativi assoluti a casaccio o, al contrario, tediarvi con constatazioni banali per chi c’era stasera come: “Uno dei migliori concerti che mi sia capitato di vedere a Roma negli ultimi anni”. Iniziano con due brani dall’allora iniquamente sottovalutato Die Healing, un album meraviglioso che uscì in un periodo non proprio accogliente per quei suoni. War Is Our Destiny la suonano tiratissima, travolgente. È qua che si sente il tocco differente, più moderno e aggressivo, di Bruders. Il pezzo nuovo, Bloodshed, che anticipano stasera si apre con una sua sferragliata. Potete sentirlo a questo link. Già, la notizia – lo stanno annunciando loro nelle ultime date – è che con questa formazione incideranno un disco a breve.

Enrico, estasiato quanto me, li aveva visti al Desertfest e sostiene che stavolta è stato ancora meglio perché a Londra suonarono su un palco enorme e non era la dimensione loro; l’atmosfera necessaria è quella intima e sudatadi un club. Tutti accalcati davanti con il pugno alzato, a gridare le parole di quel manifesto che è Born Too Late. Perché la cosa più bella del mondo è stare sotto questo palco a cantare che “non saremo mai come voi”. E non lo saremo mai perché oggi, come sempre, non vorremmo essere da nessuna altra parte, non cambieremmo questo con nient’altro. E credo valga anche per i Saint Vitus. (Ciccio Russo / foto di Enrico Mantovano)

2 commenti leave one →
  1. sergente kabukiman permalink
    15 ottobre 2017 14:06

    li ho visti già due volte con wino alla voce( prima volta proprio coi mos in apertura e la seconda all’init), la terza volta me la salto per povertà molesta e mi venite a dire che è un concerto della madonna?la vita è una merda fumante senza senso e non vedo l’ora che il globo diventi una fossa comune totale.

    Mi piace

Trackbacks

  1. Raining blog: le playlist 2017 dei tizi di Metal Skunk | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: