Grande concorso “trova un nuovo nome al blog”: la premiazione

se guardate con attenzione potrete scorgere il disco di cover dei pro-pain

Scusate il ritardo, ma questo mese sono stato un po’ incasinato. Presto o tardi che sia è comunque giunto il momento della grande spartizione della montagna di dischi di merda in palio per chi ha suggerito un nuovo nome per il nostro glorioso e possente blog. Premetto che la scelta è stata piuttosto ardua, perché alcuni di voi si sono davvero superati. La cosa davvero importante però -e che ha reso anche così difficile la scelta- è che quasi tutti hanno capito in pieno lo spirito della cosa, evitando di suggerire nomi da webzine seriosa e professionale e rimanendo in linea con l’attitudine generale di ciò che è stato Metal Shock; a tal punto che il montepremi è stato diviso non più in tre ma in cinque parti, con due piccoli premi di consolazione da una decina di cd (di merda) ciascuno per onorare la creatività di più gente possibile. Quindi a nome della redazione tutta io vi mando amore, stima e gioia.

Vengono qui esclusi quei personaggi che, per un motivo o per un altro, non sarebbe corretto premiare anche se lo meriterebbero. Parlo di vecchi amici come Roberto Angolo, che mi ha mandato il seguente messaggio su facebook:

Come non citare anche una vecchia conoscenza del Metal Shock cartaceo (la cui identità non verrà svelata a meno che non lo voglia lui) che ha sparato un METAL SCIOC talmente immediato e cretino da essere perfetto, quasi quanto il METAL CHOC proposto da Matteo Cortesi o lo SHOCK METAL di Albertone, commentatore una tantum che è arrivato, ha postato questa cosa e se n’è andato. Poi se vogliamo parlare dei nomi usciti durante i brainstorming redazionali dovremmo partire da una mitica cena tra me, Ciccio e Charles dalla quale sono usciti fuori i capolavori BLOG OF MY ENEMIES, BLOG FIRE DEATH, REIGN IN BLOG e BONDED BY BLOG, che non abbiamo usato per pura viltà. Menzione d’onore anche al Masticatore (QUEGLI STRANI AMICI DI SATANA, genio puro), all’inclito Giuliano D’Amico (SUCANDO, nettamente il moniker migliore di tutti), al situazionista Luca Arioli (PEPPE FUNERAL BLOG, e chi non se lo ricorda avrà a breve la memoria rinfrescata a dovere), al furbetto Matteo Ferri (METALPORN, ovvero come affidare il proprio destino al meccanismo di indicizzazione di google) e all’attivissimo Nunzio Lamonaca (LE ARGONATICHE, dimostrazione pratica di come il liceo classico e la lettura adolescenziale di MS segnino la vita delle persone).

Della spartizione dei dischi si sta occupando Ciccio, quindi non ho idea di cosa verrà inviato a ognuno di voi ma conosco il materiale nel suo complesso e vi assicuro che fa tutto sublimamente schifo. Non dubitate. Però per qualsiasi lamentela (del tipo ‘i miei dischi non fanno abbastanza schifo, pensavo peggio, mi avete deluso’) potete prendervela con lui.

PREMI DI CONSOLAZIONE

1-Funambolo, per aver suggerito EL BLOG DE LA BESTIA, troppo lungo e criptico, e probabilmente inutilizzabile, ma che ha provocato un sussulto di emozione in tutti noi. Non sarebbe stato giusto escludere una genialata del genere dalla premiazione, quindi a Funambolo va un piccolo quantitativo di schifezze nonché -fra cent’anni, al momento della sua morte- un contratto a tempo indeterminato offerto dal Demonio per  tormentare con un forcone tutti quelli che in vita gli hanno voluto male; per l’eternità.

2-Vago, ovverosia colui che a un certo punto se n’è uscito con BRANCA METAL rovinandomi il sonno per svariate notti. Questo in realtà era il mio preferito (non sto scherzando), ma il mio entusiasmo non è stato condiviso dagli altri e quindi non se ne è fatto niente. Però sappi, Vago, che io ti stimo molto. Pensa intensamente a questa cosa mentre ascolterai roba innominabile che non pensavi nemmeno potesse essere concepita da mente umana. En passant, pensa anche al fatto che quella roba, e molta altra sempre sullo stesso genere, eravamo a costretti ad ascoltarla e pure a cercare di cavarci qualcosa per recensirla. 

TERZO POSTO

Arkady, uno dei top commenters del blog che ha cacciato fuori, nell’ordine:

IL FERRAMENTA DEL DEMONIO
QUELLA FINESTRA ACCANTO A YOUPORN
DON’T PANIC, I’M SATANIC
COSE DI METAL CHE NON CI PIACCIONO AGLI GENITORI

Nessuno di questi davvero utilizzabile come moniker, ma tutti splendidi come sottotitolo. Al sommo Arkady andrà un malloppone di circa 25 dischi tra cui la doppia ristampa dei primi due degli Occult, che era mia e che passo in eredità più che volentieri. Tra l’altro il titolo del debutto degli Occult è molto azzeccato per l’occasione.

più che un titolo, un monito

SECONDO POSTO

Cristian Colonna, uno che è spuntato dal nulla e ha suggerito un nome talmente semplice e stupido da stregare me e Teo Cortesi: COSE DI METAL. Sappi, Cristian, che ho fortemente perorato la tua causa, ma non v’è stato nulla da fare. Potrai consolarti con una quarantina di aborti discografici tra cui Into dei mefitici The Rasmus ed Epilogue dei To/Die/For, entrambi gentilmente procacciati dall’appagante e a tratti imbarazzante collezione di dischi di Charles Buscemi. Se la cosa può farti piacere sappi anche che, per amor di completezza, essendo i To/Die/For un gruppo finnico ho chiesto al suddetto Charles se li regalava a me, piuttosto che darli via così, ma lui è stato irremovibile, mostrando di prendere estremamente sul serio la questione del montepremi di dischi di merda. Che dire, Cristian. Buon divertimento.

“ciao cristian, ti ricordi di noi?”

PRIMO POSTO

Inevitabile il gradino più alto del podio per Edoardo/Hatefiles, che mi ha mandato una mail con un elenco lunghissimo di suggerimenti che sarebbe un delitto non citare per intero:

tori amos fan blog
-tomb of the mutilated
-papa boys must die
-la gente sono pazzi
the metal centipede
-seghe a denti stretti
-montepulciano d’abruzzo NOVELLO terre di chieti
-inferno
-suspiria
-metal hole
-metal cunt
-metal cock
-metal club
pescecane metal
-metal chinaski
metal skunk
-beneath the remains
-radikult
-cassonetto metal
-metal venom
-metal sabbath
-left hand path
metallers and poors
-metal porritos
-storie di ordinaria follia
metallo sgargiante
metallo sonante
metallo fumante
-raining bood
-from a lacerated sky
-i viaggi di ciccio
-hate them
-kill é tost
-chris spencer ha ragione, ma anche mike ness
-wine in my hand
-mexican radio
-blashyrk
-siccome deve ancora nascere lo sloveno che lo mette in culo ad un salentino noi ci andiamo lo stesso
-tom bombametal
tombino of the mutilated
-possessed
-suicidal tendencies
melma sonora magistralmente addomesticata
-il biglietto dell’autobus costa un euro
-l’ufficio patenti è chiuso
-biglietto valido BENVENUTO
-new orleans is a fucking whore
-blog di belle donne
-charlotte gainsbourg si sgrilletta nel bosco (nordavind apprezzerà suppongo)
-metallari si nasce, ed io, modestamente, lo nacqui.
tape traders from hell
-slowly we rot
-hellraiser
-caseificio BAFFONE, andria (ba).
a sparta quando una donna incinta sale su un autobus la fanno guidare
-season of the witch
-rottng christ 10_mustaine 0
la differenza tra anassimene ed anassimandro
-per montare una lampadina mi ci vuole il libretto d’istruzioni
-the great southern trendkill

Il primo premio, dunque, è suo. Non solo perché è stato colui che per primo ha parlato di METAL SKUNK, prendendosi la responsabilità di cambiare il moniker della più antica testata metal d’Italia –e vincendo, di fatto, la competizione; ma anche perché ha citato alcuni pezzi di miei antichissimi sproloqui (tipo quello del salentino e dello sloveno che risaliva ad un report del MetalCamp del -mi pare- 2005) e perché ha citato anche Nordavind, che nella fattispecie è il vecchio nickname di Michele Romani su alcuni forum metal che io e lui frequentavamo anni fa. Sul serio, ciò è inquietante. Come cazzo fai a saperlo, compà?

Ad Edoardo va quindi il primo premio, ovverosia una settantina di dischi di merda personalmente selezionati da Ciccio tra cui il mitologico split Amaymon/Purulence (sempre dallo scaffale della vergogna di Charles), l’insensato disco di cover dei Pro-Pain (un mio gentile omaggio che tra l’altro mi sa che ho pure recensito quando uscì; è un reperto molto importante nella mia vita perché l’ho sempre preso come pietra di paragone per quantificare l’inutilità di un disco) nonché un vecchio promo dei Node che Ciccio ha usato come sottobicchiere per anni; e sarebbe anche carino, Edoardo, che tu continuassi la tradizione.

Nel caso cerchiate di vendere i dischi che vi arriveranno in premio, e nel caso qualcuno sia disposto a comprarli o permutarli, siete pregati di farci avere nome e indirizzo del compratore. Non si sa mai, potrebbe sempre servire. Concludo ringraziando ancora tutti voi di esistere e di aver compreso lo spirito della faccenda. A tutti voi, cari ventiquattro lettori, noi di Metal Skunk dedichiamo questo magnifico inno di battaglia:

 

33 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...