Tag Archives: Archgoat

Il recuperone di Natale: ARCHGOAT, IN THE WOODS, WINDFAERER, WAYFARER

Quest’anno abbiamo battuto un po’ la fiacca, quindi dopo il recuperone dell’altro giorno è tempo di mantenerci aggiornati sulle uscite di musica caprina del 2018 che, per un motivo o per l’altro, non abbiamo approfondito su queste pagine. Parlando di musica caprina è obbligatorio parlare quindi di The Luciferian Crown, nuova fatica dei mitologici ARCHGOAT, la band preferita dal vincitore

Continua a leggere

BLACK WINTER FEST XI @Campus Industry, Parma 01.12.2018

Neanche quest’anno potevamo esimerci dal presenziare al Black Winter Fest, giunto all’undicesima edizione con una scaletta davvero pazzesca che ci costringe a presentarci al Campus Industry prestissimo in modo tale da non perderci nulla o quasi. Arriviamo infatti proprio mentre gli AFRAID OF DESTINY stanno suonando di fronte a qualche dozzina di persone: sono le 15 e qualcosa, in teoria

Continua a leggere

Festeggiare l’Anno della Capra con il nuovo disco degli ARCHGOAT

Buon anno a tutti, amici! Come dite? No, neanch’io sono cinese ma questa volta ci pare giusto unirci alle celebrazioni dell’ex Celeste Impero per il nuovo ciclo lunare in quanto sarà dedicato all’animale preferito da Satana, e quindi da noi. Purtroppo, nella ruota dei cinque elementi che si sovrappone a quella degli animali sulla quale si basa l’oroscopo cinese (per

Continua a leggere

Fartwork spin-off: i migliori capri della nostra vita (part 1)

L’immagine che vedete qua sopra l’avevo vista per la prima volta attaccata alla porta del cesso in una specie di studentato/comune in California. Qualche estate fa ero andato a trovare una mia amica, il futuro agente dell’Interpol Crazy Mary, che stava frequentando un corso all’università di Berkeley e si era piazzata in una vecchia casa coloniale dove una quarantina di

Continua a leggere

Once upon a time in Norway #1 – HOLE IN THE SKY 2011 – 24/27 Agosto, Bergen

L’Hole in the Sky, festival trucido bergeniese di fine estate, chiude i battenti dopo dodici anni di attività. Per caso ci è finito anche il sottoscritto – che per la cronaca è da parecchio fuori dal giro e non scrive una recensione da due anni – quindi ciò che segue è un resoconto umorale, selettivo e piuttosto ottuso di quanto

Continua a leggere