La naturale evoluzione del doom: KONVENT – Call Down the Sun

Si sa, il secondo album è sempre quello più difficile. Soprattutto se il primo album è risultato in qualche modo degno di nota, si porta dietro tutto il carico di aspettative generato dal debutto. E, bisogna ammetterlo, Puritan Masochism un po’ di aspettative le aveva generate, tanto da finire molto in alto nella lista dei dischi del 2020 che ci erano piaciuti di più.

KONVENT-Call-Down-The-Sun-2022

Questo Call Down the Sun riesce persino a essere meglio del precedente. Se Puritan Masochism era composto da un incedere che ricordava molto quello dei My Dying Bride (forse per questo era piaciuto tanto a Charles) con velleità decisamente più tendenti al death metal lento di scuola Incantation/Immolation, la seconda uscita delle Konvent riesce a mischiare le carte in tavola senza stravolgere la giocata. La base di partenza sembra essere maggiormente tendente al death doom più dinamico dei Paradise Lost degli esordi. Anche il death metal dei due mostri sacri della costa Ovest rimane sempre presente, così come il growl profondo e lo scream tagliente di Rikke Emilie List. L’elemento inedito che si aggiunge alla proposta delle danesi è uno spessore tipico dello stoner e dello sludge che rende le sonorità più massicce, quasi unte. Nonostante, per fortuna, l’album non duri di per sé molto e rispecchi una tendenza che abbiamo riscontrato a più riprese su queste pagine, la parte finale, dove viene perso lo slancio iniziale, rimane comunque il punto debole di un’opera altrimenti senza difetti, che inanella una serie di ottimi pezzi, che raggiungono un perfetto equilibrio tra l’essere diretti e il trovare soluzioni sempre diverse.

Mi sento quindi di sbilanciarmi e di dire, nuovamente, che Call Down the Sun si candida già da ora a essere una delle migliori uscite metal dell’anno. La sintesi che riesce a trovare tra tutte le correnti afferenti al doom e altri sottogeneri affini è ai limiti della perfezione e, se le Konvent saranno fortunate e continueranno a essere brave, potrà diventare, senza esagerazioni, una delle nuove pietre miliari del genere, unanimemente riconosciuta in quanto tale. (Edoardo Giardina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...