Monthly Archives: ottobre 2018

Avere vent’anni: SEPULTURA – Against

L’ultimo disco dei Sepultura atteso dalle masse nella maniera in cui si attende un’uscita di grosso spessore. Pubblicità in televisione, con un riffone in sottofondo e la S spinata in bella vista. Un tam tam mediatico che in pochi possono permettersi, i Soulfly che debuttano per primi e poi aspettano la mossa degli avversari, considerati fratelli di sangue fino a

Continua a leggere

TAAKE // BöLZER // SLEGEST @Legend, Milano 19.10.2018

In questa umida serata di ottobre arriviamo al Legend Club proprio mentre stanno finendo gli SLEGEST, un po’ perché questi ultimi hanno iniziato abbastanza presto e un po’ perché sottovalutiamo la distanza che ci separa dal locale, esattamente dall’altra parte di Milano rispetto a casa. Non che la band norvegese ci faccia proprio impazzire, anzi, ma magari dal vivo avremmo

Continua a leggere

Frattaglie in saldo #37: speciale Spikerot Records

Siccome organizzare quelli che sono attualmente i due migliori festival italiani (il Frantic e il Tube Cult, altrimenti noto come il Roadburn sull’Adriatico) non gli bastava, l’eroe degli Abruzzi Davide Straccione ha messo su una casa discografica, la Spikerot Records, che si dedicherà inoltre alla riedizione di colonne sonore horror. Le prime quattro release sono però ristampe in vinile di

Continua a leggere

Destiny: Timo Tolkki per l’ultima volta nella stratosfera

I prodromi del declino di Timo Tolkki, e conseguentemente degli Stratovarius, si ravvisarono con questo disco. Allora non diedi poi troppa importanza a quelli che mi sembravano giusto degli svarioni qui e lì in quello che era comunque un buonissimo lavoro e che veniva dopo quasi dieci anni di dischi progressivamente migliori uno dell’altro, culminati con due gemme clamorose ed

Continua a leggere

Avere vent’anni: STRATOVARIUS – Destiny

Se Visions sconvolse l’intero panorama metal mondiale in quanto pressoché inaspettato, dato che veniva da un gruppo di misconosciuti finlandesi autori di una serie di album apprezzati dagli appassionati di quel genere ma ignoti ai più, per Destiny l’attesa fu spasmodica. Gli Stratovarius a quel tempo erano visti come uno dei nuovi probabili gruppi-guida dell’heavy metal, per due motivi: da

Continua a leggere
« Vecchi articoli Recent Entries »