Monthly Archives: maggio 2016

Avere vent’anni: maggio 1996

ASPHYX – God Cries Andrea Bertuzzi: In un periodo che vide diverse band europee perdere la brocca pubblicando dischi più o meno improbabili, arrivò anche God Cries, improbabile colpo di coda di una band sciolta ormai da due anni dopo un’altrettanto improbabile serie di sconquassi interni alla formazione. Fu il batterista Bob Bagchus a rimettere insieme i cocci insieme all’altro

Continua a leggere

Avere vent’anni: ICED EARTH – The Dark Saga

Come ebbi modo di scrivere l’anno scorso, Burnt Offerings è e rimane il mio album preferito degli Iced Earth, ma adoro anche The Dark Saga e buona parte dei lavori successivi. The Dark Saga in particolare segna lo scollamento tra le atmosfere sulfuree e thrashettone del disco precedente e la relativa accessibilità di quanto i nostri proposero in seguito, guadagnandosi

Continua a leggere

Avere vent’anni: PANTERA – The Great Southern Trendkill

Stefano Greco: Il canovaccio classico vuole che le band di metallo pesante una volta arrivate al successo tendano ad ammorbidire i toni e a diventare via via più commerciali. Per i Pantera vale il discorso opposto, ad ogni salto in avanti di popolarità ha corrisposto un successivo abbrutimento del sound. L’apice di questo loro particolare cursus honorum viene toccato con

Continua a leggere
« Vecchi articoli