Luca Turilli’s Judas Priest

Come probabilmente saprete, è già un po’ di tempo che KK Downing e Tim “Ripper” Owens fanno comunella e portano in giro dal vivo vecchi classici della loro ex band con alla batteria Les Binks – nei Judas Priest per due anni e mezzo all’epoca di Stained Class – tanto per dare un’aura di credibilità in più alla faccenda, e qualche ospite di lusso di contorno (qualche volta si è visto Dave Ellefson al basso). I video documentano un Ripper in discreta forma, quantomeno vocale, giacché fisicamente è diventato un ippopotamo, ma qua a Metal Skunk siamo sempre dalle parte dei perdenti e l’imbolsimento gli fa quindi guadagnare punti. Magari potrebbe riprendere l’idea del tour con Geoff Tate e Blaze Bayley, così poi prendono la gang di pelati del Carrozzi come addetti alla sicurezza.

Mo’ la faccenda si è fatta più seria e sta per uscire un album che, ha svelato il cantante di Jugulator rispondendo a un fan su Twitter, è al momento in fase di mixaggio. Completano la formazione il chitarrista degli Hostile, A.J. Mills, e Tony Newton dei Voodoo Six alle quattro corde. Metal Skunk benedice l’operazione nel nome dell’amore per la sfiga, a partire da Bargone che, essendo l’unico al mondo a cui Firepower fa schifo, attende con ansia il rilascio del pregiato prodotto discografico. Pollice verso, però, per il minimale moniker KK’s Priest, quando avrebbe funzionato meglio un bel Judas Priest of Fire o, perché no, un Luca Turilli’s Judas Priest. (Ciccio Russo)

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...