Skip to content

Vi prego, ridate da bere agli Alestorm

24 aprile 2017

Forse chiedere che gli Alestorm durassero più di quanto sono durati sarebbe veramente stato ingenuo. Già il disco precedente era pericolosamente pieno di riempitivi senza troppi motivi di esistere; questa Alestorm, apripista per l’imminente nuovo album No Grave But Sea, conferma i nostri peggiori timori. Moscia, stupida in senso deteriore, con le melodie che ti passano attraverso senza lasciare traccia e, soprattutto, senza neanche essere divertente. Non so quale siano state le cause scatenanti, ma gli scozzesi sembrano aver perso l’innocenza. Forse il matrimonio di Bowes, forse l’abbandono del chitarrista ciccione, forse il fatto che bevono di meno, forse tutte queste cose insieme. Di sicuro l’aver cambiato punto di riferimento dal power al folkettino scemo rischia di diventare la loro pietra tombale. Tuttavia finché c’è rum c’è speranza, quindi speriamo. (barg) 

10 commenti leave one →
  1. weareblind permalink
    24 aprile 2017 18:41

    No. Stavolta non concordo. Trovo FENOMENALE l’ultimo album, e mi piace il pezzo nuovo. Attendo col rum sotto braccio.

    Mi piace

  2. Golf_Mit_Hansi permalink
    24 aprile 2017 19:43

    Sottoscrivo pure gli spazi. Fanno pure il verso ai Sabaton nel singolo. Poi magari è una citazione voluta, ma la melodia rimane scialba, riciclata e anche no, ma prioprio no.

    Mi piace

  3. 24 aprile 2017 19:49

    C’è da chiuderli per due settimane intere dentro un pub e pagargli più birra possibile, altro che no….Roba che, Bargò, dovresti travestirti da barista, ficcargli una bucanier in bocca a ciascuno e gridargli “Prendete la vostra medicina, trinconi!”

    Liked by 1 persona

  4. Pesso permalink
    24 aprile 2017 22:28

    mha, la canzone non sarà il meglio che abbiano mia fatto, ma tutto questo calo qualitativo non lo percepisco

    Mi piace

  5. cattivone permalink
    25 aprile 2017 09:28

    Non ho ancora ascoltato l’ultimo pezzo, ma c’é da dire che il calo é stato abbastanza netto quantomeno in sede live. Li vidi a Bristol di supporto ai Sabaton ed erano decisamente piú mosci di quanto li ricordassi, rileggendo il report del sempre ottimo Bargone a Brescia vedo che tennero piú o meno lo stesso profilo durante tutte le date del tour
    ( https://metalskunk.com/2016/02/20/alestorm-colony-brescia-16-02-2016/ )

    Mi piace

    • cattivone permalink
      25 aprile 2017 09:31

      Comunque la canzone in se anche se sa tantissimo di giá sentito non é che mi dispiaccia eh. Sará che a me il Folk garba…

      Mi piace

  6. sergente kabukiman permalink
    26 aprile 2017 16:22

    non si sembra così tragica, pure la voce urlata mi piace(ma io non li ho visti 13 volte quindi chi cazzo sono per contraddirvi?) però trovo divertente il fatto che la parte meno interessante sia il ritornello che in teoria dovrebbe essere il cuore di ogni pezzo degli alestorm, qui invece sembra buttato nella canzone per ricordarci che sono gli alestorm.

    Mi piace

  7. 7 maggio 2017 11:38

    Questo pezzo non è piaciuto molto nemmeno a me, ma MEXICO è il capolavoro assoluto della musicologia mondiale degli ultimi 5 secoli almeno. Nonchè della cinematografia.
    Sto pezzo avrebbe vinto a mani basse il Festivalbar.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: