Tag Archives: w la droga

Il gruppo perde i membri ma non il vizio: OBSCURA – Diluvium

Mi sono sempre chiesto perché gli Obscura facessero un così vasto utilizzo del vocoder. Alla fine per i Cynic poteva avere senso data la sua originalità; anche in Cosmogenesis lo potevo apprezzare perché faceva diventare quell’album come il punto d’incontro perfetto tra Cynic e Necrophagist (dai quali veniva metà formazione degli Obscura del 2009). Ma mò basta veramente però! Non

Continua a leggere

Music to light your joints to #22: erba di casa mia

A circa un anno dall’irrompere sul mercato nazionale della cannabis light, è d’uopo tracciare il bilancio di questa importante innovazione socioeconomica andando a recuperare alcune delle uscite tricolori più interessanti in campo di musica per psiconauti e affini. É dunque tempo di un’altra edizione tutta italiana della rubrica più amata dalle società di temperanza. Anche perché la stagione calda, si sa,

Continua a leggere

Musica con cui si drogherebbe perfino il cane: IRON MONKEY – 9-13

Qui avevo parlato del ventennale di Iron Monkey della omonima band inglese. Loschi individui in odore di reunion – il tutto naturalmente senza Johnny Morrow, deceduto una quindicina di anni fa – e fin qui è una faccenda davvero molto semplice. Ma a differenza di molte persone che considerano icone come Kurt Cobain l’immagine di ciò che è strafatto oltre ogni limite umanamente immaginabile, per

Continua a leggere

Music to light your joints to #20 – Il toscano ti da’ una mano

Nel ghiotto menù di oggi, dei giovincelli scozzesi che ci propongono qualcosa che ormai suonano praticamente tutti; bifolchi americani in ritardo con gli Orange Goblin di quasi vent’anni; ed infine una delle migliori band italiane, il nostro vanto: gli Ufomammut. Dvne – Asheran (Scozia, Wasted State Records) La storia di come ho conosciuto i Dvne trascende ogni merito personale: al termine di

Continua a leggere
« Vecchi articoli Recent Entries »