Avere vent’anni: DESTRUCTION – All Hell Breaks Loose

R-1195451-1486771430-3501.jpeg

Il fatto è che a questa band, nonostante il mio dichiarato amore per brani come Death Trap e in particolar modo per l’accoppiata a distanza Infernal Overkill – Release from Agony, non sono mai riuscito ad affezionarmi fino in fondo. Per cui, ogni volta che ne scrivo, mi sento sempre un po’ condizionato. I Destruction del 2000 dovevano sentirsi un po’ come il tizio di Old Boy: finalmente liberi, ma a lungo tenuti schiavi in uno scantinato a incidere dischi di merda con questo Thomas Rosenmerkel che sì, ce la metteva tutta, ma cantava pur sempre su quella roba lì. E poi c’era la sezione ritmica del buon Cracked Brain, intenta a tirar su – mattone dopo mattone – le fondamenta di uno degli album più inconsistenti e ingiustificabili di sempre: The Least Successful Human Cannonball. Non lo dimenticherò mai, a partire dalla sua immagine concettuale, grigia, con quel logo scritto a carattere arial su qualche versione open source di Office a cui deve essersi ispirato perfino Varg Vikernes per la copertina del suo ultimo album di musichette da gioco di ruolo, o, se preferite, da sauna con Groupon. Tra il 1998 e il 2000 sembra siano trascorsi dei secoli, con Sifringer che nel frattempo era uscito dallo scantinato, aveva fatto la pace con Schmier imbottendolo di barbiturici per poi mettere in fuga la vecchia formazione, naturalmente non senza l’ausilio di mortaretti e spray al peperoncino. E alla fine di tutto questo si era posto la domanda: e adesso che cazzo faccio? 

Sifringer fa un buon dischetto, ridà vita a Total Desaster senza neanche sfigurare (assomiglia un po’ al thrash metal caciarone dei Terror 2000, ma all’epoca ci stava tutta così come ci stava tutto Slaughterhousee Supremacy) e gioca sull’autocitazionismo pure in occasione del già classico The Butcher Strikes Back. Tolti un paio di pezzi carucci messi lì in partenza, considero All Hell Breaks Loose un buon dischetto, ma anche la manna dal cielo per chi trascorse gli anni Novanta a credere di sperimentare, o, peggio ancora, di poter ambire al raggiungimento di nuovi standard: mentre i Sodom badavano alla caciara totale di Fuck the Police con il fegato di Tom che aveva più colori dello sfondo del mio desktop, e i Kreator davvero sperimentavano e nello sperimentare scrivevano pezzi come Phobia, i Destruction semplicemente si chiusero in studio per dar vita a vere e proprie parodie come i due EP (quelli che trovi su EBay alla voce RARE! MINT! NEVER OPENED!) e il disco menzionato qui sopra. E quindi All Hell Breaks Loose fu comunque un successo, moderno e ruffianotto e con cinque o sei pezzi davvero bruttarelli, ma comunque un netto passo in avanti rispetto al passato recente. Ripeterò sempre che i Destruction post-reunion hanno avuto qualcosa da dire giusto con The AntichristMetal Discharge per poi rimettersi sostanzialmente un po’ a dormire, dandoci, di tanto in tanto, qualche percettibile segnale di vita. Quest’album, comunque, una sua importanza la ebbe eccome: riportò temporaneamente in vita un morto, ma non uno qualsiasi, quello più stecchito di tutti. Il The Least Successful” fra i primissimi album della “reunion” con Schmier, ma comunque un lavoro molto più che accettabile. (Marco Belardi)

2 commenti

  • Non li ho mai apprezzati, con l’unica eccezione di “The Antichrist”, l’unico disco loro che mi piace, e tanto.

    "Mi piace"

  • Bah, un disco mediocre. Il successivo un pò meglio, più che altro per la produzione che spingeva un pò di più. Comunque saranno anche un gruppo storico ma a me hanno sempre detto poco

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...