Monthly Archives: luglio 2018

Avere vent’anni: luglio 2018

VINTERSORG – Hedniskhjärtad Michele Romani: Ho sempre seguito con interesse la carriera di Andreas “Vintersorg” Hedlund, sia con la sua band madre che con i magnifici Otyg, il suo side project prettamente folk metal forse abbandonato troppo presto. Vintersorg invece fortunatamente è ancora in attività, e dopo un periodo di sperimentazioni ha deciso di ritornare parzialmente all’antico con la seconda

Continua a leggere

‘Frozen’, l’album da ascoltare nella cella frigorifera

Sono affezionatissimo a questo album che per anni ho considerato il migliore dei Sentenced. Sbagliando, ovviamente col senno di poi. Diciamo che l’ho considerato tale anche dopo aver scoperto Amok, sbagliando al quadrato. Amok in una dimensione parallela a questa ha avuto un destino ben diverso. In quella realtà, nella quale in questo momento i Sentenced esistono e spaccano ancora

Continua a leggere

Avere vent’anni: DIMMU BORGIR – Godless Savage Garden

Non sono solito dare molta importanza agli EP, anche se con alcuni di essi si capisce perfettamente cosa sta accadendo o cosa accadrà presto alla band che ne pubblica uno. Con i Dimmu Borgir, reduci dal successo – enorme e meritato – ottenuto con Enthrone Darkness Triumphant, vennero fuori alcuni aspetti che avevano dell’inquietante: in primis stava arrivando Mustis e

Continua a leggere
« Vecchi articoli