Skip to content

Avere vent’anni: SATYRICON – Megiddo

28 settembre 2017


Cara redazione,
il mio aguzzino si chiama Roberto. Mi ha avvicinato qualche mese fa, molto disponibile all’apparenza, e approfittando del fatto che leggevo Metal Skunk e che ero un ex-webzinaro pentito degli anni duemila, mi ha chiesto di entrarci. L’impatto iniziale è stato molto buono, anche se c’era una persona che si faceva chiamare Masticatore che mi ha sempre messo una certa inquietudine, portandomi in breve alla colite nervosa e conseguente gastroscopia per escludere la presenza di polipi.

Poi le cose sono peggiorate: come tutti gli anni hanno iniziato a uscire dischi di merda di cui nessuno vorrebbe scrivere, e Roberto con insistenti messaggi mi comunicava di ritenere che fossi la persona più adatta a recensirli. Il ricatto era la pubblicazione di quella foto del 2004 con lo storione in mano preso in un lago chiaramente artificiale, in cui ero un pischello che si era appena tagliato i capelli per motivi lavorativi in una maniera troppo simile a certi Oasis, vestito come un ragazzino ceceno di quelli che girano fra le rovine con la maglia di Pellè senza avere chiara idea di come tiri i rigori, e di dove giochi.

Ma a tutto c’è un limite ed è per questo che mi rivolgo a voi con la presente missiva. Dopo una settimana di apparente tregua, i messaggi dell’ aguzzino sono ripresi. L’ultimo, testuali parole, riportava severamente: MEGGHIDDO. Perdonatelo, i documenti falsi parlano di un cittadino di Milano, ma tutti sanno come stanno in realtà le cose. 

Vi stavo dicendo che i Satyricon, a cavallo fra gli ultimi due dischi sensati della loro carriera hanno realizzato due EP di quattro tracce ciascuno, il primo poco dopo Nemesis Divina come per dire “scordatevi che il prossimo album suoni come quando ci avete amato“, il secondo – Intermezzo II – una ghiotta anticipazione del sound di Rebel Extravaganza, con singolo annesso di A Moment Of Clarity ed il chiaro intento di fare incazzare ancor più i fan.

Megiddo è uno di quei dischi che puoi acquistare solo se ti è presa davvero troppo bene per un gruppo, e i Satyricon questo lo sapevano. Contiene una riedizione di The Dawn Of A New Age firmata Apoptygma Berzerk semplicemente folle, ma che non ho mai adorato, una di un classico di Dark Medieval Times rinominato Night Of Divine Power che riporta l’elettronica alle atmosfere cupe di The Shadowthrone, ed in coda una live version di Forhekset con una qualità davvero infima per come Nemesis Divina suonasse troppo bene nel 1996. Infine, una buona cover di Orgasmatron comunque inferiore a quella totale, definitiva effettuata dai Sepultura pochi anni prima.

Non c’è nient’altro da dire su Megiddo, se non il fatto che l’unico senso logico avuto da questi due EP è stato quello di ammortizzare il passaggio da un capolavoro maturo del black metal come Nemesis Divina, ad un album oltranzista ma sperimentale come il suo successore. Saranno gli anni -brevi ma intensi- dei Thorns, e certe cose funzioneranno alla grande senza però essere comprese alla svelta.

Poi i Satyricon pubblicheranno cose ingiustificabili per una quindicina d’anni, e non è questione di stile. (Marco Belardi)

4 commenti leave one →
  1. nekro permalink
    28 settembre 2017 17:04

    Tutto giusto

    Mi piace

  2. ignis permalink
    29 settembre 2017 01:34

    Avreste dovuto celebrare i vent’anni della VHS di “Mother North” (1996), altro che balle. Comunque, forse, domani me li vado a vedere dal vivo.

    Mi piace

  3. ignis permalink
    1 ottobre 2017 13:20

    Pensate che, a Londra, i Satyricon hanno suonato in un locale che si pubblicizza come “The World’s Most Famous Gay Nightclub”.

    Liked by 1 persona

    • Charles permalink
      2 ottobre 2017 09:46

      locale appropriato per la “World’s Most Famous Gay Black Metal Band”

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: