Monthly Archives: aprile 2015

ENFORCER – From Beyond (Nuclear Blast)

Dopo quella autentica palla di fuoco di Death by Fire, ecco finalmente il suo successore, attesissimo (almeno da me) per constatare se gli Enforcer avessero abbassato il tiro rispetto al disco precedente, come capitò in passato col pur buono Diamonds. La band svedese sembra infatti seguire un cammino evolutivo di picchi e picchiate (non necessariamente in senso negativo), fatto di

Continua a leggere

Il doom prima del doom: BEDEMON – Child of Darkness (Relapse)

Vabè, lui comunque è un gallo. “No”, interviene il gallo, come un vilipendio del cadavere di Dio. No cosa? Non sei un gallo? “No”. E chi sei? Er Diavolo? La Morte? I Bedemon? “No”. Spaccano i Bedemon. (Svart Jugend, Er gallo che te se frega) Bobby Liebling la chiamava “Ram Family”. Era tutto il giro di musicisti e varia umanità

Continua a leggere

Roadburn Festival 2015: 9-12 aprile, Tilburg, Olanda

Il primo vero highlight della trasferta olandese lo regala Mr. Roberto “Trainspotting” Bargone intorno alle 9.30 del giovedì mattina quando si è ancora in aeroporto. Un messaggio in chat seguito da telefonata delirante con poche e confuse informazioni dalle quali sembrerebbe che uno dei biglietti del festival non sia mai stato acquistato. Non il treno, l’alloggio o la macchina, proprio

Continua a leggere

Phil Rudd confessa, rischia fino a sette anni

Delle antipatiche disavventure legali che hanno coinvolto Phil Rudd, costringendo gli Ac/Dc a riesumare Chris Slade per quello che sarà probabilmente il loro ultimo tour, abbiamo già scritto più volte. Dopo essere stato prosciolto dall’accusa più grave (quella di tentato omicidio per procura), il batterista si è recato ieri presso il tribunale di Tauranga, in Nuova Zelanda, per rispondere delle imputazioni

Continua a leggere

Assaggini: PARADISE LOST

Ammetto di essermi perso per strada i Paradise Lost ormai da qualche anno. L’ultimo loro disco che ho ascoltato in modo approfondito (apprezzandolo non poco, per inciso) è quel Faith Divides Us, Death Unites Us che tutt’ora mi sparo con piacere di tanto in tanto. Tragic Idol non l’ho sentito nemmeno per sbaglio e così tutto il resto del materiale dal

Continua a leggere
« Vecchi articoli Recent Entries »