Ribaltare crocifissi con i DARKTHRONE

darkthrone_fenriz

Il primo atto che ogni liceale metallaro che si rispetti compie appena parte una nuova okkupazione è girarsi tutte le aule e rovesciare i crocifissi (o sostituirli con un foglietto con scritto torno subito), in ossequio a quella blasfema forma di goliardia intrinseca a ogni giovane adoratore del Demonio che si rispetti. Una pratica immortale che da oggi ha anche una colonna sonora. Spariamoci dunque Leave No Cross Unturned, prima anticipazione di The Underground Resistance, il sedicesimo album dei Darkthrone, fuori su Peaceville il 26 febbraio:

Il pezzo prosegue il recupero delle sonorità ottantiane più primordiali e intransigenti iniziato con F.O.A.D., un viaggio all’indietro nel tempo che si muove a zig zag tra commovente recupero filologico e inveterata fuck you attitude. Il riffing è inconfondibile ma la componente NWOBHM appare sempre più soverchiante. Ci troviamo catapultati all’improvviso nella stanza di Fenriz, che ci mostra fiero la sua collezione di vinili mentre scoreggia e ci stappa un’altra birra. I tempi della deriva hardcore/thrash di Hate Them appaiono lontani quanto quelli di Under A Funeral Moon, ed è impossibile non ammirare una band che sembra l’incarnazione più compiuta del concetto di gruppo che fa quel che cazzo gli pare. I Darkthrone sono un colossale dito medio rivolto a tutte quelle fasce di pubblico che si sono avvicinate al black metal troppo tardi e partendo troppo da lontano per non fraintenderne del tutto lo spirito, dagli indiboi spocchiosi (gente che inorridirebbe all’ascolto di una Canadian Metal) in cerca di livelli di lettura implausibili in un genere che viene (anche) da Venom e Hellhammer, fino ai misantropi da cameretta per i quali nazionalsocialismo fa rima con nerdismo. They call their metal black ma, si sa, it’s just spastic, lame and weak. Noi invece stiamo con Fenriz e ci facciamo l’ennesimo goccio con gli Angel Witch di sottofondo.

18 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...