Vai al contenuto

I SÓLSTAFIR e i videoclip d’autore

22 gennaio 2012

Un’era geologica televisiva fa Matt Groening si prese bellamente gioco della crescente moda di far girare spot pubblicitari o episodi di serie televisive a registi di grande successo, facendo virtualmente dirigere ad Oliver Stone un episodio di Grattachecca e Fichetto . Da quel dì qualsiasi materiale filmico dalle eccessive quanto fuori luogo velleità autoriali è automaticamente diventato “… Diretto da Oliver Stone” nella mia percezione individuale. Oltretutto lo standard del videoclip metal è stato per anni questo o questo, perché tanto in tv non sarebbero mai passati e a nessuno ancora passava per la testa che di lì a qualche tempo sarebbe nato un enorme contenitore video che avrebbe marchiato indelebilmente a fuoco i colpevoli di abomini simili.

Tutto questo per dire che è uscito il videoclip di Fjara, il miglior pezzo dell’ultimo disco dei Sólstafir che, a sua volta, è il miglior disco del 2011 nella mia personale classifica e che presenta una di quelle trame intricate fatte di sottotesti e riferimenti cinefili che nessun metallaro vorrebbe mai trovarsi di fronte. Il video è diretto da Bowen Staines e da Gunnar “Gussi” Guðbjörnsson, uno che ha girato una webserie di successo in Islanda e vede come protagonista l’attrice Rebekka Kolbeinsdóttir, che sulla sua pagina Facebook rende visibili solo due informazioni su di lei : è donna ed è cristiana. La giovane cammina su una spiaggia ed in altri scenari islandesi (probabilmente le stesse location del video di Glósóli dei Sigur Rós) trascinandosi dietro una bara manco fosse Django, poi compaiono membri del gruppo a caso, alternati da flash onirico-citologici e infine arriva Tryggvason vestito come Zucchero che la abbraccia. La soluzione è nel mezzo. (Matteo Ferri)

5 commenti leave one →
  1. Caribbeanfrost permalink
    22 gennaio 2012 13:23

    Il messaggio del video potrebbe essere che nel corso della vita ognuno di noi si trascina dietro le preoccupazioni riguardo la morte, rovinandosi l’esistenza, unicamente per poi morire comunque come un mona.

    "Mi piace"

  2. 22 gennaio 2012 16:14

    django lo vedevo un pò più a suo agio con la bara appresso…

    "Mi piace"

  3. Charles permalink
    23 gennaio 2012 19:33

    non mi hanno proprio esaltato. l’album ha un paio di ottimi brani, come quello del video. ma nel complesso troppo incoerente. certo non banale. cmq andate in islanda. ogni metallaro che si rispetti deve andare in islanda

    "Mi piace"

Trackbacks

  1. Musica di un certo livello #19: NACHTMYSTIUM, SOLSTAFIR, EMPYRIUM | Metal Skunk
  2. Gli islandesi sono belli: SÓLSTAFIR – Berdreyminn | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: