Vai al contenuto

Le Prussian Blue scoprono la marijuana e rinnegano la razza ariana

22 luglio 2011
Prima erano così. Poi hanno scoperto le canne

C’erano una volta in America, non tanto tempo fa, due graziose gemelline bionde chiamate Lynx e Lamb Gaede. La loro madre non era né una principessa né una strega cattiva, bensì una squilibrata neonazista che, dopo averle ritirate da scuola per evitare che stringessero amicizia con gente che aveva il colore della pelle diverso dal loro ed averle educate ai sani valori di un tempo come la supremazia della razza ariana (che, come è noto a chiunque abbia letto il Mein Kampf, trova in Bakersfield, California, la sua massima espressione) e il white pride, decise di lanciarle nel music business e di farle esibire in duetto sotto il nome di Prussian Blue (moniker che può essere riferito sia al colore degli occhi inequivocabile segno di discendenza indoeuropea che all’acido prussico residuato dello Zyklon-B). Armate di chitarre e violino, le due fanciulle, che hanno appena undici anni, riscuotono subito un enorme successo tra adepti del Ku-Klux-Klan e spazzatura bianca assortita pubblicando due imperdibili album, Fragment Of The Future e The Path We Chose, contenenti graziose hit indie-folk dai titoli accattivanti come Aryan Man Awake e Hate For Hate e cover di imprescindibili evergreen come Skinhead Boy degli SkrewDriver e l’inno della Wehrmacht Panzerlied. I loro concerti sono sempre sold-out e riescono addirittura ad andare in tour in Europa nel 2007, grazie anche all’interessamento del Npd, ovvero il partito neonazista tedesco, che si occuperà anche della pubblicazione nel vecchio continente della fondamentale compilation For The Fatherland. Nel frattempo rilasciano memorabili interviste dove, con la maturità di giudizio propria dei preadolescenti americani che non sono andati a scuola, spiegano che Hitler era una brava persona, che l’olocausto è una montatura messa su per far fare soldi a Spielberg e che le squadre di soccorso intervenute a New Orleans dopo l’uragano Katrina avrebbero dovuto occuparsi solo dei visi pallidi e lasciar annegare i negracci. Ovviamente i corrotti liberal californiani iniziano a picchettare i loro show, come se ci fosse qualcosa di sbagliato nel plagiare con ideologie da ricovero delle bambine inermi negando loro un’educazione e una vita normale e trasformandole in fenomeni da baraccone (perché, ok, la storia di per se è allucinante e tristissima ma da questa parte dell’oceano con il video di Victory Day ci siamo fatti le meglio risate) allo scopo di alzare qualche soldo da un pubblico di bovari razzisti che, nel tempo libero non impiegato facendo sesso con le sorelle e gli animali da cortile, ostentano svastiche e discettano di orgoglio ariano pur avendo serie difficoltà a localizzare la Germania su una cartina geografica. La signora April Gaede decide allora di riparare in Montana (ovvero l’antica terra di Thule abitata dagli Iperborei secondo quanto si legge nell’edizione integrale dei Protocolli dei Savi di Sion conservata nella biblioteca vaticana insieme al Necronomicon e alla ricetta segreta della Coca Cola) con la prole perché la California “non è abbastanza bianca”. Poi accade qualcosa che cambia la loro vita per sempre.

Durante il primo anno di scuole superiori Lynx si ammala seriamente. Le viene asportato un tumore dalla spalla e soffre di conati di vomito continui (probabilmente perché finalmente si rende conto di come aveva speso anni che avrebbe dovuto dedicare alle bambole e ai cartoni animati giapponesi). Per alleviare la sofferenza inizia a fumare erba, che le viene prescritta a scopo medico. Subito dopo anche la sorella chiede e ottiene la marijuana card, denunciando dei sintomi un po’ troppo vaghi (inappetenza e stress emotivo) per non dare adito a qualche sospetto. Da questo momento non saranno più le stesse. “Ci consideriamo liberal adesso – hanno spiegato al Daily Mail – da bambine dicevamo cose delle quali non ci rendevamo nemmeno conto, eravamo state sempre a casa a giocare con le capre”. “Sono stupefatta da quante culture differenti esistano, è meraviglioso, il fatto che ci siano così tanti popoli e luoghi diversi mi rende fiera dell’umanità” ha aggiunto Lynx, con una luce nuova negli occhi (rossa, per la precisione). “La marijuana mi ha salvato la vita” ha concluso. Più di quanto tu creda, ragazza mia. Benvenuta nel club. (Ciccio Russo)

26 commenti leave one →
  1. funambolo permalink
    22 luglio 2011 11:51

    ….con una luce nuova negli occhi (rossa per la precisione)

    Idolo

    Mi piace

  2. Loki permalink
    22 luglio 2011 13:16

    Le voglio al concerto dei Cannabis Corpse e con due senegalesi come fidanzati, e voglio il primo piano della faccia della madre…

    Mi piace

    • Valeria permalink
      14 dicembre 2014 21:04

      Io voglio che le figlie di 50 Cente e le nipoti di Bob Marley vadino al concerto degli Slayer con i fidanzati bianchi seguaci degli Skrewdriver e i figli maschi con i fidanzati ebrei filosionisti, voglio vedere le facce degli omofobi,maschilisti e razzisti rasta e dei nigga, ci sarebbe da farsi 4 risate… Chissà che per una volta i nigga, invece di scoparsi le sorelle e le madri e di nascosto i padri e i fratelli, visto che essendo omofobi, i rapper, i nigga e i rasta sono tutti gay repressi e frustrati( per quello si chiamano tutti fratelli :D ) oltre che i loro pitbull aprano un pò la mente, speriamo !

      Peace and love, Stop razzismo, stop a tutti i razzismi !

      Mi piace

      • 15 dicembre 2014 10:57

        è uno dei modi per raggiungere La Via Culturale al Socialismo (TM) [https://www.facebook.com/VCSocialism?fref=ts]

        Mi piace

  3. 22 luglio 2011 14:09

    per la serie American History X non era solo un film…..daltronde negli iuessei ci sono ancora stati ove nelle scuole e’ insegnato il creazionismo, si proprio il creazionismo biblico non quella barzelletta antiscientifica del disegno intelligente, in luogo del darwinismo…

    Mi piace

  4. 22 luglio 2011 15:50

    Per la serie, il mio professore di Chimica al Liceo aveva ragione, concludo con una sua celebre citazione pronunciata in un celebre discorso di fine anni, così disse “alla ricerca forse dell’erba della felicità, grazie.”

    Mi piace

  5. sergente kabukiman permalink
    22 luglio 2011 16:47

    la madre stae fiacca

    Mi piace

  6. 22 luglio 2011 17:06

    hail the leaf

    Mi piace

  7. 22 luglio 2011 18:20

    Altro che Hail Hitler, Hail the Leaf sempre e comunque.

    Mi piace

  8. nico78 permalink
    22 luglio 2011 18:57

    tnt volte la droga fa miracoli complimenti!

    Mi piace

  9. 22 luglio 2011 20:01

    questa ci azzecca sempre

    Mi piace

  10. 22 luglio 2011 22:23

    Poi uno si stupisce se tra le chiavi di ricerca c’è:

    “arrestato russo francesco per fumo 2011”

    :D

    Mi piace

  11. Satellite 15 permalink
    24 luglio 2011 20:22

    Forse fanno ancora in tempo a salvarsi dal club dello zio Adolfo. Sperando che almeno i recenti fatti di cronaca in Norvegia insegnino qualcosa a chi vede ancora il mondo in bianco e nero.

    Mi piace

  12. 25 luglio 2011 15:33

    Con l’ultima frase consegnerei pure il Pulitzer a Ciccio.

    Mi piace

  13. Trollo Trollisi permalink
    16 gennaio 2012 18:37

    Siete un ammasso di ignoranti. Avere rispetto per le altre culture non significa farle proprie.
    E, per inciso, sicuramente la metà di voi sono degli imbecilli che fumano la cannabis perchè “Minchia FLOOW, yeah bro”. Pietosi. Non vale la pena spendere nemmeno una parola per persone come voi, Hitler sarà stato un pazzo assassino, ma era un intellettuale che la gente come voi la mangiava a colazione.
    P.s. Certo, il pulitzer per un articolo su due bimbeminchia che si fanno le canne. Perchè non scrivete un articolo su come la società capitalista che i totalitarismi hanno sempre aborrato ci sta stuprando ogni giorno di più?
    Fetecchie ignoranti.

    Mi piace

  14. 17 gennaio 2012 11:53

    lol, “Trollo Trollisi”

    Mi piace

  15. Cazzo grosso permalink
    18 ottobre 2012 02:36

    Mi viene da vomitare, rivoglio le Prussian !!!!!

    Mi piace

Trackbacks

  1. Il satanismo funziona, te lo dice Dave Mustaine « Metal Shock
  2. "Le Prussian Blue scoprono la marijuana e rinnegano la razza ariana" - Stormfront

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: