Skip to content

AVANTASIA – Angel Of Babylon // The Wicked Symphony (Nuclear Blast)

4 maggio 2010

Sinceramente quando uscì The Metal Opera part II non credevo ci sarebbero stati altri dischi a nome Avantasia. Così, del resto, lasciava anche intendere Sammet. Nel frattempo gli Edguy abbandonavano gradualmente il power metal tedesco (che fa rima con cartoonesco) degli inizi per spostarsi su sonorità più rockeggianti e, addirittura, americane. Quindi l’annuncio di The Scarecrow, qualche anno fa, mi prese totalmente alla sprovvista: i due Metal Opera erano per me il manifesto del gay metal duro e puro, la degenerazione della sovraesposizione del power metal a cavallo tra i due decenni passati, la fusione disperata di Stratovarius e primi Helloween, con la velocità di esecuzione e l’epicità kitsch dei primi e le filastrocche gioiose dei secondi, senza i contrappesi (rispettivamente lo spleen autodistruttivo e l’attitudine eighties) che contestualizzavano quegli elementi e rendevano quei due gruppi così amati e unici.

Insomma, The Scarecrow fu una delusione. O quantomeno questo è ciò che ricordo, visto che non lo ascolto da poco dopo la sua uscita. Ho lasciato uno spazietto nella memoria solo per il singolo Lost In Space, efficacissima canzoncina canticchiabile sotto alla doccia specialmente nella versione lunga con Kiske alla voce. Il fatto è che gli Avantasia erano diventati qualcosa di molto diverso, cioè la valvola di sfogo di tutte le pulsioni operistiche di Tobias Sammet a fronte di un percorso musicale della creatura principale (gli Edguy) che non poteva più lasciare spazio a codesti fronzoli. Ora questi due dischi, usciti a distanza di un giorno dall’altro e venduti separatamente. Il tiro è leggermente deviato: adesso il concept è decisamente più eterogeneo, anche se paradossalmente è ancora più chiaro quanto tutto ciò sia una valvola di sfogo dell’eclettico Tobias.

Si può parlare di due gruppi di canzoni, prescindendo dal genere: quelle in cui è Sammet a fare la parte dell’istrione con gli altri cantanti a fargli da spalla, e quelle ritagliate sul guest vocalist. Queste ultime sono decisamente più interessanti, e rivelano come la vena creativa del Nostro sia ancora incredibilmente fertile, dopo quindici anni sulle scene. In Angel Of Babylon ci sono almeno tre pezzi clamorosi, e tutti monopolizzati dal cantante ospite: Death Is Just A Feeling, toccante ballatone elettrico interpretato da Jon Oliva; Symphony Of Life, con al microfono la sola Cloudy Yang, che richiama i Within Temptation; la conclusiva Journey To Arcadia, affresco bucolico cucito su misura per Bob Catley. I pezzi più canonici, quelli con Kiske, sono anche i meno memorabili (Kiske nella mente di Sammet è prigioniero di una gabbia bidimensionale che gli permette di cantare a vita solo Eagle Fly Free). Da segnalare anche un pezzo davvero eccessivamente omosessuale, Alone I Remember, che richiama certa roba AOR anni ’80 che si sente nei film americani quando i protagonisti vanno per sbaglio in un locale gay e tutti ridono perché si ritrovano a relazionarsi con baffoni vestiti di pelle con le chiappe scoperte.

The Wicked Symphony è decisamente più sottotono. Come concetto assomiglia di più a The Scarecrow, perché alcune composizioni tendono a essere eccessivamente lunghe, ad indulgere troppo in fraseggiamenti e cazzeggiamenti vari, e fondamentalmente ad assomigliarsi tra loro. Black Wings, ad esempio, con Ralf Zdiarstek alla voce, ha dei buoni spunti, belle distorsioni, un bel riff, ma è troppo annacquata, e stessa cosa per Scales Of Justice con nientemeno che Ripper Owens dietro al microfono, il cui talento è ancora una volta orribilmente sprecato (che senso ha avere Ripper e usarlo come fosse Ralf Scheepers?) ma questo, in fondo, dev’essere il suo destino. (barg)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: