TIMO TOLKKI come Majin Bu: “Dotto’ dotto’ ho la diarrea, posso fare il bagno?”

Probabilmente il povero medico messicano che ieri si è trovato a dover visitare Timo Tolkki affetto da una, purtroppo non letale, cacarella a spruzzo, si sarà sentito chiedere qualcosa del genere, magari in quel traballante inglese che il panzone alcolizzato più paparazzato del momento (FUCKING PAPARAZZIS) sfoggia quotidianamente su Facebook con la grazia che lo caratterizza. Fedele al giuramento di Ippocrate, dopo averlo visitato e avergli prescritto delle iniezioni, il medico si è fatto pure fotografare mentre gli pratica la procedura, col sorridente tricheco finlandese sdraiato su un lettino.

Qui sopra potete vedere mentre gli buca una delle enormi chiappone, le stesse che hanno visto Claudia Pearl e qualche altra sfigata, magari a pagamento o con la promessa di chissà quali contratti discografici, dischi e giri attorno al mondo – che tanto stringi stringi, e manco troppo, è proprio la stessa cosa. Peccato che quando l’ha bucato non è esploso, che non è scomparso in un boato di sangue e merda, una deflagrazione il cui eco arrivasse fino a noi, fino a quella stracazzo di Finlandia che pure gli ha dato i natali quell’infausto giorno di cinquanta e rotti anni fa, quale monito di quel vecchio adagio che recita “chi mal vive, mal muore“.

La stessa espressione del vecchio ubriacone nei film western di Bud Spencer

Amici del metal, mi credete se vi confesso che non riesco più ad ascoltare mezza nota di Episode o di Twilight Time, o di Dreamspace? Vorrei cavarmeli dalla memoria, far finta che non siano mai stati incisi e non ci riesco. Certo, comunque non sono dischi che ascolto tutti i sacrosanti giorni, però li ho amati, tanti anni fa per me hanno significato molto, ma adesso so che li ha scritti un cerebroguasto ubriacone ciucco dalla mattina alla sera, puttaniere, perdigiorno e col vizio di minacciare il suicidio se non scopa. Capito? Questo scrive “GIODBYE EVERIBODTS” alla cazzo di cane quando una, per quanto dedita al meretricio e stupida come una scatoletta di tonno vuota, dopo un po’ capisce l’antifona a se ne ritorna in Messico. Io non volevo saperlo. E no, non è “ma ha anche dei difetti“, non c’è un cazzo da ridere se uno si piscia e caca addosso perché non ce la fa.

Starete probabilmente pensando che vent’anni fa Timo Tolkki era un’altra persona ma non sono d’accordo: se è arrivato a stare come sta vuol dire, molto banalmente, che è evoluto, non involuto, è che questa è la sua forma ultima, come un Majin Bu al contrario. Cioè, non è che prima fosse un’altra persona: era giusto più giovane, e quando sei giovane, specialmente nel magico mondo del rock n’roll, certe robe fuori dalla grazia di Dio paiono meno gravi, o più scusabili. Al limite uno ti certifica che sei bipolare e passa tutto in cavalleria, ma non si tratta di bipolarità o depressione: è che ci sei nato così, sei un animale, un porco nella fattispecie, e se prima erano eccessi e dischi, adesso sono finiti i dischi e sono rimasti giusto gli eccessi. Fanno ridere? No. Fanno pena? Neanche, no. Fanno schifo, questa roba fa schifo, e se penso che questo ha scritto Night Time Eclipse vi giuro che mi viene da vomitare. Se quel messicano fosse stato un medico serio e competente alla domanda “Dotto’ Dotto’ ho la diarrea, posso fare il bagno?“, avrebbe riposto “Come no, se riesci a riempire la vasca. Magari ti ci affoghi“. E se questo fosse un mondo giusto, dovrebbe andare proprio così. (Cesare Carrozzi)

9 commenti

  • Ho dovuto metterlo in pausa per 30 giorni su Facebook perchè mi mandava veramente a male

    "Mi piace"

  • “purtroppo non letale”…..
    augurare la morte ad una persona malata di bipolarismo, fa capire il tuo spessore, herr carrozzi….
    Personalmente scherzo su tutto, ma certi limiti non andrebbero violati.
    Just my two cents.

    "Mi piace"

  • Poveraccio, fa una pena. Io non me li sono mai ascoltati di striscio, anzi, li trovo detestabili, ma quest’uomo ha fatto la storia del metal.

    "Mi piace"

  • Carrozzi che prova a fare il Messicano…

    "Mi piace"

  • “La nostra realtà è tragica solo per un quarto. Il resto è comico. Sì può ridere su QUASI TUTTO”.

    Ecco, questo è uno di quei casi in cui da ridere non c’è un cazzo. Soprattutto per il taglio stupidamente cattivo dell’articolo. Vaffanculo Carrozzò. Tra l’altro qual è il vero cicciardone abruzzese dai gusti musicali di un truzzo adolescente?
    Questo?
    O questo?
    https://metalskunk.com/2018/10/20/destiny-timo-tolkki-per-lultima-volta-nella-stratosfera/

    "Mi piace"

    • Cesare Carrozzi

      Faccio uno strappo alla regola e ti rispondo, anche se, ovviamente, tu non capirai un cazzo e risulterà del tutto controproducente. Ma stamattina va così. Quell’articolo è di quasi due anni fa, io di Timo Tolkki non avevo più notizie da più di dieci anni e della sua vita personale non ne sapevo alcunché, tranne che, pare, fosse affetto da una sidrome bipolare (o magari era ciclotimia, o altro, diciamo che mi sono attenuto a quanto noto). Timo Tolkki è uno che non sta male affatto, a parte diarrea e la voglia di fregna a basso costo. Poverino un cazzo, e non sto scherzando nell’articolo. Non voglio far ridere. Si approfitta (o prova ad approfittarsi) delle persone, scientificamente, metodicamente, non c’è nessuna malattia o disturbo dell’umore dietro, ma tanto calcolo, seppure con i risultati che sappiamo perché, purtroppo per lui, non è certo un genio e quei pochi neuroni sono pure finiti sotto spirito. Ti spiego meglio: uno che abbindola una ragazza con trent’anni meno (TRENTA ANNI) con promesse di notorietà, soldi, dischi e canzoni, se la scopa e poi quando lei se ne va il solito circo di fesserie per cinque minuti, salvo poi andarsene in giro per l’Europa a scrocco, non è che sta male per chissà quale patologia, è una merda. E’ una merda non perché si è degradato col tempo e la malattia e blablabla, no no, è una merda, molto banalmente ci è partito da lontano, e questo che possiamo vedere ora è quello che è Timo Tolkki senza quei vincoli sociali e di immagine di un musicista al massimo della fama nei suoi anni d’oro. Come ho scritto non è un’involuzione, anzi il contrario: è quando non hai freni inibitori che vieni fuori per quello che sei, e, mi ripeto, lui è la merda che è, al netto di tutte le patologie che gli si possano attribuire, vere o presunte. Quanto a te, il fatto che, al solito, salti sul carro dei coglioni a buttare i coriandoli non appena ne hai la possibilità, mi fa comunque sperare che tu abbia finito per fare altro nella vita, perché o non servi a un cazzo o finisci che fai malissimo, dato il mancato acume nel capire persone e cose. Alla meno peggio confido nella prima ipotesi.

      "Mi piace"

      • Mi occupo professionalmente di psicopatologia, bene o male che faccia non sta a me dirlo. E impatto spesso problemi di gravi disturbi dell’umore. Vedi, quando sei in acuzie psicotica, e ci sono casi di persone che ci entrano e ci escono anche nel giro di qualche giorno, i tratti di personalità e la psicosi affettiva di cui sei affetto non sono più distinguibili. Fai delle cose che normalmente non faresti. Ora, nessuno di noi due ha abbastanza elementi per discernere quanto le stronzate di Timo dipendano dal suo modo di essere o dalla malattia. Io ti dico che é probabile che senza farmaci uno con quel disturbo é soggetto a fare cose parecchio strane. Resta il fatto che ti ergi a paladino di ciò che è bene e ciò che è male. E quando arrivi a fare questo vuol dire che sei tu che hai un problema serio. Mio fratello, mio fratello ripeto, ha un disturbo bipolare. Tra l’altro.

        Piace a 2 people

  • non so….a me Timone fa ridere, non mi fa pena e non mi irrita, non fa del male a nessuno, nella storia con la tipa messicana non ci vedo nessuna cattiveria: lui sfrutta la notorietà per avere un po’ di gnocca, lei sta al gioco per farsi pubblicità nella scena….boh, cosa c’è di tanto strano? Non vorrete mica rompere la minchia con le cacate tipo weinstein e il MeToo? quanta ipocrisia, se fisicamente fossi una chiavica come lui, pure io sfrutterei le briciole della mia notorietà per chiavare gratis…

    Certo che il Bombolo finlandese oggi si è ridotto malino, mi ricorda uno di quei personaggi che nelle valli nord piemontesi dove abitavo giravano tutti i bar con la Panda 30 a cercare amici per farsi una bevuta a sbafo e che arrivavano a sera finendo a litigare con tutti perché importunavano la barista con frasi sconce.

    Perlomeno le sue imprese mettono un po’ di allegria in questi tempi cupi. Io spero ci regali nuove avventure ed esca pure un film del suo viaggio in Messico.

    "Mi piace"

  • Alberto Massidda

    Rigà, non potremmo stendere un dignitosissimo velo di silenzio?
    Questo genere di articoli, sebbene solletichino una certa zona pelosa all’altezza dello stomaco, sede delle nostre perversioni, non ci fa bene.

    Non ci fa bene perchè, volenti o nolenti, questi tizi hanno scritto le canzoni che amiamo. Ci hanno caratterizzato. Ci hanno fatto da modello sentimentale, hanno plasmato quello che proviamo in determinate situazioni e una certa visione del mondo.
    Non ci fa bene constatare che sono esseri umani mal rusciti dalla condotta, fuori da uno studio di registrazione, vomitevole.
    Non ci fa bene non avere dei modelli a cui ispirarci. Preferisco non sapere e pensare di potermi rifare a qualcuno che è stato in grado di scrivere cose artisticamente eccelse.

    Perchè, se anche ci crollano quei pochi poeti che sono riusciti ad ispirarci emozioni, che ci hanno salvati dal torpore esistenziale in cui saremmo altrimenti finiti a furia di subire mediocrità, allora davvero non c’è più speranza.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...