Skip to content

La finestra sul porcile: Alien Covenant

22 maggio 2017

Se dovete ancora vedere il film, non leggete questo articolo. Anzi, non andate proprio a vederlo, casomai.

Stramaledetto Ridley Scott. Alien era bellissimo (il primo, quello di fine anni ’70), tra l’altro, proprio perché l’astronave aliena, il tizio enorme col torace aperto e l’origine dell’Alien erano dei misteri irrisolti, che ti facevano sentire, molto lovecraftianamente, piccolo ed indifeso in un universo spaventoso, enorme, dove ci sono mostruosità al di là di qualsiasi immaginazione, quell’immaginazione che appunto ti si accendeva in testa prima di ritrovarti buttato a capofitto nell’orrore di quest’affare spaventosamente disumano alto due metri e mezzo tutto acidità, artigli e denti che uno ad uno si mangia i tizi dell’equipaggio, senza contare nei cattivi pure il cazzo di androide (o sintetico che dir si voglia), figlio di puttana inquietantissimo, che su direttive di questa fantomatica Compagnia deve prendere in custodia l’alieno anche a costo di sacrificare l’equipaggio e ‘sti cazzi muoiano tutti. D’altra parte nello spazio nessuno può sentirti urlare, no?  Ecco. Poi è arrivato Aliens di James Cameron, che è altro genere di pellicola comunque fica assai, e dopo il nulla di due sequel del cazzo e stronzate annesse, tipo Alien vs Predator 1 e 2 (due ne hanno fatti, mannaggia la puttana).

Senonché il nostro prode Ridley, invecchiato evidentemente male, si mette in testa di riscrivere la saga, o per meglio dire gli antefatti al film originale, ovvero: da dove viene l’astronave aliena? E l’alieno enorme col torace squarciato? E l’Alien da dove arriva? E io mi chiedo, invece, ma perché cazzo Ridley caro non hai girato un Robin Hood 2 con un’altra fantastica sequenza di battaglia finale sulla spiaggia coi nani sui pony che ad un certo punto arrivano perché, che cazzo, non ce li vuoi mettere i nani suoi pony in un film di Robin Hood? Perché ti è venuto in testa di inventare qualcosa che non aveva nessunissimo bisogno d’essere inventato?  Ma soprattutto, cazzo, le leggi le sceneggiature che ti scrivono, prima di filmare? Perché boh?, mi sa proprio di no. E d’altra parte che mi vado chiedendo pure io? Ho letto gente a cui ‘sto film piace, per dire. Appassionati di fantascienza e tutto, a cui magari è piaciuto pure quella merdata fumante di Prometheus, o forse quello un po’ meno ma questo TANTO. Tanto, capito? Madonna.

Allora: io non ho idea di cosa cazzo leggiate di fantascienza voialtri ma in nessun accidenti di libro di fantascienza DECENTE il comandante di una nave con duemila coloni addormentati a bordo devia dalla rotta stabilita per un pianeta sconosciuto sulla base di non si sa cosa se non di un segnale alla cazzo di cane. Va bene, il pianeta è più vicino di parecchio alla meta originale e parrebbe ospitale alla vita ma sette anni di viaggio per il pianeta da terraformare sono un battito di ciglia se te ne ritorni nel sonno criogenico, e comunque hai duemila anime a bordo e non è che prendi decisioni così avventate, sennò che cazzo di comandante sei, lo Schettino dello spazio profondo? Boh. Ma poi questi coglioni che sbarcano e mica indossano una cazzo di tuta col casco o che ne so, escono dalla navetta col poncho ed il cappellino da disagiati, manco fossero le Giovani Marmotte spaziali e non un equipaggio di gente cazzutissima e addestrata che magari s’immaginerà pure che l’atmosfera sarà sì respirabile ma che cazzo ne sai di che ci gira nell’aria, stiamoci accuorti uaglio’.  No. Si portano il mitra. Mi sta bene il mitra, mica no. Quello che non mi sta bene è che uno vede un tartufo spaziale e, cazzo, si avvicina con la faccia e lo TOCCA, e come esce quella polverina nera, che è poi l’agente patogeno, se la respira bello garrulo e felice. E mica stanno attenti a dove mettono i piedi oltretutto, macché, tutta vita, che ce frega a noialtri non ci attacca niente, c’abbiamo già la stupidite in forma grave.

E poi vabbé, si prosegue che ai primi casini arriva David sopravvissuto da Prometheus coi capelli lunghi (…) che lancia un bengala col culo e salva il gruppo spiegandogli che quello è il pianeta d’origine di questa razza di ingegneri della merda e che lui parcheggiando male l’astronave inavvertitamente ha dato una bottarella a una montagna (non c’erano i sensori di parcheggio, che poteva farci) ed ha rilasciato  senza volere questo agente patogeno che ha crepato tutti tranne lui, ma guarda un po’. E ci credono tutto il cazzo di film a David, fino ad arrivare all’inevitabile scontro col gemello buono arrivato con la spedizione, Walter, dove ne rimarrà solo uno che è quello ovviamente sbagliato, epperò a chi cazzo verrebbe mai in mente che Walter potesse essere in realtà David, sei matto? Ma ti pare? Tu gli chiedi ‘Sei Walter?’, quello risponde ‘Sì sì, tutt’apposto’, fino a quando non ti rimette nel criosonno e poco prima di perdere i sensi ti rendi conto che non sa una roba molto fondamentale e che pertanto non arriverai mai a destinazione, tu e questi altri duemila stronzi addormentati nella nave, solo che scivoli nel sonno e vabbé, vaffanculo, che film di merda, dai. Cosa cazzo vi è piaciuto, siete SCEMI come l’equipaggio della Covenant? Non so, boh. Evidentemente sì.

Caro ingegnere, la testa dovevi staccarla a lui.

Note positive: alla fine Fassbender è bravo, niente da dire. Il film si regge (o non si regge, meglio) tutto su di lui che comunque dà un’ottima prova di recitazione. Gli xenomorfi ovviamente sono fatti benissimo ma in ogni caso non così bene da far sfigurare quello del primo film. Diciamo che a livello di regia pura e semplice a Ridley Scott non è che si possano muovere appunti, la mano e l’esperienza comunque si riconoscono bene. Il problema sta tutto nella sceneggiatura scritta col culo, oltre che in voialtri cerebrospenti a cui il film è pure piaciuto. Perché, sicuro, ci sono andato pure io a vederlo, ma almeno ho la scusante d’essere un’ottimista della merda all’ultimo stadio e comunque col cazzo che andrò al prossimo: ottimista sì, stronzo proprio, bé, anche no. Eh oh. (Cesare Carrozzi)

24 commenti leave one →
  1. cattivone permalink
    22 maggio 2017 16:10

    Il primo Alien é del 1979. La scena del ritrovamento della navetta e delle uova per me é una delle migliori di tutto il film, col suo carico di mistero lasciava spazio a congetture di guerre galattiche tra razze aliene, un qualcosa di totalmente estraneo alla piccola, misera Terra in cui un equipaggio sfortunato si imbatte per caso (anche se non per caso).
    Trovare una risposta a COME si sia trovato lá quel relitto a me andrebbe pure bene, ma almeno troviamogli una spiegazione semplice, chiara e suggestiva. Giá Prometeus dava il mal di testa: quella roba nera che ingravida e si mischia con delle creature autoctone e mette in cinta una donna che dá vita ad un prototipo dell’alieno… ma che cazzo sto guardando? Che poi a me dal trailer il primo Prometeus aveva affascinato, con questa idea della traccia lasciata dagli Antichi (ingegneri? come li chiamano che non ricordo?) piaceva un sacco, ma l’esecuzione era terribile.
    Prometeus con l’equipaggio risicato e la minaccia sconosciuta voleva in qualche modo “riscrivere” Alien, questo con l’esercito e un gruppo numeroso di bestiacce voleva fare il verso al secondo, aspetto con ansia il prossimo che se giá l’ogiginale Alien3 era una discreta schifezza mi immagino cosa possa venirne fuori.

    Mi piace

  2. Matteo permalink
    22 maggio 2017 16:21

    Ma infatti, ma che cazzo ci sei andato a fare, al cinema…

    Mi piace

  3. 22 maggio 2017 18:09

    Meglio a te che a me.
    Grazie

    Liked by 1 persona

  4. MauriD permalink
    22 maggio 2017 19:16

    D’accordo in tutto e per tutto, queste pellicole ormai le si possono godere solo se si va al cinema con lo spirito di stare andando a guardare un porno. Sai cosa ti aspetta, sai quali saranno le inquadrature e cosa succederà, sai che NON è un film di fantascienza e sai che non terrai in considerazione la trama nel giudizio finale. Io alla fine non mi sono incazzato (e mi sono anche divertito, perché no) perché volevo solo vedere gli alien che squartavano la gente, e alla fine, come dice il Carrozzi, il film è girato bene.

    Mi piace

  5. Lorenzo (l'altro) permalink
    22 maggio 2017 22:23

    No, no, aspettate, Alien 3 è bello parecchio.

    Liked by 1 persona

  6. ignis permalink
    22 maggio 2017 23:11

    “Un perfetto organismo. La sua perfezione strutturale è pari solo alla sua ostilità […] Ammiro la sua purezza. Un superstite. Non offuscato da coscienza, rimorsi, o illusioni di moralità”.

    Liked by 2 people

  7. Saiga mk permalink
    23 maggio 2017 08:16

    Belin ma, se una mega nave spaziale capta delle interferenze e, altro non è se non Take me home di Denver, bisogna andare a controllare di corsa…:-). Travalica la fantascienza, si avvicina a Balle Spaziali…

    Mi piace

  8. ignis permalink
    23 maggio 2017 11:27

    Ma non potevano mandare un drone invece di sbarcare?

    Mi piace

  9. Nicolas permalink
    23 maggio 2017 11:32

    Ma la vera domanda è: perché tutti gli Alien devono avere per protagonista una scienziata bruttina? E passi per Sigourney Weaver (che aveva almeno personalità) ma, che cazzo, nel futuro tutte le scienziate spaziali che poi finiscono per prendere in mano la situazione e dare ordini agli altri devono assomigliare a Sigourney Weaver?!!! Imparate dal maestro Carpenter che in Ghosts of Mars ha messo quella gnoccolona bionda del primo Species a reggere la baracca! Oppure, basta, si cambia, metteteci un uomo…

    Mi piace

    • 23 maggio 2017 13:42

      Ma, infatti il VERO protagonista – come nel precedente – è David. Terminator docet..?!
      P.S.: Ripley, in origine, non era curiosa neanche un pò..

      Mi piace

    • sergente kabukiman permalink
      24 maggio 2017 16:36

      è vero comunque, in generale questo film ha un cast di 40 persone ma tutte a malapena accennate, io e il mio amico con cui sono andato al cinema a un certo punto abbiamo dovuto fare un conto-appello perchè non capivamo chi era nell’equipaggio, chi fosse morto, chi vivo eccetera..la scienziata anonima e senza carisma(weaver fece colpo perchè era una cazzuta, non perchè donna in quanto tale) è solo la punta dell’iceberg

      Mi piace

  10. 23 maggio 2017 13:43

    Ah, sul fatto che il film faccia cagare..non c’è alcun dubbio!

    Mi piace

  11. Sentenced84 permalink
    23 maggio 2017 22:15

    No proprio non ci siamo! Si possono condividere o meno tutte le critiche della recensione, ma non viene sottolineata la pecca più grande del film, ovvero lo xenomorfo in quanto tale, completamente snaturato rispetto alla natura da predatore che agisce tendendo agguati, perennemente nascosto e pronto a ghermire la propria preda sorpendendola alle spalle. Alien, il primo per intenderci, era perfetto perché quella macchina inarrestabile di morte poteva in qualsiasi momento uscire fuori da uno spazio buio, scendere dal soffitto o afferrarti dal basso…in più dava l’idea di essere quasi indistruttibile, quasi immortale, tutte caratteristiche assenti nel film, con i vari (2 xenomorfi puri) che vanno a zonzo e presentano un sangue acido nettamente inferiore rispetto alla norma. Detto questo, graficamente il film è impeccabile, scientificamente una mezza bomba con la parte nello spazio e quella di presentazione dell’esopianeta fatta benissimo, ok la storia è abbastanza prevedibile, bene o male sai sempre dove andrà a parare la trama, ma dal mio punto di vista ci si può passare ampiamente sopra… del resto io sono uno di quelli STRONZI a cui è piaciuto abbastanza, nulla a che vedere col primo, che per me è una pietra miliare da 10 ma nettamente meglio del terzo, quarto, crossover vari con i Predators e Prometheus…

    Mi piace

  12. ignis permalink
    24 maggio 2017 08:58

    Ma vi ricordate il ‘nostro’ Raoul Bova, archeologo nel primo “Alien vs. Predator”?

    Mi piace

  13. sergente kabukiman permalink
    24 maggio 2017 16:22

    pienamente d’accordo con cesare, sono uscito dal cinema con l’amaro in bocca e la fastidiosa sensazione di un film che poteva dare molto di più. dimentichi anche il capitano che come un coglione galattico guarda dentro le uova enormi degli alien nonostante 30 secondi prima il fassbender che ti offender gli aveva detto che sti cosi “hanno bisogno di una madre”. dio santo che equipaggio fatto a cazzo di cane. e gli scivoloni sulla chiazza di sangue a terra nella sala di infermeria? neanche stanlio e ollio dai..comunque in alcune scene gli alieni schifozosi sembra usciti da resident evil 6 per risoluzione e cura dei dettagli, e stiamo parlando di xbox 360 eh..

    Mi piace

  14. zacintos permalink
    28 maggio 2017 14:20

    Concordo con l’autore della recensione aggiungendo che le toppe sono peggio dei buchi della sceneggiatura precedente: Mi spiegate come la Shaw che andava in giro ancora con punti di sutura ha potuto recuperare il corpo di David (nà settantina di chili a occhio e croce) in un astronave distrutta dell’ingegnere e con un cazz di protomorfo stava lì di vedetta in attesa del prossimo spuntino pomeridiano? Ma come le ha fatte david le uova col pongo? Le ha covate come una gallina? Se l’è fatte spedire dalla perugina. Li mortacci vostri, davvero. Il pezzo peggiore finale di tutti è il finale: rigurgita fuori gli ovuli dallo stomaco come fosse uno spacciatore spaziale di cocaina.
    Ho visto il video dell’intervista di Scott su youtube è finalmente ho capito: mbriaco fradicio che non si reggeva in piedi. Potrebbe scrivere un film di se stesso: la storia di un vecchiaccio ubriacone arrogante e pieno di sè che vive all’ombra dei suoi antichi fasti.

    Mi piace

    • 28 maggio 2017 16:05

      in Prometheus, sul finale, si vede che lo xenomorfo nasceva dopo che la Shaw, completamente in forze (ma cosa cazzo si sarà mangiata per tornare sana come un pesce in un baleno ancora non capisco….un bibitone di ovomaltina, spinaci ed activia?), lasciava il pianeta con l’astronave degli Ingegneri Cane Spaziali.

      Mi piace

  15. 28 maggio 2017 15:59

    Col cazzo che ci ho speso i soldi per andare a vedere questo filmino al cinema! Ho atteso ed atteso ed alla fine l’ho SUBITO (dal verbo “subire”…non visto, ma subito!) in streaming…..alla fine siamo dalle parti di un episodio lungo di Stargate SG-1 (tra quelli con le sceneggiature a cazzo) ed un film dell’Asylum con un buon budget. Alla fine del film capisco James Franco e la sua prematura uscita di scena dallo stesso…..SPOILER: Ora, nel terzo film, voglio vedere come Scott mi spiegherà la Regina…..

    Mi piace

  16. gnarluzword696 permalink
    29 maggio 2017 15:15

    Comunque il comandante della nave spaziale Covenant è Ned Flanders, non ci sono dubbi….gli mancano i baffi ma è LUI!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: