Tag Archives: Septic Flesh

Avere vent’anni: SEPTIC FLESH – Revolution DNA

Zoon è stato il precursore, Sin/Pecado l’inizio, The Singles 86>98 le tavole della legge; Revolution DNA è la fine. Le escursioni nel gothic rock, i plagi ai Depeche Mode, provare a cantare invece che grugnire, sondare territori new wave, industrial, synthpop, suoni più soft nella speranza di sfondare nel circuito mainstream: dal primo gennaio 2000 il metal tornerà a essere

Continua a leggere

Avere vent’anni: marzo 1998

BEHEMOTH – Pandemonic Incantations Trainspotting: I Behemoth con il passare degli anni sono diventati una roba talmente brutta e scema che bisogna fare uno sforzo notevole per ricordarsi di quando erano un gruppo della madonna. Pandemonic Incantations, il loro terzo disco, era addirittura molto avanti rispetto alla sua epoca, con il suo black metal deathizzato e potente, una sorta di

Continua a leggere

Il mattino: SEPTICFLESH – Codex Omega

Uno dei grandi problemi nel recensire questo genere di gruppi è che molte volte potresti riassumere tutto con tre parole: “Sono i *nome gruppo*”. E con questo genere di gruppi intendo, per esempio, i Meshuggah dell’ultimo decennio, ma anche i Cannibal Corpse. Infatti ero quasi tentato di prendere la recensione di Luca Bonetta, copiarla, incollarla, fare giusto qualche piccolo aggiustamento

Continua a leggere

SEPTIC FLESH – Titan (Season Of Mist)

E insomma boh, l’anno scorso scrissi una recensione (anche se sarebbe più corretto parlare di un bagno di sangue) a proposito di Tetragrammaton, ultimo lavoro di quei pizzettari tamarri che rispondono al nome di The Monolith Deathcult. Non ricordo i termini esatti della recensione ma ricordo perfettamente i punti sui quali il mio fastidio si concentrò all’epoca ovvero: eccessiva pomposità, produzione finta quanto i video

Continua a leggere
« Vecchi articoli