Avere vent’anni: FUNERIS NOCTURNUM – Pure Satanic Blasphemy

Giusto vent’anni fa, dopo la demo dell’anno prima che li aveva fatti acclamare come new sensation e superlativi vari, arrivano al debutto i Funeris Nocturnum.

Sono finlandesi, escono per Woodcut Records e l’impatto visivo è ultra-evil-blasfemo-satanicissimo: secondo voi cosa suona(va)no? Esatto: fast black metal di chiara, chiarissima ispirazione Dark Funeral. Non solo e non sempre, però: c’è un sentore di Emperor nel brano Kuolontoive al limite del plagio, tanto che bisogna essere sordi per non accorgersene. Ma diciamo pure che sono i satanici satanisti di Secrets of the Black Arts ad aver dato una grossa spinta ai nostri pargoli per diventare una band e scrivere musica in proprio.

La formazione è a 6: voce, due chitarre, tastiere, basso e batteria. Uno dei due chitarristi (Grimord) ha militato anche nei contemporanei Alghazanth, questi ultimi molto più sinfonici e dalla carriera assai più duratura; bassista e cantante sono due dei fondatori dei famosissimi Swallow the Sun e ne fanno tuttora parte. Si può dire che questo gruppo sia stato una cantera di nuovi talenti.

Beh, i ragazzi sanno suonare eccome! Come tutti i nordici, sembra che siano nati con uno strumento in mano, e prima ancora di imparare a camminare questi qui probabilmente già maneggiavano tastiere, corde grosse e piccole, tasti bianchi e neri, piatti e rullanti come fossero dei veterani. Sarà qualcosa che gli mettono nell’acqua che bevono, vai a sapere.

Tutti i brani sono composti ed arrangiati con una maestria insolita per un gruppo così numeroso, nato da un anno appena e già sorprendentemente coeso. Così magari ti trovi ad ascoltare Three Steps Closer to the Truth, con quel delicato arpeggio che funge da intro un po’ in stile Sentenced seguito da sfuriate fast black metal appena mitigate da certe sezioni rallentate accompagnate da tastiere d’effetto; prevalentemente però i ragazzi pestano come delle furie e ci danno dentro come forsennati, esattamente come i loro mentori Dark Funeral, che rimangono la fonte del sapere da cui trarre insegnamento e guida lungo la strada per l’adorazione del Maligno.

L’impegno nel cercare di metterci del loro è lodevole e non va trascurato: non sono semplici cloni dei Dark Funeral, non fosse altro per la presenza delle tastiere. Resta comunque il fatto che, nonostante le alte velocità, la grande tensione e la costante ricerca dell’aggressività pura per esaltare la sensazione di blasfemia e malignità (cosa che gli riesce benissimo, visti i loro maestri), non c’è neanche un milligrammo di casino nei complessivi 42 minuti divisi in nove brani di cui si compone Pure Satanic Blasphemy.

Il disco è registrato alla perfezione e prodotto alla grande: ogni strumento ha il suo spazio, riconoscibile, apprezzabile ed amalgamato con tutti gli altri in modo eccellente, cosa che rende onore a questa piccola chicca dell’underground di parecchio tempo fa, magari sconosciuta ai più ma meritevole di essere scoperta… o riscoperta, se già c’eravate e l’avete lasciata passare. La sola title-track vale l’acquisto del CD, un gran pezzo senza dubbio: tirato, vario, melodico il giusto con dei gran riff che ti entrano in testa e che ne fanno uno dei migliori brani di sempre usciti in ambito fast black finlandese, ascoltate e approverete! Tutto l’album scorre veloce e potente e rompiculo: magari se siete in diversi a fare un po’ di festa mettendo i dischi nello stereo come si faceva una volta, innaffiati da qualche birra così siete presi bene, se vi sparate a palla Pure Satanic Blasphemy prevedo un gran bel pogo casalingo e sontuosi fanculo agli assembramenti, al coprifuoco e ai vicini di casa con la loro app “Infami” che rosicano alla grande, senza sapere cosa si stanno perdendo. (Griffar)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...