Thorsten il grassone, una saga viking metal – seconda parte

[Continua dalla prima parte]

Thorsten si risvegliò, confuso e con le braccia legate strette al busto, come un salame, in uno spiazzo erboso adiacente a una meravigliosa cascata luccicante, con la vegetazione rigogliosa tutt’intorno, illuminata dal sole mattutino.

Avrebbe pensato di trovarsi nel Valhalla, se non fosse che, al posto delle vergini, c’erano dozzine di vichinghi grassoni come lui, incatenati come lui.

Si alzò in piedi. Cercò di liberarsi, ma niente.

Chiese a un prigioniero vicino dove si trovassero. “Shhh silenzio, eccoli che arrivano!” – tagliò corto il vichingo, spaventato.

Infatti, in cima a una roccia, che troneggiava sullo spiazzo erboso, erano appena saliti due elfi, un maschio e una femmina: bellissimi, alti, magri, con delle silhouette invidiabili, ed entrambi stretti in delle comode calzamaglie.

Il maschio, con una voce argentina, prese la parola:

Innanzitutto voglio ringraziare i compagni del Collettivo Elfi Nutrizionisti Militanti per l’ottimo lavoro svolto. Ben trentasette grassoni quest’oggi. Una caccia grossa, non c’è che dire, complimenti!

Degli elfi silvani, bassetti e secchi (ma armati fino ai denti con bastoni, frecce e quant’altro) fecero capolino da dietro la schiena dell’elfo; si applaudirono da soli e scomparvero di nuovo.

L’elfo riprese: “Ora, come deciso in sede assembleare, il compito di farvi dimagrire spetta, in prima istanza, a me. Mi presento, sono Ludovico: capo, nonché fondatore ed unico membro, assieme a mia sorella Katia qui presente, dell’assemblea provinciale per il coordinamento degli Elfi Salutisti di Mandrrr, operante all’interno del progetto “In forma nel bosco”; realizzatosi quest’anno grazie solo ed esclusivamente alle gentili collette dei bravi cittadini che hanno creduto in noi e ci hanno sostenuto fin dall’inizio! Siete magnifici, tutto lo sport popolare vi ringrazia. Senza la vostra sinergia all’interno della progettualità d’intenti comune, non ce l’avremmo mai fatta. Non un passo indietro!”

Thorsten e gli altri grassoni prigionieri si guardavano perplessi, nel silenzio più totale.

L’elfo, sulla roccia, bevve un bicchiere d’acqua da un litro in un sorso solo, si scrocchiò mani e caviglie, e cominciò a saltellare: “E ora: corsa sul posto!

Thorsten guardò il prigioniero vicino che lo aveva zittito in precedenza: “Ma… cos’è, uno scherzo?”

“No no, che scherzo!” – rispose quello, mentre cominciava celermente l’esercizio – “una volta uno si è rifiutato e gli hanno sguinzagliato dietro Eytrx!”

“Ah. E chi è Eytrx? Un simpatico cagnetto?

“No, un drago!”

A quella risposta, Thorsten capì che la corsa sul posto non era poi questa gran punizione.

Andarono avanti così per ore ed ore, fino a sera tardi. Per la precisione fino a quando anche il più infaticabile grassone non cadde a terra stremato, sudato e in stato di morte apparente.

I due elfi sulla roccia se ne andarono, con un sorrisetto soddisfatto (ma maligno!) stampato in faccia, e lo spiazzo erboso venne avvolto dalla quiete e dall’oscurità.

Thorsten (che era caduto al suolo stremato già da un paio d’ore) si rigirava insofferente nel sonno. Poi, d’un tratto, gli sembrò di udire una voce femminile, flautata e sensuale, provenire dalla cascata.

Si affacciò: la cascata scorreva fitta, precipitando in un fiume di cui non si riusciva a scorgere nulla. Ma quella voce, anche se fioca, c’era, e diceva: “Thorsten… Thorsten, tesoro, vieni qui… rotola il tuo grasso fin quaggiù” – per poi ricominciare, sempre la stessa frase, sempre uguale.

Thorsten era come in trance: senza capir bene cosa stesse succedendo, rotolò il suo grasso sempre più vicino al bordo, ancora più vicino, ancora di più, finché non ebbe più terra sotto di sé e cadde giù, con un sonoro tuffo, nelle acque, nere come la notte. (Gabriele Traversa)

VAI ALLA TERZA PARTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...