Cari Watain, sicuri che ha stato Trump?

Come saprete, i Watain sono stati costretti a intraprendere il tour statunitense con Morbid Angel e Incantation con una formazione a quattro perché il chitarrista Pelle Forsberg è stato respinto dalla polizia di frontiera all’aeroporto di Atlanta e rispedito in Messico, dove si era recato in vacanza per il Dia de los muertos prima di ricongiungersi ai compagni. Pelle aveva fatto un biglietto di andata e ritorno per il giorno successivo perché – così ha spiegato – così costava meno. Il guaio è che tale stratagemma per risparmiare ha messo in allarme le guardie dato che il Messico non è proprio un posto tranquillissimo, soprattutto negli ultimi tempi. Che dovrà mai fare ‘sto capellone ad Atlanta, con un visto lavorativo per un mese e un biglietto di ritorno già per il giorno dopo? Lo fermano, lo interrogano, gli guardano nel telefono, le foto che trovano li spingono ad approfondire e si mettono a cercare su internet chi diavolo siano ‘sti benedetti Watain. Il risultato è che a Forsberg sarà impedito per cinque anni di entrare negli Stati Uniti.

Ora, non so se abbiate mai avuto a che fare con la Homeland Security. Ma vi assicuro che non sono esattamente persone dotate di larghe vedute e senso dell’umorismo, soprattutto dopo l’11 settembre. E le scelgono così apposta.

All’agente di turno quello che trova nel telefono di Pelle piace talmente poco che il nostro amico viene sbattuto per una notte in cella e l’intera band viene bloccata per un giorno, costringendola a cancellare la data di Houston. Vengono messi in mezzo manager e avvocati e il gruppo ci perde migliaia di dollari. “Pelle non aveva nulla di illegale nel suo telefono. Non si è comportato in maniera sospetta o provocatoria“, spiegano i Watain in un comunicato, “è dipeso tutto da un agente scorbutico a fine turno che non approvava l’aspetto di Pelle, la sua vita privata o il suo modo di esprimersi. Vorremmo ricordarvi che questa non è una storiaccia sovietica anni ’80, questa è la politica di frontiera gestita da Trump negli Usa di oggi. Questo è quello che succede quando un’imbecille scimmia cristiana e razzista governa la nazione e la ‘difende ad ogni costo’ da qualsiasi cosa possa essere considerata straniera e quindi inaccettabile e potenzialmente pericolosa“.

E quindi HA STATO TRUMP. Come coi Soviet Soviet. Ora, la politica migratoria di Trump (che è cristiano più o meno come Valentina Nappi è vergine) può avere sicuramente lati discutibili ed essere dibattuta a lungo ma non è che lo svedese Pelle Forsberg che va in vacanza in Messico e viene con un visto lavorativo per un mese accompagnato da un biglietto di ritorno per il giorno dopo può essere paragonato al poveraccio salvadoregno con le masserizie in spalla che si consegna ai trafficanti per sperare di passare la frontiera. È pure una mancanza di rispetto nei confronti del poveraccio salvadoregno e altri milioni come lui, a esser pignoli.

Con la Homeland Security queste stronzate accadono di continuo. È così e non ci puoi fare nulla. Non dico che sia una cosa bella o una cosa giusta, eh, ma devi essere preparato. Questa è gente che ti fa compilare un questionario dove devi specificare che non hai collaborato con i nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale anche se sei palesemente nato dopo il ’45. Ma che avranno mai trovato gli agenti nel telefono di Pelle? Ce lo spiega lui stesso:

“Tutte le carte e i visti erano a posto. Ma poi hanno iniziato a controllare il telefono per capire chi fossi. Dopo ciò, sono stato interrogato da quattro agenti diversi per sette ore. Dopodiché mi hanno chiesto di riempire un modulo nel quale ho risposto di sì alla domanda che chiedeva se fossi stato trattato male da un agente”.

Polemizzare con le forze dell’ordine non è MAI una buona idea, in qualsiasi nazione del mondo. A 37 anni dovresti saperlo.

Non ho nulla di illegale sul mio telefono e ho la fedina penale pulita. Di sicuro alcune foto possono essere disturbanti per la gente normale. Io non vivo una vita normale. Ci sono foto di me che vado in moto con amici che possono avere toppe di club discutibili“.

Negli Stati Uniti alcune gang di biker sono considerate dall’Fbi tra le peggiori minacce criminali sulla piazza e vengono pressoché assimilate alle formazioni terroriste. Quindi con certi marchi a Stoccolma puoi pure fare il matto ma con un agente americano è un po’ l’equivalente della polizia di Damasco che ti trova i video di propaganda dell’Isis.

“Ci sono foto di me che taglio la testa agli animali investiti”.

Ok che giocate a fare quelli cattivissimi e satanicissimi per impressionare i quindicenni ma questo è un passatempo che risulterà bizzarro anche a chi ha avuto un’educazione meridionale e ha fatto le scuole medie in compagnia di buzzurri figli di cugini di primo grado che consideravano torturare le bestie una delle cose più divertenti del mondo. Figurati alla Homeland Security. Voglio dire, come minchia deve reagire uno davanti a una foto di un tizio che decapita gli animali investiti? Magari pensa pure che li hai ammazzati apposta. E in Usa c’è gente molto suscettibile a queste cose. Mai letto ‘La notte che si persero il film horror‘ di Lansdale‘?

“Inoltre hanno, come ovvio, cercato ‘Watain’ su Google e sono incappati in quei bastardi teste di cazzo che ci accusano di essere di destra. Questa noiosa menzogna va avanti da un po’ e non mi ha certo aiutato in questa situazione“.

“Essere di destra” in teoria può pure voler dire che ti piace Reagan, Adenauer o Giolitti ma vabbé. Vero è che se cerchi “Watain” su Google uno dei primi risultati è la foto dove il loro ex chitarrista, l’ex Aborym Davide Totaro, fa il saluto un po’ degli anni ’20 un po’ romano, faccenduola dopo la quale il nostro connazionale fu cacciato dal gruppo e mi spiace per lui, perché immagino si beccasse abbastanza fregna in tour coi Watain, ma, diamine, lo sai che come idea non è proprio sveglissima dal punto di vista promozionale.

Qua a Metal Skunk siamo per la libertà di espressione e, per quel che mi frega, potete pure tatuarvi la svastica sul glande mentre fate lelicottero con luccello sul palco cantando Deutschland über alles, anzi, trovo pure sbagliatissimo che restiate inchiodati a una puttanata fatta da un vostro ex membro anni fa perché oggi con Google e gli smartphone ogni fesseria fatta in passato è destinata a perseguitarti per sempre. Non mi piace un mondo fatto così. Nel caso specifico, però, perché ve la prendete con il cattivo Trump come delle Ocasio-Cortez qualsiasi se poi esce fuori che la goccia che aveva fatto traboccare il vaso è che Pelle era stato preso per un nazi? Secondo il vostro ragionamento, adesso che alla Casa Bianca c’è una “scimmia razzista”, gli agenti – scambiando Pelle per un estremista di destra – avrebbero dovuto accoglierlo con grandi pacche sulle spalle dicendo: “Benvenuto, amico, immagino che lei sia venuto per impallinare qualche negro, ottimo, ottimo, se vuole le consigliamo pure il fucile giusto. White Power e onore a Jim Crow“. O no? Atlanta, peraltro, è una città a maggioranza afroamericana. Mi pare quindi molto probabile che l’agente di turno fosse un nero che aveva scambiato Forsberg per un biker razzista legato ai narcos e, per di più, stava particolarmente girato di coglioni perché un tizio in moto pochi giorni prima gli aveva investito il cane. Sia pur senza decapitarlo. (Ciccio Russo)

5 commenti

  • Non so a voi, ma questi cattivoni blackmetallers che si mettono a piagnucolare tirando in ballo Trump o la religione, come fossero dei ricchioni al gay pride di Belgrado nel ’96, mi fanno una tristezza infinita. Hanno pure i panzer in copertina e poi tirano fuori la mancanza di liberta…
    Non vi vanno bene le leggi degli altri paesi? restatevene a casa vostra tra le fredde pinete popolate da tende di profughi somali chiuse con il nastro adesivo. Bello fare il cattivone quando vivi in un paese dove a 30 anni lo Stato ancora ti pulisce il culo dopo aver mangiato 3 kg di aringhe al burro.
    Le regole americane saranno pure strane, ma io pure rispedirei al suo paese un coglione che si diverte e decapitare gli animali. Se si annoi perché non va a prenderlo in quel posto, se a lui non piace perlomeno fa divertire gli altri.

    "Mi piace"

    • D’accordo con Mirko, chi gioca a fare il fascistello della domenica poi non si metta a frignare se viene trattato come tale. Gli scandinavi vogliono fare tanto i terroristi, i pericolosi e in realtà sono una massa di figli di papà buoni a nulla. Vadano a fare i fenomeni a Brooklyn, tanto per dire, sarei curioso di vedere cosa ne rimarrebbe di ‘sta gente

      "Mi piace"

  • A me pare che lo svedese arrivi, semplicemente, da una nazione – la Svezia – MOLTO più civile, e quindi pensi che sia dovuto ovunque lo stesso grado di civiltà.

    "Mi piace"

  • Trump non c’entra un cazzo, concordo.
    Comunque è uno schifo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...