Avere vent’anni: SOLEFALD – Neonism

Sarà una banalità, ma quando un disco è legato a un nitido ricordo personale, è difficilissimo parlarne in termini obiettivi. Per me Neonism è legato a un viaggio a Firenze con la mia ragazza di allora, e ci ho sempre letto molte (troppe) cose che probabilmente non c’erano e non ci sono: L’eclettismo dell’hammond Doorsiano, il cosmopolitismo del discorso di De Gaulle alla fine di Omnipolis, il gioco postmoderno del ritornello di CK II Chanel Nr. 6: survival of the fittest, fits me fine – the truth as it was told to me by Calvin Klein. Per farla breve, Neonism è uno dei miei dischi preferiti di sempre, e al tempo lo consideravo come l’antidoto perfetto allo stereotipo secondo cui il black metal debba essere sempre e solo odio, oscurità e onanismo dietro uno schermo.

Poi con gli anni le cose cambiano e uno comincia a rendersi conto dei difetti. Le prime avvisaglie ci furono qualche anno dopo, quando un addetto ai lavori liquidò la mia parola “eclettismo” traducendola con “diciamoci la verità, non ha né capo né coda”. A risentire Neonism adesso, dopo una decina d’anni buoni di assenza, spicca la produzione scadente e la lunghezza del disco, a cui 3-4 pezzi in meno avrebbero fatto un gran bene. Arrivato insieme a Rebel Extravaganza e 666 International, Neonism ha sicuramente aiutato lo sdoganamento di certi suoni, ma mi sembra, col senno di poi, di averlo un po’ sopravvalutato.

Certo, la madeleinette proustiano-fiorentina è ancora lì, ma che valore ha al giorno d’oggi? E soprattutto, a chi dovrebbe fregarne qualcosa? Diceva Ninetto Davoli a Totò nella riscrittura pasoliniana dell’Otello:

Otello (rivolgendosi a Jago) Ma allora qual è la verità? Quello che penso io de me, quello che pensa la gente o quello che pensa quello là dentro…
Jago: Mah… Qualcuno dice che la verità non c’é… qualcuno dice che la verità è  ’na media de tutte le verità diverse che ce stanno… Ma tu non dà retta a nessuno de questi… Perché c’è la verità.
Otello: E qual è?
Jago: Senti qualcosa dentro di te? Concentrati bene! Senti qualcosa? Eh?
Otello (dopo essersi ben concentrato) Sì… sì sento qualcosa… che c’è…
Jago: Beh… Quella è la verità…Ma ssst, non bisogna nominarla, perché appena la nomini non c’è più…

Insomma, i ricordi personali è meglio tenerli per sé. L’ultima volta che ho visto Cornelius e Lazare, membri fondatori del gruppo, è stato sabato scorso, a una festa nel giardino di casa di un professore universitario di Oslo. Se non bastasse questo a farci capire che il passato è irrimediabilmente perduto, vale lo scambio di battute:

Giuliano: Ma lo sapete che questo mese cade il ventennale di Neonism?
Solefald: Ah già, hai ragione. Non ci avevamo pensato. Salute.

(Giuliano D’Amico)

3 commenti

  • Eccetto un paio di brani, a me non dispiace affatto. La.produzione e’ quella.che e’, ma all’epoca mi piacque quel loro essere cosi sfrontati e scanzonati rispetto al Black Metal, da cui comunque provenivano. E comunque, meglio Neonism che l’ultimo disco, quello si senza capo ne coda

    "Mi piace"

  • Perché non gli hai urlato ” bububu ” fortissimo nelle orecchie a quei due snob col risvoltino nel cervello?

    Piace a 3 people

  • Sai che pensandoci bene credo che il commento finale sia l’unico sensato? Questa mania di celebrare ogni anniversario io la trovo abbastanza deprimente, un guardare al passato carico di nostalgia e zero capacità di pensare a rinnovarsi, espandersi, crescere. Gli anniversari possono interessare i fan, o chi vuole fare una reunion per raccimolare dei soldi. Ma già mal sopporto chi ai concerti suona per intero un album di vent’anni fa. Una band come si deve giustamente non sta a guardare il calendario per ricordarsi le date dei propri dischi manco fossero l’anniversario di matrimonio, è giusto che un musicista non sia così fisso sul passato (indipendentemente dalla qualità delle sue opere attuali)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...