Vai al contenuto

Meanwhile in Finland #2

20 febbraio 2012

Iniziamo con gli SWALLOW THE SUN perché so che piacciono a un sacco di gente. A me in realtà non fanno impazzire: penso siano un po’ mosci, e troppo pulitini per le atmosfere che intendono creare. A volte riescono a toccare le corde giuste; ma accade più spesso di no. Questo è un discorso che vale comunque per molti gruppi finlandesi che suonano questo tipo di doom più o meno mischiato con il death melodico -centro di gravità irresistibile per grande parte del metal “estremo” uscito fuori dalla Finlandia negli ultimi dieci anni. Il prossimo disco si chiamerà Emerald Forest And The Blackbird (nome che sembra uscito dal generatore automatico di nomi dei Rhapsody) e questa Cathedral Walls è il singolo; a me fa scendere un po’ il latte alla ginocchia, ma se al Socci dovesse per caso piacere io alzo le mani e mi dichiaro sconfitto (stato d’animo peraltro perfetto per il contesto).

Se l’altra volta avevamo parlato dei Poisonblack dell’ex Sentenced Ville Laihiala, ora proseguiamo in bellezza con i THE MAN-EATING TREE, la band dell’ex batterista dei Sentenced Vesa Ranta. Il secondo disco Harvest è uscito un paio di mesi fa e non ve ne abbiamo colpevolmente parlato; cerchiamo di riparare adesso con il video di Armed, midtempo classicamente suicide metal con gli arpeggi da tundra a meno trenta gradi e il riff portante vagamente stradaiolo. Nel genere le canzoni tendono ad assomigliarsi un po’ tutte, ma i Man-Eating Tree per qualche motivo sembrano portarti a un decennio fa, quando chi si approcciava a questo genere doveva per forza fare i conti con i Katatonia, i cui dischi di fine anni novanta riecheggiano più o meno le stesse atmosfere della band di Vesa Ranta. O forse è solo un viaggio mentale mio; probabile. Armed è sicuramente il miglior pezzo tra quelli presi in esame, e il video è bello come quelli dei Sentenced. Un’altra cosa in comune è che anche questo potrebbe essere un’ottima colonna sonora per farla finita: 

Bello eh? Stereotipato, sentito mille volte, ma bello. Io capisco che sta roba faccia schifo ai più tra voi ma ve l’ho detto che pure Ciccio è preoccupato per la mia fissazione con la terra of Santa Claus and the suiciders, com’ebbe a dire a suo tempo Miika Tenkula (che il dio dei folletti possa soddisfare la sua sete di vodka per l’eternità).

Non ricordo se ho mai sentito i SOULFALLEN prima d’ora. Forse che sì, forse che no, forse li ho pure recensiti con un buon voto, boh. Gli anni passano per tutti, amici miei. Il cervello a un certo punto inizia a riempirsi troppo, e alcuni ricordi devono farsi da parte per lasciare spazio a nuove nozioni. Il fatto che uno dei primi ricordi ad andarsene sia stato proprio quello relativo all’esistenza dei Soulfallen significherà pure qualcosa, diciamo. Scars Aligned, singolo d’apertura di The Promise Of Hell, non è neanche male. Non è per niente male, se siete disposti a sacrificare un po’ di amor proprio. Finlandia distillata purissima, death melodico come retroterra e suicide metal di quello imbarazzante come destinazione finale. In certi punti ricordano gli ultimi Insomnium, ma ricordano anche tanti altri gruppi, che a loro volta si ricordano un po’ tutti tra di loro. Finlandia.

Concludiamo con i teaser. Dapprima i LULLACRY, autori qualche anno fa dello splendido Crucify My Heart e che ora stanno tornando con Where Angels Fear, che dai vari estratti ascoltati qua e là in rete non pare per niente male. Tra l’altro i Lullacry sono uno dei gruppi più anticonformisti di sempre: quando andavano di moda i Nightwish e il gotico pipparolo stile Evanescence, avevano la cantante camionista e il suono più rozzo. Ora che va di moda lo sludge e i riffoni dell’Alabama, hanno la cantante esteticamente presentabile e il suono più sentencediano. Loro sono comunque rimasti tra i pochissimi sopravvissuti alla grande epopea del suicide metal a mantenere una certa qualità durante gli anni.

Poi ci sono i BATTLE BEAST, il tipico gruppo di cui a pelle non ce ne frega un cazzo. Da quanto si può sentire dal trailer del debutto Steel non sembra potranno esserci plausibili motivi per cambiare idea: genere proposto heavy metal europeo stile Accept ma annacquato in salsa finlandese; una miscela già tentata in passato da altri ma più o meno sempre fallita miseramente.

E su queste tristissime note salutiamo tutti anche da parte della ex cantante camionista dei Lullacry:

E che il dio dei folletti ci preservi la Finlandia. (barg)

13 commenti leave one →
  1. damiano permalink
    20 febbraio 2012 10:31

    i the man-eating tree non sono male. i lullacry a me piacciono molto,anche se ascolto molto piu’ spesso vol 4 che non crucify. una curiosita’ barg.a te piacciono gli shape of despair? a me si molto. sopratutto angel of distress.

    Mi piace

  2. Helldorado permalink
    20 febbraio 2012 11:50

    man eating tree!!!

    Mi piace

  3. 20 febbraio 2012 13:07

    Io propongo un viaggio culturale (ovviamente) in Finlandia con tutta la redazione di MS e i fan, Barg tu ci fai da Cicerone.

    Mi piace

    • Arkady permalink
      20 febbraio 2012 13:47

      Siiii sarebbe una super figata!Andiamo anche a fare il bagno nudi strafatti con quelli dei Children of Bodom ed a suonare il campanello a Babbo Natale e poi scappiamo

      Mi piace

      • sergente kabukiman permalink
        20 febbraio 2012 17:13

        col cazzo che faccio vedere il mio cosone da redneck(sud d’italia,sempre sud è!) ai children of bodom

        Mi piace

    • 20 febbraio 2012 19:59

      la sauna di metal skunk: perchè puzzerà in quanto piena di metallari e perchè metteremo qualcosina in più nei braceri per il vapore.

      Mi piace

  4. frzzz permalink
    20 febbraio 2012 13:58

    I man-eating tree mi piacciono, ma il video… bah. Sarà che il cantante che si esibisce ondeggiando e col vento nei capelli mi sembra troppo Europe

    Mi piace

  5. MorphineChild permalink
    20 febbraio 2012 13:58

    tanto per restare in tema, leggo quest’articolo ascoltando gli Aarni!

    Mi piace

  6. Vlad Tepes permalink
    20 febbraio 2012 20:12

    Caro barg ma quando cazzo esce il nuovo dei miei compagni Darkthrone?doveva uscire oggi…..se sai qualcosa illuminami,grazie.

    Mi piace

  7. Nervi permalink
    21 febbraio 2012 02:07

    Postate più foto di ciacione finlandesi. Per favore.

    Mi piace

Trackbacks

  1. Meanwhile in Finland #3 | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: