Balle spaziali: Malmsteen le spara sempre più grosse

Pizza the Hut

Vi chiederete: cosa? Scuregge? Questo non è dato sapere e non ci voglio manco pensare. Andare a dormire con in testa l’immagine di Yngwie Malmsteen seduto sul cesso a scureggiare non è sicuramente il miglior augurio di un dolce riposo. Insomma il mitico Inguine continua a menarsela sempre più e nello sparare cazzate a raffica continua a stupire tutti, sia grandi che piccini. Di recente il piagnucolone guitar hero è stato protagonista di una superba glorificazione del proprio augusto personaggio (forse tra le migliori di sempre). Con una di quelle affermazioni autopoietiche che generano il mito, la favola, la leggenda e come uno di quei calciatori mono neuronici che parlano di sé in terza persona, Yngwie ci regala lezioni di astrofisica: <<Se prendi una navicella e vai nello spazio – dice lo scienziato – potrai vedere solo due opere fatte dall’uomo: la Grande Muraglia Cinese e il Grande Muro di Marshall di Yngwie Malmsteen>>. Genio ed estro condensati in una palla di grasso. Azz, ci ricasco sempre. Mi ero ripromesso di non fare più allusioni alle sue dimensioni oramai sontuose e pantagrueliche. Anche perché Yngwie se la prende parecchio se lo sfotti sulla panza. Pare abbia anche fatto la voce grossa contro YouTube e quei simpaticoni degli utenti che pubblicano video e disegnini delle sue bolse protuberanze addominali adducendo imbarazzanti motivazioni di violazioni dei diritti d’autore. Questa volta però mi trovo d’accordo con lui: è troppo facile ironizzare su chi si porta dietro un po’ di panzetta perché ama il buon cibo. Io stesso non ho un fisico, come dire, propriamente asciutto. E sì, è vero anche che probabilmente un giorno lo troveranno morto perché si sarà mangiato da solo, come il mafioso Pizza Margherita di Balle Spaziali, ma nonostante ciò voglio dire lo stesso un grande BASTA: basta agli insulti gratuiti e basta alle infamie sul suo fisico. Ha le ossa grandi. Poi devo fare ammenda e rimediare alle offese arrecategli la volta scorsa e dunque preferisco ricordarlo così:

Maddai scherzo, ricordiamocelo così:

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...