Skip to content

THE SECRET – Solve et Coagula (Southern Lord)

20 luglio 2011

Questa rece arriva tardi semplicemente perché a Metal Shock non avevano un collaboratore che si fosse già interessato al gruppo in questione (o almeno credo). Io sono arrivato solo pochi mesi fa ma vi assicuro che non sconterete alcun ritardo se solo ora vi dedicherete a questo disco. Il tam-tam era cominciato già qualche tempo fa quando i The Secret con due dischi come “Luce” (addirittura del 2004) e “Disintoxication” (2008) avevano fatto scoprire all’audience metal e hardcore italiana (sono di base a Trieste) il gusto di produrre opere convergiane nello stile ma al tempo stesso fortemente indirizzate verso la definizione di un suono molto personale, oscuro, paranoico, debitamente monocorde. E allora firmano e per Goodfellow e vai con gli Early Graves in giro per gli USA.

La voce filtrata, il riffing cupo e la batteria a mille non erano però ancora punti forti nella svolta definitiva che si sarebbe avuta con il disco che ho sotto le mani. Sono dei ragazzotti cresciutelli, con le classiche maglie black metal d’ordinanza, con le barbe e i cappellini come giustamente ci aspetteremmo da un fedele gruppo di reali maniaci dell’hardcore-metal più autentico. Ma c’è molto di più. Il disco è uscito pochissimi mesi fa, produce Kurt Ballou dei Converge e fa il miracolo: la produzione grezza, live, grassa e crunchy accompagna perfettamente la sintesi sonora del gruppo che molto più che in precedenza punta sul blastbeat e i tempi veloci, ad eccezione della opener “Cross Builder”: autentica autopunizione su ritmi lentissimi. La cappa di oppressione ed il senso di inevitabile scoramento sopraggiunge anche nei momenti più veloci e galoppanti del disco, ma è proprio la ridefinizione delle ritmiche in senso più tradizionalmente grindcore a creare questo senso di odio implacabile. C’è da aggiungere poi che la band non rinuncia affatto ad un riffing malefico ed insinuante e porta nell’equilibrio del suono una grossa quota black metal fracassona, perfettamente esaltata dal mixer di Ballou. 

Questo è il punto: uno si aspetta le “catarsi”, le cadute a terra, le contorsioni emotive un tanto al chilo tipiche dei classici grupponi metalcore (Converge in primis), capaci di stenderti già al primo riff o col primo fill di batteria eppure così lontani dal concetto di malessere più classicamente inteso in senso black metal. Dev’essere questo il motivo che ha portato Anderson a puntare su questa band e, a ben vedere, i The Secret ci stano benissimo nel roster Southern Lord, ultimamente molto interessata alle realtà hardcore e crust (i fenomenali Masakari ne sono un esempio). Il disco è una sfilza estenuante di ritmiche a rotta di collo già puntate verso il grindcore, ma anche di vertiginose dilatazioni e squarci un sludgy che non guastano affatto, il giusto per mettere in risalto la produzione. A questo aggiungiamo pure la sensibilità sofferente di un certo metalcore nordico in stile Breach.

Come loro forse soltanto i recentissimi O che ho recensito tempo addietro sono stati capaci di fondere suggestioni grindcore, black metal e hardcore senza però cadere preda di facili classificazioni. Il sound è realmente fresco e ‘sti giovini triestini vanno supportati senza se e senza ma.

Sulla mia testa: finora il disco dell’anno assieme a poche altre cose.

Abbonàtovi e buon ascolt(O))).

5 commenti leave one →
  1. Virus-T permalink
    20 luglio 2011 18:42

    Un album devastante. Ed è sorprendente il netto salto di qualità, anche dal vivo, rispetto alle cose passate.

    Mi piace

  2. 20 luglio 2011 22:36

    la vecchia rece me la ero persa ma i deprogrammazione sono a dir poco di culto! devo aggiornarmi un pò e passerò anche della parti di ‘sto disco mi sa…

    Mi piace

Trackbacks

  1. Gente che mangia la soia # 5 « Metal Shock
  2. Tirare giù uno squat. Deviated Instinct e Hungry Like Rakovitz « Metal Skunk
  3. Novità in casa THE SECRET « Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: