Kirk Windstein prova a smettere di bere, il nuovo disco dei Crowbar esce comunque

Allora, maledetti debosciati, vi siete sfondati come delle bestie durante queste feste, vero? Avete iniziato l’anno con un hangover così terrificante che per un attimo avete creduto di restarci (a tale proposito consiglio a tutti i lettori più o meno etilisti lo spassosissimo Trattato sui postumi della sbornia dello scrittore basco Juan Bas, mio nuovo idolo), o forse siete rosi dal rimorso e dallo sconforto mentre osservate la vostra panza che si espande inesorabilmente. Per fortuna che ci siamo noi di Metal Shock a tirarvi un po’ su il morale con il nuovo video dei Crowbar. Perché c’è sempre chi sta peggio di voi, come Kirk Windstein. Oddio, è anche vero che di gente che sta peggio di Kirk Windstein non è che me ne venga in mente tantissima. Ma vedrete che all’ennesimo primo piano dolente ed espressivo del nostro tumefatto amico vi sembrerà di non essere messi poi così male.

Il pezzo è un’anticipazione di Sever The Wicked Hand, nuovo album del pesantissimo (ma mai quanto il suo frontman) act di New Orleans, in uscita a febbraio, a sei anni di distanza dal precedente Lifesblood For The Downtrodden che, per inciso, non mi era dispiaciuto affatto. Una lunga pausa durante la quale Windstein ha cazzeggiato con i Kingdom Of Sorrow e ha tentato di risolvere i suoi problemi con l’alcol (va detto che se vieni dalla Louisiana e suoni ‘sta roba è assai difficile che tu non soffra di qualche dipendenza).

"Oh, merda, ho scordato di nuovo il vin brulé sul fuoco!"

“Mi sento come se gli angeli del video mi stessero osservando, come se stessero guardando tutto quello che ho fatto – ha spiegato il pachidermico cantante e chitarrista – Non sono ancora morto e non ho bevuto per quattro mesi, ho una nuova prospettiva di vita. La prima strofa del pezzo, ‘You gave me wings and took the sky away‘, è presa da un libro degli Alcolisti Anonimi, e rappresenta precisamente quello che mi ha fatto l’alcol: mi ha dato le ali e poi mi ha portato via il cielo. L’alcol ti può far stare bene, ma poi sei perduto”. Ok, Kirk, siamo contenti per te ma ora cerca di trovare un compromesso. Magari smettila di devastarti da mane a sera, che non c’hai manco più l’età, ma almeno il sabato qualche whisky e qualche cannone fatteli, sennò il prossimo disco dei Down non viene bene. (Ciccio Russo)

9 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...