R.I.P. Kentaro Miura [1966-2021]

Lessi Berserk parecchio tempo fa, troppo per ricordarmi qualcosa che vada molto più al di là del “quanto spaccava Berserk”. Miura poi aveva continuato a scriverlo, non smettendo mai di posticiparne la conclusione: la morte lo coglie a 32 anni dall’inizio del manga, lasciando tutti in sospensione verso una fine che non arriverà mai.

Kentaro Miura è morto di un problema all’aorta, la cui esatta natura si confonde nelle nebbie delle traduzioni incrociate giapponese/inglese/italiano di questi primissimi istanti. La sua morte è destabilizzante come quella di tutti i mangaka, esseri idealizzati, bidimensionali e fuori dallo spazio-tempo, tendenzialmente concepiti come fusi con la loro opera, ma ancor di più lo è perché Berserk aveva un’aura dannata e inquietante come raramente si era vista in un manga di quell’epoca – e che, quando si è vista successivamente, probabilmente aveva proprio Berserk come influenza principale. A questo punto una rilettura diventa d’obbligo, anche solo per fare compagnia a Gatsu in quel limbo in cui la morte di Miura lo condanna per il resto dell’eternità. (barg)

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...