Skip to content

Troll mit Laibach

25 agosto 2015

11866314_10153078576846765_5139436106734025190_nLa settimana scorsa, come è ormai noto, si sono svolti in Corea del Nord due concerti dei Laibach, evento a dir poco storico, epocale. In tutto il mondo si è dibattuto sull’opportunità da parte del regime nord coreano di aver invitato a suonare in Pyongyang una band tanto chiacchierata per via della sua estetica autoritaristica. Molti si sono indignati, alcuni addirittura offesi. Noi abbiamo la nostra opinione in proposito ma vogliamo tenerla riservata. In nostra vece faremo parlare i cablogrammi segreti delle conversazioni tenutesi nelle stanze del potere di Pyongyang nei giorni immediatamente precedenti il discusso concerto, intercettati da un nostro collaboratore del quale, ovviamente, non possiamo fare il nome. Ringraziamo sentitamente il nostro crittografo in Seul e l’interprete di Metal Skunk che ha curato la traduzione dal nord coreano.

Brillante Compagno Kim Jong-un: AHAHAHAH! Compagno Razzi, mi fai sempre pisciare sotto! Ora devo salutarti perché ho importanti impegni di Stato. Comunque grazie per i 25 chili di mozzarella cheese; ieri, io e il Segretario Generale del Compartimento All’Accanimento Sociale, abbiamo fatto arrestare cinque contadini intolleranti al lattosio, li abbiamo chiusi a chiave in una stanza con dieci guardie armate che gli hanno imposto di finirsi tutta la tua mozzarella in mezz’ora, sotto la minaccia di far stuprare le loro mogli dai soldati e bruciare le loro case! Dovessi vedere che casino di merda che hanno combinato, AHAHAH! Spero che anche tu abbia apprezzato il mio gift

Compagno Razzi: (rumore di grasse risate, poi dice qualcosa di non udibile)

Brillante Compagno Kim Jong-un: AHAHAHAH! Il Bungabunga! È vero, mannaggia Byron Moreno! Voi italiani siete i migliori e le relazioni diplomatiche tra i nostri paesi non sono mai state così buone. Ed è tutto merito tuo. Come dite voi? Bafanculamammeta! AHAHAHAH! See you later, Alligator!

Si sente un click e subito il Brillante Compagno Kim Jong-un: Fate entrare lo Stato Maggiore! Compagni, lo so che sembro diventato troppo buono agli occhi degli americani e che sui social network Putin va più forte di me, quindi voglio fare qualcosa di importante per l’onore del mio popolo. È per questo motivo che intendo bombardare col napalm le campagne del Kangwon e poi dare la colpa a quegli stronzi laggiù.

11872038_10153083867636765_7958989299998060610_o

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Brillante Compagno, è un’ottima idea, come sempre ne hai, ma mi permetto di consigliarti una soluzione alternativa, meno onerosa per le casse del popolo e che molto farà discutere gli americani.

Brillante Compagno Kim Jong-un: Introdurre il Thanksgiving Day qui da noi? Adoro il tacchino!

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Ehm, veramente pensavo ad un concerto musicale di un rock band europea…

Brillante Compagno Kim Jong-un: Uhm, ma non abbiamo mai concesso così tanto al popolo. Dum… Du-da-duum…

Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere: Veramente il tuo predecessore fece suonare dal vivo la band del fratello di Bill Clinton e forse Sua Brillantezza era troppo giovane ed impegnato nei suoi importanti affari giovanili per potersi ricordare di certe quisquilie…

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Sì, ma quello sganciò un sacco di dollari. Fu il puttan tour più costoso della storia.

Ministro Alla Virtù Popolare: Infatti, in America girava voce che le troiette del sud facessero certi lavoretti. Poi il maiale americano ha dovuto cambiare idea… EHEHEH!

(Ridono tutti)

Brillante Compagno Kim Jong-un: Dum… Du-da-duum… Ordine compagni. Dunque, mi consigliate di aprirci alla cultura occidentale? Uhm… Non so se osare tanto.

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Suo Splendore Mattutino, avrei la soluzione, se Sua Luminosità mi concede il caso.

Brillante Compagno Kim Jong-un: Esprimiti liberamente, compagno.

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Potremmo far suonare qui a Pyongyang un gruppo dichiaratamente fascista, così sui giornali americani non potranno più accusarci di essere i soliti tromboni retrogradi, chiusi e bloccati sulle nostre idee e così e cosà.

Brillante Compagno Kim Jong-un: Cotesta sì che è una idea originale. A quale band hai pensato?

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Ci sarebbero i Rammstein, Sua Gloriosità.

Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere: Sì, quelli sono fascisti col botto.

8b086fe4-5f3e-4caa-b4bc-2c613c78a188-1000x1020

Capo Sezione Operativa Alle Cose Marziali Non Attinenti La Guerra: Che io sappia, i Rammstein vengono dalla Germania e noi non abbiamo gran bei rapporti con la Merkel… Comunque spaccano quelli.

Ministro Alla Virtù Popolare: E se poi si rivelassero delle spie dell’odioso governo eurocratico? Dovremmo ucciderli tutti.

Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere: Immagina il bordello… Uff.

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Giusto, allora bisogna trovare una band fascista ma che provenga da un paese comunista.

Primo Segretario All’Assertività Di Regime: Sarebbe l’ideale.

Dopo qualche minuto di silenzio e di imbarazzo generale il Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere esordisce dicendo: Ci sarebbero questi tizi che piacciono tanto a mio figlio, il grande… Si fanno chiamare Laibach.

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: In che senso “piacciono tanto a mio figlio”? Ministro Alla Propaganda, cotesti Laibach sono o non sono iscritti nell’Indice Nero?

Ministro Alla Propaganda Dell’Apparato Ideologico Popolare: Faccio controllare immantinente – si sente il Ministro alzarsi per inviare un urgente dispaccio criptato.

Ministro Alla Virtù Popolare: E se si rivelassero delle spie di un paese comunista? Poi dovremmo quantomeno incarcerarli a vita e mandare dei sicari alle loro famiglie, nonché pagare la mafia locale per tenere buoni i giornalisti e quelle cazzo di associazioni non governative.

Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere: (Con voce tremolante) Ministro, non sarei così estremo. Vediamo cosa ci dicono dall’Indice…

Rientra il Ministro Alla Propaganda Dell’Apparato Ideologico Popolare: Ho fatto verificare dalla Sezione IV dell’Indice. I Laibach sono nella lista, Sua Fulgida Sublimità.

Brillante Compagno Kim Jong-un: Ah, cotesta cosa è una disdetta. Capo Sezione Operativa Alle Cose Marziali Non Attinenti La Guerra fate avvertire il Sottosegretario Alla Scure Politica Per I Crimini Generici Non Connessi Alla Guerra che c’è dell’ulteriore lavoro per lui: l’ordine mio diretto è di far arrestare ed eseguire la pena capitale in favore del figlio primogenito del Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere. Dum… Du-da-duum…

Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere: Ma… Ma… Sigh!

Brillante Compagno Kim Jong-un: Dum… Du-da-duum… Allora, mi parlavate di cotesti Laibach. Da quale orribile paese occidentale they come from?

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Dalla comunistissima Slovenia, Suo Fulgore, ma sono accusati di essere fascisti, quindi rispondono ai tuoi requisiti, o Eterno Illuminato Dalla Luce Vespertina.

Capo Sezione Operativa Alle Cose Marziali Non Attinenti La Guerra: Beh, veramente sarebbero comunisti… Stalinisti, per la precisione. E comunque spaccano pure loro.

Ministro Alla Propaganda Dell’Apparato Ideologico Popolare: Mmm… Qui bisogna far luce su cotesto affare. Faccio inviare un altro dispaccio urgente alla Sezione XIII dell’Indice a scanso di qualsivoglia equivoco.

Passano i minuti e l’attesa induce il Brillante Compagno Kim Jong-un in uno stato di fastidio poiché smette di intonare le sue canzoni di Elvis preferite. Nel frattanto, dalla stanza adiacente si ode un indistinguibile parlottare fitto che lascia intendere quanto la questione dell’identità ideologica dei Laibach sia argomento dibattuto.

Rientrano. Rumore di sedie spostate.

North Korean leader Kim Jong Un views the dawn from the summit of Mt Paektu April 18, 2015, in this photo released by North Korea's Korean Central News Agency (KCNA) on April 19, 2015. REUTERS/KCNA ATTENTION EDITORS - THIS PICTURE WAS PROVIDED BY A THIRD PARTY. REUTERS IS UNABLE TO INDEPENDENTLY VERIFY THE AUTHENTICITY, CONTENT, LOCATION OR DATE OF THIS IMAGE. FOR EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING CAMPAIGNS. THIS PICTURE IS DISTRIBUTED EXACTLY AS RECEIVED BY REUTERS, AS A SERVICE TO CLIENTS. NO THIRD PARTY SALES. SOUTH KOREA OUT. NO COMMERCIAL OR EDITORIAL SALES IN SOUTH KOREA TPX IMAGES OF THE DAY

Brillante Compagno Kim Jong-un: Ebbene?

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Ehm, Sua Sempiterna Luce… Di comune accordo… Consultato il compagno Alla Propaganda… Vista la situazione… Diciamo che non sarebbe certo affermare una falsità se qualcuno sostenesse che i Laibach non abbiano una qualsivoglia attinenza con estetiche militaristiche che rimandino ad immaginari riferibili a contesti nazionalistici storicamente attinenti a periodi di legittimo governo autoritario della cosa pubblica che non siano esclusivamente associabili al comunismo… Ehm…

Brillante Compagno Kim Jong-un: Awesome! Dunque, togliete i Laibach dall’Indice e fateli venire. Bene, anche questa è fatta! Dum… Du-da-duum…

Capo Dipartimento Alle Problematiche Sociali Estere:  Ma… Ma… E mio figlio?!?

Primo Segretario All’Assertività Di Regime: Prima era reato e ora non lo è più. Che ci vuoi fare, caro compagno, il cammino verso la democrazia è irto di pericoli e ha dei costi da sostenere. Suvvia, ti è sempre concesso fare un altro figlio.

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Pensiamo adesso a quali brani dovranno eseguire.

Brillante Compagno Kim Jong-un: ELVIS! ELVIS!

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Ehm, credo abbiano un proprio repertorio, Sua Luminescenza.

Brillante Compagno Kim Jong-un: Oooh-oh. Uff!

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Ma cantano anche in inglese!

Ministro Alla Virtù Popolare: Allora potremmo imporre i loro testi nelle scuole per insegnare la lingua del nemico ai nostri amati pargoli.

Presidente del Comitato Centrale Alla Coerenza: Pensate che hanno inciso pure una versione alternativa di The Final Countdown degli Europe.

Primo Segretario All’Assertività Di Regime: Eccellente, così dopo il concerto dei Laibach in Pyongyang il mondo intero quando ascolterà questa famosa canzone non potrà fare a meno di pensare con terrore al nostro programma nucleare!

11880585_10153084193706765_7575421467524778051_n

9 commenti leave one →
  1. weareblind permalink
    25 agosto 2015 10:36

    Nobel per la letteratura. A Razzi intendo.

    Mi piace

  2. 25 agosto 2015 12:55

    Figata!

    Mi piace

  3. ignis permalink
    25 agosto 2015 18:15

    Mi sfugge un po’ il senso di questo articolo.
    Una curiosità: lo scritto intede, in qualche modo, tradurre “la vostra opinione in proposito che volete tenere riservata”?

    Mi piace

    • Charles permalink
      25 agosto 2015 21:10

      il senso è che il Brillante Compagno è riuscito nell’intento di prendere per i fondelli mezzo mondo. se leggi in giro, soprattutto stampa estera, è tutto un fiorire di articoli che prendono molto sul serio questa cosa. a noi, a me nello specifico, tutto ciò fa tanto ridere

      Mi piace

      • ignis permalink
        26 agosto 2015 18:33

        Anche ammettendo che un articolo giornalistico possa prendere sul serio un fatto reale, la notizia, dopo un paio di giorni, è già vecchia e dimenticata.
        Piuttosto, secondo me, è interessante rilevare come la stampa abbia segnalato due estremi: primo, un gruppo generalmente considerato pseudo-fascista suona in Corea del Nord; secondo, un gruppo rock suona in Corea del Nord. Credo che questo fosse proprio l’intento dei Laibach, che sono maestri nell’unire gli estremi e che hanno usato per i loro fini il regime coreano. Un punto a favore dei Laibach, che ultimamente, dal punto di vista musicale e ideologico, mi apparivano un po’ stanchi (ma si tratta solo di una mia impressione personale).

        Mi piace

  4. Luca permalink
    26 agosto 2015 10:39

    Kim Jong Un sulla vetta è troppo grim & frostbitten …Laibach sempre davanti a tutti, nel bene ed in ciò che l’Occidente considera il male

    Mi piace

Trackbacks

  1. Avere vent’anni: SAMAEL – Passage | Metal Skunk
  2. Perché la prima stagione di PREACHER non mi ha convinto ma spero nella seconda | Metal Skunk
  3. Invadere la Polonia: DEATH IN ROME – Hitparade | Metal Skunk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: