Vai al contenuto

Com’è bella la cappella: i VAN CANTO fanno Badaboom

14 dicembre 2013

van_canto

Li conoscete i Van Canto, no? Sono quel manipolo di allegroni crucchi che, tra una Köstritzer e l’altra, avevano pensato che sarebbe stata veramente un’idea meravigliosa mettere su un gruppo che reinterpretasse i più grandi successi del metallo a cappella. E già qua ci verrebbe da rivalutare i Neri per caso, che almeno si mettevano d’impegno e non pigliavano in formazione un batterista vero, che così sono buoni tutti. Trainspotting, quando recensì Break The Silence, li definì come una delle cose peggiori mai accadute all’heavy metal. Io, per quanto non mi capaciti di come una persona sana di mente possa definirsi loro fan (e, evidentemente, se sono arrivati a cinque dischi, sarà un mio limite), non sarei così drastico. I Van Canto sono semplicemente una delle espressioni più estreme e genuine di quella propensione tutta teutonica per il cattivo gusto spinto e lo spirito di patata infantile che tramite l’heavy metal ha modo di toccare vette altrimenti irraggiungibili.

È appena uscito il primo singolo da Dawn Of The Brave, fuori il 7 febbraio su Napalm per la gioia di grandi e piccini. Già il fatto che abbiano intitolato il pezzo Badaboom mi ha fatto esplodere il cervello. Ma non avete ancora visto il video:

Scusate, mi ero sbagliato il video è quest’altro qua sotto. La trama è molto affascinante. Si vede questo bruttone pelato che, frustrato dalla sua scarsa perizia con una chitarra che non riesce nemmeno ad accordare, decide – BADABOOM – che, se lui non sa suonare, non dovrà suonare più nessuno. Al che – BADABOOM – manda in giro una sorta di squadra di uomini in nero capaci, facendo BADABOOM con le manine, di far sparire nel nulla le chitarre dei gruppi, in questo caso dei patetici figuranti raccattati per due spicci e un bratwurst alla sagra del crauto di Tuntenhausen che impersonano i Black Sabbath e i Metallica. Se il diabolico piano andasse – BADABOOM – in porto, tutti però sarebbero costretti a cantare a cappella e i Van Canto perderebbero in un BADABOOM il monopolio faticosamente conquistato a furia di BADABOOM, quindi i nostri eroi si mettono in azione e – BADABOOM – distruggono gli uomini in nero con ulteriori BADABOOM provenienti dai loro microfoni. Alla fine il bene vince e il male perde. La conclusione è che i Van Canto sono un’operazione talmente cazzona e intrinsecamente crucca nella sua totale assenza di vergogna che si può pure iniziare a provare qualcosa di simile alla simpatia nei loro confronti. BADABOOM:

BADABOOM is the new AAAAOOAH.

Bella sgnacchera la Inga, alla fin fine.

5 commenti leave one →
  1. Snaghi permalink
    14 dicembre 2013 16:13

    Beh dai, the bard’s song fatta a cappella è carina

    "Mi piace"

  2. sergente kabukiman permalink
    14 dicembre 2013 17:44

    scusa ciccio ma davvero non ci riesco..mi sento un cretino anche solo all’idea di abitare sul loro stesso pianeta. se passano dalle mie parti saranno pugni in faccia.

    "Mi piace"

  3. 14 dicembre 2013 19:02

    Verrebbe da dire “canto a cappella per musica a cazzo”; ma in fin dei conti è vero: è solo (?) una tamarrata TeTesKa sparata a 11. Comunque, per la versione a cappella di “Paranoid”, 1000 anni di Purgatorio!

    "Mi piace"

  4. fredrik permalink
    14 dicembre 2013 20:30

    meglio il ruttosound.

    "Mi piace"

  5. 15 dicembre 2013 10:28

    http://stardelcredere.myblog.it/media/02/00/1963962279.jpg in questa immagine il produttore del disco soddisfatto del lavoro svolto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: