Skip to content

Modera le maniere quando parli del nuovo singolo dei PEARL JAM

12 luglio 2013

LightningBolt

La cosa straordinaria dei Pearl Jam è che nei periodi più disastrosi della vita giungono sempre in tuo aiuto, per salvarti dalle cose brutte del mondo e per tirarti fuori dall’angoscia. D’altronde Eddie Vedder l’ho sempre immaginato come un’entità mistica, a metà tra il Re Leone e Gesù Cristo, una specie di nobilitatore della sofferenza umana, un cantore dei sentimenti positivi. Il primo luglio sul sito ufficiale della band era partito un countdown che mi aveva fatto ben sperare, stavo malissimo e avevo bisogno di un pezzo nuovo della band di Seattle come un tossico ha bisogno di una pera alle 18 e 31 del pomeriggio. In seguito all’annuncio del tour nordamericano, l’avvio di un nuovo attesissimo conto alla rovescia aveva riacceso le mie speranze. Inutile dire che alle 9 meno dieci di ieri sera ero sul sito ufficiale in attesa che si sbloccasse lo streaming del nuovo pezzo. A casa mia alle 9 meno due minuti c’era un silenzio tombale e una sensazione di rispetto e timore reverenziale. Ti prego fa che non sia brutto come Olé, ti prego Gesù, almeno per questa volta io confido in te. Quando ho appreso che per ascoltare il brano si doveva preordinare l’album non ci ho pensato due volte. Sul sito mi ero già iscritto tempo fa, ho tirato fuori la carta di credito e ho acquistato senza battere ciglio. 

Una, due, tre, quattro, cinque volte: Mind Your Manners sembra non stancarmi mai. Un Eddie Vedder in forma smagliante si staglia su una sezione ritmica paurosa, con McCready dietro le quinte che sciorina riff che Jimmy Page non sei nessuno. Concettualmente qui si vuole strizzare l’occhio all’immediatezza dei pezzi più rabbiosi di Vitalogy, purtroppo però gli anni passano per tutti, ed il succitato singolone finisce per ricordare più che altro il rock ‘n’ roll cazzuto e diretto della prima parte di Backspacer. La cosa francamente non mi infastidisce, anche perché ad avercene di gruppi che a più di vent’anni di distanza dall’esordio riescono ancora a tirare fuori roba di questo calibro. Si, obbietterete voi, e come la mettiamo con i Sodom? I Sodom sono una questione di rutti e scuregge, qua invece si parla di etica e questioni di cuore, ed il mio cuore i Pearl Jam l’hanno conquistato anni fa, quando la crisi della flanella aveva già investito il mercato mondiale.

Lightning Bolt, questo il titolo del nuovo lavoro di Vedder & Co., uscirà il 15 ottobre, un’infinità di tempo. Sul sito ufficiale l’orologio fa tic toc e dice 94 giorni. E io nel frattempo che cazzo faccio? Rimetto Lou Reed.

4 commenti leave one →
  1. Orgio permalink
    12 luglio 2013 11:16

    Bello, ma non c’è neanche paragone coi Sodom. A chi non concorda una nutrita dose di “a fire that doesn’t burn”.

    Mi piace

    • sergente kabukiman permalink
      12 luglio 2013 17:27

      niente è paragonabile ai sodom, figuriamoci i pearl jam. meriti il mio respect

      Mi piace

  2. 12 luglio 2013 17:27

    Sì ok, ma prima di oscurare Jimmy Page ce ne corre… e parecchio! E i Sodom sono, nel bene e nel male un altro pianeta. A proposito di gruppi datati che ancora ci danno dentro il singolo tratto dal nuovo dei Carcass non è niente male!

    Mi piace

  3. Sbemberebem permalink
    13 luglio 2013 02:55

    Un tantino di parte? Ma giusto un tantino?….comunque i Pearl Jam sono ormai semplicemente una macchina da soldi. Questo non vuol dire che non facciano bei pezzi e album che spaccano (dal vivo poi sono davvero grandi), ma lo spirito con cui oggi la band si pone è quella di un’azienda. Basta vedere la figura di Vedder, che si spaccia come “Bono dell’alternative”…..e questo nuovo singolo, bello per carità e che dal vivo divertirà un casino, è ciò che i fan vogliono oggi da loro, e che loro senza batter ciglio danno. Quindi di cose da “rinfacciare” ai PJ ce ne sarebbero, altro che moderare le maniere. E lo dice uno che ha amato alla follia il gruppo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: