E quindi uscimmo a riveder le stelle : il trailer di The Lords of Salem

“Come la preferisci Rob? Apro tutto?”

Ci sono talmente tanti motivi per amare incondizionatamente Rob Zombie e farci attendere con adolescenziale attesa l’uscita del suo nuovo film che non servirebbe neanche scrivere due righe di articolo. Siccome siamo generosi, pur non facendo parte dell’ufficio stampa del buon Rob, vi ricordiamo che senza The Devil’s Rejects tutti noi oggi saremmo persone peggiori. E non conosceremmo le gioie della zoofilia.

Che poi è più o meno questa l’idea di Stati Uniti che avevo in mente mentre scrivevo l’articolo sui Panopticon dell’altro giorno.
Non so voi, ma se uno riesce a rendere credibile un dialogo tra un pappone di colore ed un redneck che si scopa i polli, si è guadagnato la mia stima imperitura ed incondizionata. E qualsiasi scialbo remake di capolavori slasher degli anni ottanta o pubblicità di detersivi non potrà spostare di una virgola questo giudizio. Lo sappiamo, Rob, la crisi morde le caviglie a tutti, c’è bisogno di alzare due soldi e spesso ci si riduce a seppellire la propria dignità in cambio del vil denaro. E poi, diciamolo, un semidio come Fulci ha costruito una leggenda attorno a film fatti principalmente per poter pagare l’affitto a fine mese, chi siamo noi per poter criticare te, Rob, che in ognuno dei tuoi lavori ci regali sempre un primo piano del fondoschiena di tua moglie?
Ed ora tu, Rob, dopo tanti anni di attesa torni a saziare la nostra voglia di stramberie violente, di storie deliranti e visivamente folli. Certo, i recensori che ne sanno un casino [cit] direbbero che per questo c’è sempre l’inarrivabile Lynch, ma se per vedere Naomi Watts che si strofina voluttuosamente con Laura Harring devo leggermi un saggio esplicativo, allora ben venga questo trailer che sembra la versione pornofreak del videoclip di Mother North dei Satyricon:

Un minuto e quaranta di immagini a caso, croci, citazioni da Rosemary’s Baby, Carrie, Eyes Wide Shut, W la foca (forse questo no, ma abbondiamo) e tutto quell’immaginario metalhorrorifico che non può non farci venire voglia di correre al cinema senza neanche sapere di cosa parli effettivamente il film.

2 commenti

  • passoaprendertistasera

    Che dire…il buon Rob,quando vuole, sa essere veramente cattivo!Personalmente preferisco le sceneggiature originali ai vari remake (Halloween), e il dittico dei reietti,secondo me, è il suo massimo .L’america “cafon-rurale” de “la casa dei 1000 corpi” e “la casa del diavolo” finora è imbattibile…speriamo bene

    "Mi piace"

  • sergente kabukiman

    the devil’s rejects è stupendo,la prima volta che l’ho visto mi aspettavo una cacata per mocciosi ed invece è diventato uno dei miei film preferiti..FULCI LIVES!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...