CEPHALIC CARNAGE – “Misled By Certainty” (Relapse)

E’ molto difficile infilare ottomila genere diversi in un album senza cacare fuori dal vaso ma i Cephalic Carnage, in quello che è forse il loro disco più ambizioso, ci riescono. Il punto è che l’act statunitense non è pretenzioso, non se la vuole tirare, sono solo dei simpatici strafattoni del Colorado che si fanno talmente tante canne (hanno battezzato la loro musica hydrogrind in riferimento al tetraidrocannabinolo e il loro merchandising comprende dei bong e dei tritaerba con il loro logo, tanto per capire con chi abbiamo a che fare) da non poter dar vita a un sound che sia meno che schizofrenico, imprevedibile e incredibilmente eclettico. Rispetto al precedente, e ottimo, Xenosapien (che apriva alle influenze più disparate un death/grind fattosi sempre più moderno e, a modo suo, raffinato), Misled By Certainty va ancora più oltre. La band ha ormai raggiunto delle capacità tecniche, una facilità di scrittura e una versatilità tali da produrre con stupefacente naturalezza pezzi che pescano i loro riferimenti da vent’anni di storia del metal estremo risultando sempre compatti e rifiniti al millimetro. Niente pippe, insomma. In questo disco c’è veramente di tutto: i riff “svedesi” di filiazione pressochè metalcore (derive in territori vicini a questo genere da noi così aborrito, vedasi le vocals di When I Arrive, sono presenti ma assolutamente perdonabili, anzi, ci stanno pure) dell’opener The Incorrigible Flame, l’intricato guitar work di Warbots A.M., memore del tecno-death dei tempi che furono, l’innaturale connubio tra brutal e sonorità jazz/fusion di Abraxas Of Filth e Ohrwurm (quello che i Cryptopsy avrebbero potuto diventare se avessero avuto più coraggio), l’arcigno riffing sludge di Cordyceps Humanis,  una Dimensional Modulation Transmography che quasi strizza l’occhio al post rock, gli oltre dodici minuti di Repangea e schegge grindcore di poche decine di secondi. Quando si mette così tanta carne al fuoco cercando, al contempo, di restare al passo con le più recenti evoluzioni della musica estrema, vale a dire quelle delle quali su Metal Shock sentite parlare poco e male, è arduo uscire con qualcosa di buono. I Cephalic Carnage lo hanno fatto. Non siamo di fronte a chissà quale capolavoro, Misled By Certainty richiede numerosi ascolti per essere apprezzato e assimilato in tutte le sue sfaccettature, ma la quantità di spunti è tale che anche chi, come il sottoscritto, nelle forme più violente di heavy metal cerca immediatezza e visceralità, non può non prestare interesse a una band che ha così tanto da dire. (Ciccio Russo)

One comment

  • Fenomenale, appena messo sullo stereo non riesco a sentire altro! Non ci provo nemmeno a premere il tasto Eject, ma quanto posso essere stronzo che ancora non li conoscevo…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...