Tag Archives: King Diamond

Avere vent’anni: giugno 2000

NOVEMBRE – Classica Edoardo Giardina: Classica è il primo album veramente compiuto dei Novembre. Se da una parte Wish I Could Dream It Again…, pur nella sua originalità, rimaneva adolescenziale e umorale, dall’altra Arte Novecento, nonostante fosse già più velleitario e intellettuale, mostrava comunque il fianco a qualche debolezza, come la povera prova di Carmelo Orlando al microfono e un’immensa

Continua a leggere

Avere vent’anni: MERCYFUL FATE – 9

Il capitolo intitolato 9 l’ho visto invecchiare con indosso la fama del disco brutto dei Mercyful Fate. Giusto un annetto fa scrissi qualcosa a proposito di Dead Again, ed è faticoso rimettermi a descrivere uno dei momenti meno felici della carriera di un gruppo con cui sono letteralmente cresciuto. Sono estremamente grato ai Mercyful Fate, ma non è per parargli il culo

Continua a leggere

Avere vent’anni: MERCYFUL FATE – Dead Again

Mi dispiace un sacco di dover parlare male dei Mercyful Fate, perché sono uno di quei gruppi heavy metal dall’approccio estremo a cui mi sono affezionato veramente tanto, e che seppero uscire da canoni che il genere aveva indirizzato su binari molto severi. Quantomeno negli anni Ottanta, quelli dell’estetica e dell’esaltazione totale dei cliché. King Diamond era avanti rispetto ad

Continua a leggere

Avere vent’anni: KING DIAMOND – Voodoo

Lo ammetto: con King Diamond e Mercyful Fate sono finito per farmi piacere anche cose che avrei potuto tranquillamente trascurare. In realtà ho pressoché ignorato soltanto le ultimissime pubblicazioni delle rispettive formazioni, e l’ho fatto soprattutto per rispetto e perché, ad un primo e distratto ascolto, mi ero subito accorto che erano proprio cazzi amari. Ma il Re è il

Continua a leggere

Avere vent’anni: settembre 1996

ABSCESS – Seminal Vampires And Maggot Men Ciccio Russo: Freak Fuck Feast sarebbe piaciuta ai Darkthrone di oggi. I riff di Mud sono comunque meglio di quelli che trovate sul debutto dell’ennesimo clone dei Crowbar odierno considerato “promettente” dai blog americani. Per scrivere una Zombie Ward non devi essere proprio l’ultimo stronzo. All’epoca nessuno si filava gli Abscess, anzi, erano bersagliati da stroncature irridenti

Continua a leggere
« Vecchi articoli